Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Venerdì 28 Luglio 2017

I Carbonari: il ristorante-scuola tolto alla ’ndrangheta

i carbonari

A Roma, nel cuore di Trastevere, l’ex Rosticchio, confiscato un anno fa, è stato dato in gestione agli studenti dell’Istituto Alberghiero Tor Carbone. Che supervisionati dai loro professori e da esperti del settore gastronomico, prepareranno pizza, crocchette (ma anche piatti più elaborati, a cominciare dai classici primi romani) mettendo a frutto quanto appreso a lezione. I Carbonari inaugurerà giovedì 15 giugno alle ore 18:30

L’erba cattiva non muore mai, ma a volte da quella stessa erba può nascere un fiore.

È il caso di Rosticchio, un locale (non certo memorabile) di fritti e piatti romani take away nel cuore di Trastevere chiuso e confiscato più di un anno fa a un clan della ’ndrangheta (che si nascondeva dietro l’insegna di via San Cosimato per i suoi loschi affari, riciclaggio in primis) e che ora è pronto a cominciare una nuova vita stavolta virtuosissima sotto la gestione degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Tor Carbone (ai quali il Ministero di Giustizia ha concesso appositamente la licenza commerciale) e con il nome “I Carbonari”.

La splendida notizia l’ha lanciata il Corriere della Sera qualche giorno fa.

Il progetto è decisamente interessante anche perchè rappresenta l’inizio di un processo di restituzione alle persone di beni illegali sottratti alle attività mafiose. I Carbonari sarà un polo di formazione ma soprattutto una vera e propria attività imprenditoriale che darà impiego ad almeno 4 giovani e che verrà utilizzata dall’istituto Tor Carbone come centro di alternanza scuola lavoro.

Il principio è quello del turnover, quattro ragazzi tra bancone e cucina che si avvicenderanno ogni settimana, coordinati da un supervisore esperto. Sotto il profilo meramente gestionale, invece, la cooperativa creata ad hoc (Alpha 53, diretta emanazione dell’istituto alberghiero con al suo interno professori, studenti, un bidello e una rappresentanza di genitori facente parte del consiglio di istituto) pagherà un affitto ai proprietari delle mura. Gli incassi infine saranno riutilizzati per attività di ristorazione e turismo.

É prevista una inaugurazione ufficiale per il giorno 15 giugno alle ore 18:30 con la presenza del Ministro della Pubblica Istruzione, dell’associazione Libera, di giudici, magistrati, del figlio del Magistrato ucciso dalla mafia Pio Latorre, di esponenti della Giunta Capitolina e soprattutto degli studenti.

I Carbonari farà pizza, crocchette, ma anche piatti più elaborati, come quello che porta proprio il nome del locale, ispirato «a Tor Carbone, poi al primo piatto tipico romano e infine ai protagonisti dei moti rivoluzionari visti adesso come paladini della legalità» dice al Corriere della Sera Maurizio Borella, docente di enogastronomia e responsabile degli eventi che si terranno proprio al civico 12 di via San Cosimato. «Una quarantina di appuntamenti» anche internazionali, rivolti ovviamente agli studenti.

Pagina Facebook.