Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Lunedì 24 Settembre 2018

Banchina 63: apre il primo fishbar all’italiana della Capitale

banchina 63

A Roma, nel cuore del quartiere Prati, a metà strada tra lo Stadio Olimpico e la Città del Vaticano, ha inaugurato Banchina 63, un nuovo indirizzo gourmet per gli amanti del pesce. Non aspettatevi però il classico ristorante. Banchina 63 è un fish & cockail bar, un locale informale e alla moda, con tavoli in legno, divanetti, lampade che ricordano quelle utilizzate sui pescherecci, reti al soffitto e un colore blu oceano alle pareti.

banchina 63 roma

A guidare questa piccola nave (una cinquantina i coperti con l’aggiunta di un dehor nella bella stagione) sono due amici d’infanzia, Valentino Marchesani, figlio di ristoratori, e Patrich Giannetti, produttore esecutivo cinematografico, insieme al direttore Luca Colapietro.

Banchina 63 è nato dunque dalla volontà di portare nella Capitale il pesce fresco, quello appena pescato, che profuma ancora di iodio e salsedine. Nel menu, curato dallo chef Cuono de Chiara, troviamo tante proposte originali e una grande varietà di pesce. Due sono le proposte. C’è un menu à la carte per la sera e un’opzione più veloce per il pranzo con un primo o un’insalata oppure con un secondo o un fish burger con acqua, dolce e caffè.

Il menu

Si parte dai crudi come ostriche, scambi e gamberi. E poi ceviche, carpacci e tartare di pescato del giorno. E poi salmone marinato agli agrumi con avocado, finocchio panna acida all’aneto e croccante di riso oppure il gambero rosso di Mazara con zuppetta di datterino e zenzero, burrata di Andria, zeste di lime caramellate e fiocchi di sale nero alla vaniglia.

Tra i primi invece spaghettoni burro e alici con taralli home made tostati, salvia e pinoli, i paccheri B63 con pescato del giorno, pomodori confit, timo e fili di peperoncino o ancora il risotto con gamberi crudi e cotti gel al limone e pepe di Sarawak.

Tra i secondi polpo arrostito in padella con crema di legumi piccante, sandwich di alici e scarola con olive al forno, miele d’arancia e crema al formaggio oppure i burger di tonno, salmone e gameri. E ancora i fritti, caldi e croccanti come lo stecco di baccalà su vellutata di stagione, il cartoccio di alici, bucce di patate cacio e pepe o i calamari con salvia e limone.

Non mancano le insalate e i piatti “classici” come gli spaghetti con vongole e bottarga e i paccheri con cacio e pepe e cozze.

Ad accompagnare i piatti, una vasta selezione di cocktail preparati dal talentuoso barman Edoardo Bottiglieri.

Info utili

Banchina 63, via Emilio Faà di Bruno 63, Roma. Aperto dal martedì alla domenica a pranzo e cena. Telefono 06 6941 2199. Sito, pagina Facebook.