Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Lunedì 11 Novembre 2019

BurBaCa Roma: un angolo di NYC al Porto Fluviale

burbaca panino

BURger, BAkery e CAffè: sono questi gli ingredienti principali del progetto approdato a Roma in via del Porto Fluviale

BurBaCa è un progetto nato nel 2014 a Potenza. Il successo nel capoluogo lucano ha spinto i soci ad aprire altre sedi a Viterbo, Matera e Roma. L’intento di creare un luogo ibrido, a metà tra un burger bar e una caffetteria con bakery shop in stile Newyorkese. Per fondere i piatti della tradizione statunitense con i sapori e i prodotti della cucina italiana.

Tre sono i principi fondamentali di BurBaCa: materie prime di qualità, ricette originali e tecniche all’avanguardia come le cotture a bassa temperatura. A supervisionare la cucina c’è Salvo Cravero (classe 1977 e proprietario del ristorante L’Etoile di Vetralla), consulente dell’intero gruppo e Chef Executive.

Il Locale

burbaca locale

I richiami alla metropoli americana sono forti. L’arredamento è urbano industriale con tavolo sociali, tavoli in legno e pietra e sgabelli in pelle, ma ogni sede ha un forte richiamo al territorio: a Viterbo si è scelto il peperino, a Matera il tufo e a Roma i mattoni a vista. Perla nascosta del locale è la saletta che si trova al piano inferiore, luogo ideale per cene ed eventi privati con le luci soffuse, il tavolo in legno e le poltrone in pelle davanti al camino.

BurBaCa vuole essere un punto di riferimento per la clientela dalla colazione fino al cocktail dopo cena. Ci si può sedere al bancone per un caffè e un dolce al mattino, per un pranzo veloce o un drink. Altrimenti ci si può accomodare ai tavoli, collegarsi al wifi mangiando una fetta di NY Cheesecake e passare qualche ora come nelle caffetterie oltre oceano. Il giovedì sera è la serata dell’aperitivo con tapas mentre la domenica c’è il power breakfast: dalla mattina fino a pomeriggio inoltrato si può vivere in pieno relax l’esperienza BurBaCa con cibo, musica in vinile e video istallazioni.

I prodotti di BurBaCa

burbaca chef

Cosa si mangia?

Prima di tutto dobbiamo parlare delle patatine fritte, steak o sfoglia. Le patate arrivano fresche dall’Azienda Torti di Avezzano. Per il taglio a steak vengono tagliate al momento con uno spessore di circa 6 millimetri, messe a bagno in acqua per eliminare l’amido e fritte in olio di semi di girasole. Quelle a sfoglia invece sono sottilissime e croccanti anche senza esser messe in ammollo. Le salse di accompagnamento sono l’unica cosa che ancora non viene prodotta all’interno del locale, ma lo chef ci assicura che presto anche quelle saranno homemade.

Dietro ogni hamburger c’è stata una grande ricerca. La carne utilizzata è 100% carne di fassona piemontese di fine carriera, un mix di punta di petto, spalla e pancia. Viene macinata e lavorata con sale, pepe, peperoncino, paprika e peperoncino di Cayenna. Il pane invece arriva da un piccolo laboratorio artigianale della Tuscia, preparato con la ricetta originale di BurBaCa.

Capitolo a parte merita la Chicaco Pizza. Una pizza dall’impasto alto, cotta in una teglia rotonda, i bordi sono alti e molto croccanti. Salvo Cravero ci ha rivelato che il segreto per questa ricetta è l’utilizzo dell’olio e dello strutto nell’impasto. Viene condita con abbondante pomodoro, mozzarella rigorosamente molisana (come le origini dello chef) e le tipiche meatballs cioè le polpette, sempre di carne di fassona piemontese.

I dolci: essendo un locale di ispirazione Newyokese, non potevano di certo mancare dolci come muffin, donuts, carrot cake e brownies. Noi abbiamo assaggiato per voi la NY Cheesecake. Buonissima, cremosa al punto giusto con coulis di lamponi. Ma visto che siamo golosi, abbiamo provato anche un ottimo Cookie Tiramisù: biscotto con pezzi di cioccolato fondente e polvere di caffè, bagnato al caffè con crema al mascarpone.

Le birre di BurBaCa

burbaca birre

Entrando nel locale, al lato del bancone, possiamo vedere le otto spillatrici. Solo birre artigianali, prodotte da piccoli birrifici locali con qualche incursione in paesi dalla grande tradizione come Belgio, Germania e Regno Unito. Tra le proposte: Birra del Borgo, Birrone, Birra dell’Eremo e Birrificio Pontino. Noi ci siamo “sacrificati” per voi e abbiamo assaggiato la Zitella di Birrificio Pontino, perfetta da abbinare al Burger di Tataki di Tonno e la Gerica, Cascadian Lager di Birrone da abbinare al Burger Metropolitan.

BurBaCa Roma, via del Porto Fluviale 5. Telefono 0664420938. Sito