Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 19 Novembre 2021

Danny Aiezza trionfa al VII Campionato Nazionale Pizza Doc

campionato nazionale pizza doc

Si sono spenti da poco i riflettori del Campionato Nazionale Pizza Doc, a Pontecagnano Faiano, Salerno. Edizione speciale che ha rilanciato il mondo pizza dopo 2 anni di pandemia. Ecco tutti i vincitori.

Trentunenne casertano di Vitulazio, Danny Aiezza vive e “ammacca” a Lugano, in Svizzera, dove è il titolare della pizzeria take away Diametro 31. E qui da noi, si è aggiudicato, martedì scorso, il primo posto del settimo Campionato Nazionale Pizza DOC.

Abbiamo raccolto le sue emozioni a caldo ed ecco le sue prime dichiarazioni subito dopo la vittoria: “Sono partito da Lugano senza aspettative, ma solo per il gusto di condividere esperienze e rapporti umani, non mi aspettavo assolutamente di poter vincere ed essere il primo in assoluto. Per me fare il pizzaiolo è tutto, è la mia comfort zone, la mia isola felice, l’unico posto dove mi trovo in armonia con me stesso.”

campionato nazionale pizza doc
Danny Aiezza e Alessio Capozzi

Alessandro Capozzi, dall’Irlanda, si è invece aggiudicato il premio “Pizza DOC in the World – Miglior pizzaiolo italiano all’estero”. Anche questa, una vittoria importante su circa 300 concorrenti provenienti da tutte le regioni d’Italia, ma anche dal resto d’Europa, Sud America, Sri-Lanka e dalle Hawaii.

E non è finita qui. Novità assoluta di questa tanto attesa settima edizione, quella dei “Pizza DOC Awards”: parliamo dei riconoscimenti consegnati alle personalità che si sono contraddistinte nel mondo pizza durante l’anno. Il galà è stato presentato dal volto Rai Beppe Convertini, accompagnato dalla giornalista e speaker radiofonica Ilaria Cuomo. Una serata, oltretutto, a scopo benefico, visto che sono stati raccolti fondi per “La stanza di Tobia”, progetto filantropico voluto proprio dall’Accademia Nazionale Pizza DOC in collaborazione con l’ARLI – Associazione Regionale Leucemie Infantili.  Lo scopo è quello di mettere a disposizione gratuitamente un appartamento per le famiglie dei piccoli pazienti ricoverati all’ospedale “Santobono – Pausillipon” di Napoli. Una pizza buona sotto tutti i punti di vista, verrebbe da dire.

Numerose le celebrità premiate con i “Pizza DOC Awards”: citiamo, in ordine sparso, Franco Pepe, Gabriele Bonci, Antonio Starita dell’omonima pizzeria di Materdei a Napoli, nonché Alessandro Condurro del gruppo “Da Michele in the world” e Sergio Miccù della “APN”. Premiati anche i pizzaioli della nuova generazione: stiamo parlando di Salvatore Lioniello, Vincenzo Capuano, Raffaele Bonetta, Angioletto Tramontano, Alessandro Servidio e Carlo Di Cristo; non solo pizzaioli, ma anche gli imprenditori e food influencer Vincenzo Falcone e Gian Andrea Squadrilli; i fenomeni social Giuseppe Russo de “Il mio viaggio a Napoli” ed il pizzaiolo tiktoker Errico Porzio; il giovane giornalista Leonardo Ciccarelli, sempre originale e, soprattutto, credibile nel suo puntare l’occhio su di un mondo che non smette di evolvere, ma che, comunque sia, ha il dovere, di parlare di tradizione. Immancabile, tra i premiati, gli autori della guida “50 Top Pizza” Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro, infine l’imprenditore Marco Infante, insegna storica della pasticceria partenopea.

Tra tutti i premiati, ecco le dichiarazioni a caldo del Maestro pizzaiolo casertano Franco Pepe: “Ho partecipato con piacere a questa manifestazione soprattutto per il suo scopo benefico a supporto del progetto “La stanza di Tobia”. La serata è stata anche un momento per celebrare il mondo pizza insieme alla nuova generazione di giovani pizzaioli e la rappresentanza de “Le Centenarie” e di chi ha mantenuto la tradizione della pizza napoletana. È stato un momento quindi per incontrare gli amanti della pizza insieme a tanti produttori. Infine ringrazio Antonio Giaccoli per il premio poiché averlo ricevuto nella mia regione e dall’associazione fatta da pizzaioli, è ancora più gratificante”.

Organizzato da “Accademia Nazionale Pizza DOC” del presidente Antonio Giaccoli, il settimo Campionato Nazionale Pizza DOC si è tenuto precisamente lunedì 8 e martedì 9 novembre 2021 negli spazi del parco acquatico Isola Verde della Costa Sud di Salerno, in via Lago Trasimeno a Pontecagnano Faiano (Salerno).

E proprio il presidente chiosa così:“La settima edizione è stato il risultato di quello che abbiamo fatto per anni nel mondo pizza. Non volevo deludere le aspettative a riguardo e credo di esserci riuscito sia per il numero di partecipanti che per quello dei visitatori. La soddisfazione più grande è stata questa, esserci riuscito. Non immaginavano dopo 2 anni di fermo di portare tante persone a mettersi in gioco. Vedere persone partecipare da tanti Paesi esteri rappresenta il fatto che stiamo lavorando bene. L’Accademia ed il Campionato Nazionale Pizza DOC contribuiscono a valorizzare il Made in Italy ed il ruolo del pizzaiolo nel mondo. Novità assoluta di quest’anno è sicuramente il Pizza DOC Awards, nato dall’idea di premiare le eccellenze del mondo pizza dal punto di vista imprenditoriale ed artigianale, ma anche comunicativo e tecnologico.”

Partner dell’evento sono state aziende leader del settore, ovvero: Molino Caputo, Latteria Sorrentina, Parmacotto, Gruppo San Pellegrino, Jamonita, Sapori di Napoli, Workline – Divise & Divise, Mecnosud, Caldo Pellet, Carbone Conserve, Sacar Forni, Forni Reppuccia, Cantine Mediterranee e tante altre aziende presenti nell’area EXPO allestita per l’occasione.

Questi, invece, i vincitori di tutte le categorie previste per la settima edizione del Campionato Nazionale Pizza DOC:

  • Pizza Doc In The World: 1° Alessandro Capozzi, Irlanda; 2° Carmine De Michele, Austria; 3° Daniele Branca, Brasile;
  • Vincitore assoluto Campionato Nazionale Pizza DOC 2021: 1° Danny Aiezza, 2° Christian Aprile, 3° Fabio Strazzella;
  • Pizza Classica: 1° Danny Aiezza;Carmine De Michele; Francesco Curatolo;
  • Pizza Margherita: 1° Fabio Strazzella; Gabriele Ferrarese; Giuseppe Truglio;
  • Pizza contemporanea: 1°  Christian Aprile; 2°  Domenico Mazzone; Tony Morder;
  • Pizza in pala: 1° Fabio Strazzella; Irene Longo; Armando Lerro;
  • Pizza in teglia: 1° Alessio Ciccio Rossi ; 2° Gabriele Napolitano ; 3° Ernesto Iantorno;
  • Pinsa Romana: 1° Francesca De Marco ; 2° Giuseppe Gallo; Giovanni Nanni;
  • Pizza fritta: 1° Gaetano Boccia; Gennaro Barca; Vincenzo Mansi;
  • Fritti:1° Gabriele Napolitano; Rosario Cesarano ; 3°  Francesco Salzano;
  • Pizza Gourmet: 1° Gennaro Barca; Emanuele Diego Bergamo; 3° Massimo Sassone;
  • Pizza Dessert: 1° Massimo Sassone; 2° Franco Lopez;Maria Rosario Florio;
  • Categoria Juniores: 1° Francesco Luvara; 2° Vincenzo Rago; 3° Martina Patron;
  • Pizza senza glutine: 1° Floris Christian Manolace; 2° Mario Matarazzo; 3° Alfonso Pariello;
  • Pizza freestyle: Ex Aequo Vincenzo Mansi e Nicola Matarazzo; Rocco Armandi;
  • Pizza più larga: 1° Francesco Mosca; 2° ex aequo Serena Abate e Fabio Strazzella; 3° ex aequo Antonio Vrenna e Andrea Cianti;
  • Pizza più veloce: 1° Francesco Mosca; 2° Vito La Firenze; 3°  Fabio Strazzella.

Presidente di giuria è stata la giornalista Antonella Amodio che, con la competenza ed il garbo che la contraddistinguono, ha guidato le votazioni di oltre 140 tra giornalisti di settore e foodblogger.

Ecco cosa ci ha detto al termine dell’evento: “E’ stato un Campionato davvero speciale. Dopo la pandemia, una manifestazione del genere ha rappresentato un’incredibile ventata di ripresa. Si respirava entusiasmo, da parte dei pizzaioli giovani e meno giovani. Ma anche da parte dei giudici, non ho percepito affatto chiusura, anzi c’è stata una volontà di confrontarsi, di capire. C’è stato sicuramente un salto di qualità incredibile”.

Buone notizie, quindi, sotto tutti i punti di vista.