Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 13 Novembre 2018

Bioesserì: mangiare a Milano e a Palermo sulle rotte del gusto bio

Un’idea innovativa, che nasce quando di biologico non parlava ancora nessuno. L’avventura dei fratelli Borgia, in viaggio da Palermo a Milano sulle rotte del gusto bio.

A volta la vita fa giri strani e sconvolge le carte in tavola. E, spesso, lo fa per il meglio. Bioesserì è la storia di due fratelli, Vittorio e Saverio Borgia, che non vogliono rassegnarsi a diventare, per forza, un economista e un ingegnere, ma vogliono creare qualcosa di nuovo, di proprio e di buono in cui riconoscersi. Ecco il racconto di un bell’esempio di imprenditorialità giovane che unisce gusto e benessere.

Spaghetto ai 3 pomodori

Due protagonisti, due anime

Sono originari di Palermo, i fratelli Borgia. Vittorio, il maggiore, si laurea in Economia alla Bocconi per il maggiore, mentre Saverio, il minore, in Ingegneria Meccanica al Politecnico. Ma, nonostante gli ottimi risultati, vogliono qualcosa di più, vogliono mettersi alla prova in un progetto nuovo e pionieristico. Così decidono di investire il loro talento nell’idea di una ristorazione buona, sana e gourmet, in una parola “bio“.

E, attenzione, stiamo parlando di 5 anni fa quando, ammettiamolo, parlare di ristorazioni con ingredienti 100% biologici non era così comune.

Spaghetti aglio olio peperoncino su carpaccio di gambero

Entrambi appassionati di enogastronomia, decidono così di lanciarsi nell’universo gastronomico con l’apertura del primo ristorante Bioesserì a Milano nel 2012. Un ambiente accogliente e rilassato, poltrone bianche, tanto legno e materiali naturali per riportare a una sensazione di calore e sincerità. Il progetto Bioesserì funziona e, anzi, funziona così bene che due anni dopo i fratelli Borgia decidono di replicare a Palermo, nella loro Sicilia.

Nei due ristoranti si fondono le loro due anime: l’aspetto glamour e cosmopolita di Milano, città che vive dalla mattina a tarda sera (come il loro locale che offre dalla colazione alla cena) e l’eleganza della Sicilia, con i suoi sapori che rubano il cuore e l’anima al primo assaggio.

Tartare di tonno con erba cipollina e chips di sesamo

La certificazione bio

Entrambi i ristoranti Bioesserì hanno ottenuto il certificato di conformità alla ristorazione biologica rilasciato da Icea (Istituto Certificazione Etica e Ambientale) con il massimo punteggio. Questo vuol dire che, dalle carni alle farine, dai latticini al vino, dalle tisane ai dolci, ogni singolo ingrediente che vi troverete nel piatto è 100% bio. 

Bontà e salute per un progetto culturale

Spazio solo materie prime eccellenti, quindi, che provengono da produttori di fiducia e selezionati in Italia e all’estero che praticano un’agricoltura naturale che non utilizza pesticidi e tutela la biodiversità.

La pizza con lievito madre lievitata 72 ore di Bioesserì

La  ricerca è fatta personalmente dai fratelli Borgia, che viaggiano per scovare di persona e assaggiare i migliori prodotti, quelli che mangerebbero loro e che, quindi, danno con fiducia ai loro clienti. Perché Bioesserì, diciamolo, è anche un progetto culturale e sarebbe più facile essere meno “severi”. Molto spesso infatti, gli ingredienti bio nei menù dei ristoranti sono uno specchietto per le allodole e compongono il piatto solo per una piccola parte. Qui, invece, tutto è davvero al 100% bio, dalle farine di grani antichi di Caltanisetta, quindi con un maggiore valore nutritivo e ricchezza in vitamine, dai gamberi di Mazara del Vallo fino ai pomodorini di Pachino.

Bioesserì Milano Brera, suggestiva immagine serale del quartiere degli artisti

La massima attenzione prestata all’offerta di un prodotto di qualità non va a scapito del menù, anzi da Bioesserì la lista dei piatti è estremamente ampia: pasta, carne, pesce, proposte vegetariane, vegane e pizza. Chi opta per la pizza, potrà gustare un impasto preparato con farine macinate a pietra e fatto lievitare naturalmente con lievito madre per 72 ore.

Salmone marinato alla barbabietola con infuso di the e fiori

Lo chef Federico Della Vecchia

Classe 1981, di origine ischitane, è al timone di Bioesserì Milano e Bioesserì Palermo dall’inizio dell’avventura.
Curriculum internazionale, a lui spetta il compito di realizzare in concreto la linea gastronomica indicata dai fratelli Borgia, che parte da un’accurata selezione delle materie prime e dei produttori che operano nei distretti agroalimentari italiani, con escursioni all’estero e un occhio di riguardo alla Sicilia, regione-madre di Vittorio e Saverio.

Tartare tonno con erba cipollina e chips di sesamo

Della Vecchia crea per Bioesserì ricette tradizionali rivisitate impronta moderna. Il menu spazia dal Polpo laccato al balsamico, al Muffin al Parmigiano, dall’Insalata di granchio alla Gramigna in zuppetta di mare, fino al Cosciotto di pollo alla milanese. E, naturalmente, non poteva mancare la pizza con lievto madre e lievitata a lungo. Per i dessert, lo stile di una donna. La pasticceria, infatti, è curata dalla giovane italo-brasiliana Barbara Micioni Vidal de Sousa, che cura anche Baunilla, la pasticceria di alta qualità che fa parte del gruppo Tra le specialità la Crostatina di frutta fresca, il Differentemente cannolo e la Caprese al cioccolato.

Info utili

Bioesserì

Milano Brera

Via Fatebenefratelli, 2 – 20121 Milano
Tel. +39 02 8907 1052
info.milanobrera@bioesseri.it
Aperto tutti i giorni: dalle 8.00 alle 24.00

Palermo

Via Giuseppe la Farina, 4 – 90141 Palermo
Tel. +39 091 765 7142
info.palermo@bioesseri.it
Aperto tutti i giorni: dalle 8.00 alle 24.00