Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 23 Ottobre 2018

cucinaMusia: ristorazione originale e arte contemporanea a Roma

cucinamusia

All’interno di uno spazio meraviglioso, ricco di opere d’arte contemporanea, in via dei Chiavari a Roma, è nato cucinaMusia, un luogo dove la cultura e le eccellenze del territorio laziale si uniscono creando esperienze sensoriali davvero coinvolgenti e accessibili a tutti.

Tra le opere d’arte, dietro una grande parete in ferro, si nasconde il cuore pulsante della cucina di Musia. Ai fornelli c’è Ben Hirst, chef di fama internazionale con importanti esperienze alle spalle.

Quando sono arrivato nella capitale, l’obiettivo era di trasformare una trattoria locale in un autentico punto di riferimento del quartiere: e così Necci dal 1924 è diventata un’accogliente oasi affollata dalla mattina alla sera. Ho poi ampliato l’attività con la pasticceria dell’avventurosa Tiger Tandoori, che ha attirato folle di curiosi da ogni parte della città. In tutto quello che ho fatto dopo (consulenze per franchising, ideazione di format innovativi, corsi di formazione…) ho mantenuto fede ai suoi princìpi: la qualità delle materie prime, il dialogo con i produttori locali, la garanzia dei migliori allevamenti e delle più affidabili lavorazioni artigianali. Ora la nuova scommessa è Musia, un luogo ad alto tasso creativo, dove ritrovare antiche passioni, frugando nella mia memoria di studente di Storia dell’Arte. Tutto torna, nella Città Eterna!” dichiara Hirst.

Le proposte gastronomiche dello chef accompagneranno tutta la giornata all’interno di Musia, dallo snack veloce al tè del pomeriggio, fino all’aperitivo e alla cena. Sempre circondati dalle opere d’arte e videoproiezioni.

cucinamusia

La cucina di Hirst ha una forte identità internazionale, rispecchia tutte le sue esperienze estere, soprattutto in Inghilterra e Francia. I piatti nel menu di cucinaMusia sono pochi ma attentamente studiati e serviti in maniera impeccabile. Due i carpacci, uno autunnale con uovo di quaglia, aqua di siero e farro, un’altra invece con gambero rosso di Mazara, salsa di ricci, lattuga di mare e salicornia. Ottimi i ravioli del plin al brasat con salsa di zafferano e spinacini.

Marmellata di ciliegie e patate fondenti fanno invece da contorno al pollo in cenere. Tra i dolci fondente al cioccolato con mousse di mandorle e menta oppure zuppa inglese “all’inglese” con krapfen, frutti di bosco e chantilly al vin santo.

La carta dei vini, realizzata in collaborazione con Winedo.it, segue la stessa filosofia della cucina. Ampio spazio dunque ai piccoli produttori, vini e viticoltori classici ma anche produzioni limitate, difficilmente reperibili altrove a Roma.

Info utili

cucinaMusia

via dei Chiavari 7

Tel. 06 68 32 037

Aperto dal martedì al sabato dalle 16:00 alle 22:30

Sito