Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 21 Aprile 2019

Food and Wine in Progress

Alla Stazione Leopolda di Firenze il 27 e il 28 novembre torna il grande evento dedicato all’enogastronomica toscana

Oltre 130 aziende vitivinicole e altrettante legate ai settori del beverage e del food. Tutte, rigorosamente, made in Toscana. E poi dibattiti, convegni e approfondimenti per avvicinare il consumatore al mondo dell’agroalimentare e che vedranno protagonisti i migliori sommelier e chef italiani, i produttori di eccellenze enogastronomiche e perfino i barman. Si presenta come un grande progetto di promozione e aggregazione delle specialità doc regionali la seconda edizione di Food and Wine in Progress, l’evento -promosso dall’Unione cuochi toscani (Urct), dall’Associazione italiana sommelier Toscana e da Cocktail in the world – che anche quest’anno si svolgerà alla Stazione Leopolda di Firenze nelle giornate di domenica 27 e lunedì 28 novembre.

Sono attesi circa 5mila visitatori per affrontare le tematiche legate alle produzioni agricole, al vino, agli alimenti, alla qualità e naturalmente all’innovazione, come denota l’utilizzo del termine “in progress” nel nome della kermesse, a testimonianza della volontà di aprirsi allo sviluppo di nuove idee.

Ad affiancare le tre associazioni organizzatrici quest’anno anche la Confcommercio e la Coldiretti Toscana, due realtà che raccolgono il resto delle eccellenze toscane del settore dell’enogastronomia.

Ricco il programma culinario a cura dell’Unione cuochi toscani e che vedrà in azione oltre un centinaio di cuochi rinomati sul grande palco dedicato ai cooking show, che a rotazione durante l’arco di tutta la giornata ospiterà anche chef stellati ai quali verrà consegnato il premio di “Ambasciatore della cucina italiana”. Fra questi riceveranno il riconoscimento Gennaro Esposito, Vito Mollica, Valeria Piccini, Mirko Rossi, Paolo Gramaglia, Giuseppe Di Iorio e Marco Scaglione, che poi cucineranno per il pubblico alcuni dei piatti con cui ogni giorno rivoluzionano il concetto di cucina italiana e internazionale tradizionale.

food-and-wine-3

Due show cooking saranno poi dedicati alla cucina etnica: in particolare, quella thailandese, con il ristorante Naga Thai Bistrot di Prato, e quella giapponese, con il rinomato chef Hirohiko Shoda che preparerà una specialità accompagnata ad hoc da birra.

Ad alternare i momenti di cucina, alcuni interventi di operatori del settore, produttori, ristoratori, che si alterneranno nel corner degli speech, parlando di come con la loro esperienza hanno apportato un miglioramento al settore dell’enogastronomia di questo paese.

Nel pomeriggio di domenica 27 ai fornelli ci saranno Peter Brunel, Marco Stabile, Maria Probst, Luciano Zazzeri, Beatrice Segoni, Silvia Baracchi, Matia Barciulli, Lorenzo Barsotti, Sara Conforti, Deborah Corsi, Entiana Osmenzeza, Edoardo Tilli e Cristiano Tomei: tutti presenteranno un piatto che esprimerà una particolare visione della cucina autunnale toscana in abbinamento a un vino e un’azienda selezionati da Ais Toscana.

L’Associazione Italiana Sommelier Toscana, da parte sua, promuoverà all’interno di Food&Wine in Progress l’evento più significativo promosso durante l’anno, “Eccellenza di Toscana” che prevede degustazioni guidate da Sommeliers AIS dei migliori vini delle 150 Aziende Vinicole Toscane facenti parte della Guida 2017 di AIS Toscana. E poi un ricco calendario di incontri, come quello con l’Ais Wine School, per avvicinarsi al mondo dei sommelier, o i tanti wine tour e i momenti di approfondimento e di degustazione sul futuro del vino toscano.

Nel programma è previsto anche un momento dedicato alla Nazionale italiana cuochi, la squadra della Fic che ogni anno trionfa nei più importanti campionati di cucina a livello internazionale.

Lo spazio di Italian Barman Style ospiterà infine eventi ispirati all’abbinamento tra cocktail e cibo, barman show a cura di Cocktail in the world, dimostrazioni di preparazioni classiche e nuove tendenze a cura di Mixology, verrà altresì svolta attività di promozione del bere responsabile.

Nei due giorni di Leopolda, saranno presenti anche molti prodotti di nicchia che rappresentano l’eccellenza della toscanità in Italia e nel mondo nel rispetto della piramide alimentare. Quest’area esclusiva sarà riservata ai consorzi Igp, Dop, ecc. e ad aziende medio-piccole che rappresentano la qualità sia nel prodotto che nell’intera filiera. Inoltre, ci sarà un’esposizione di piccoli macchinari e attrezzature tecnologiche moderne per operatori del settore Food&Wine.

Info e dettagli: foodandwineinprogress.it

food-and-wine-2