Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 30 Settembre 2020

Food Delivery alla Ribalta: gli indirizzi del sapore di Roma

L’impatto del lock down sulla ristorazione è stato un vero tsunami: la chiusura di bar e ristoranti, è stata tra le prime misure per il contenimento della pandemia.

Molti ristoratori e aziende del settore per non chiudere del tutto e mantenere i contatti con i propri clienti, si sono da subito “reinventati” la propria attività, confezionando i loro piatti migliori e più richiesti, tuffandosi nella distribuzione innovativa del food delivery, spesso sfruttando i servizi delle piattaforme già esistenti, una vera e propria àncora di salvezza per il settore.

Per questo tra i tanti servizi di e-commerce oggi a disposizione sul web, in questo momento i più apprezzati sono stati proprio quelli che consegnano cibo a domicilio che in questa emergenza è diventato un servizio davvero essenziale.

Le app più utilizzate sono Foodys https://www.foodys.it/, Foodora, Uber Eats https://www.ubereats.com/it, Deliveroo https://deliveroo.it/, Just Eat https://www.justeat.it/ e Glovo https://glovoapp.com/it molto simili tra loro, ma che invece presentano differenze e peculiarità in grado di soddisfare le esigenze di tutti. I primi tre materialmente consegnano i cibi di ristoranti e fast food, mentre Just Eat, funziona più come intermediario tra ristoratore e cliente, offrendo non solo visibilità, ma anche la possibilità di incrementare volume d’affari e clientela, Glovo che è estesa anche a supermercati, farmacie e negozi di ogni genere, fornendo diversi servizi in una sola applicazione e la nuovissima Menoo, che offre la possibilità di avere una propria piattaforma personalizzata, implementabile con il proprio sito web, con servizi di web marketing e promozione online, servizi fotografici dei prodotti offerti, la creazione e gestione delle pagine social del ristorante, servizi di ufficio stampa e campagne di comunicazione personalizzate. https://ordini.menoo.it/  

Anche se molti italiani, si sono dedicati alla cucina cercando di ingannare il tempo reso improvvisamente disponibile dalle restrizioni dei vari decreti, per molti il cibo a domicilio ha rappresentato un diversivo, una sorta di surrogato della cena al ristorante.

Le graduali “aperture” della cosiddetta fase 2, previste dal decreto del governo e dalle diverse ordinanze di sindaci e presidenti di regione, fortunatamente daranno un po’ di ossigeno a tutte le aziende della ristorazione, comprese quelle del settore delivery.

Ristoranti ancora chiusi, ma con le cucine aperte per preparare e portare il cibo a domicilio, unica ristorazione possibile in questo periodo, seppure in sicurezza adottando i dispositivi di protezione individuale, come guanti e mascherine che tutti dovranno indossare fattorini e clienti, per la tutela della propria e dell’altrui incolumità.

La voglia di ripartire è tanta, e ha fatto sì che diverse aziende che non si sono mai date per vinte, si siano organizzate per offrire il meglio della loro produzione anche a domicilio, dalla pizza alle cassette di verdure, in attesa che si possa tornare presto alla normalità.

Vi diamo qualche indicazione.

Per gli irriducibili della pizza, segnaliamo Al Grottino di via Orvieto che, oltre alle pizze classiche ne offre d’autore come la pizza Tropea, con mozzarella fior di latte, pecorino sardo stagionato, crudo di Parma DOP, marmellata di cipolle di Tropea, la Nerone con pomodoro, melanzane fritte, olive di Gaeta, ricotta stagionata, basilico o la Campagnola con mozzarella fior di latte, provola affumicata, speck tirolese e salsa tartufata. https://www.algrottino.com/

Non si può non menzionare la famosa pizza al taglio di Pluto’s di piazza Ragusa, oggi recapitata a domicilio insieme ai loro fantastici e immancabili fritti. https://www.zomato.com/it/roma/plutos-pizza-re-di-roma-roma/menu

Per chi non riesce a rinunciare al girarrosto, in piazza Re di Roma, c’è Spiedo che farà arrivare a casa vostra un succoso pollo allevato a terra marinato 12 ore con sale e rosmarino, spicchi di patate d’Avezzano al forno, Gnudi di ricotta e spinaci gratinati, Poll-pette con maionese alle erbe e verza stufata con uvetta. Tutti i giorni dalle 18 alle 22 con consegne in tutta Roma. http://www.spiedoroma.it/ https://glovoapp.com/it/rom/store/spiedo-rom-/

L’Osteria Dar Bruttone di via Taranto, propone carbonara, amatriciana, filetti di baccalà, trippa, coda alla vaccinara, e tutto ciò che vi piace della cucina tipica romana, sarà a vostra disposizione con una semplice telefonata. https://www.osteriadarbruttone.com/

Avete voglia di un panino o fast food a domicilio? Oh Dog di via Tuscolana fa per voi!

Potrete scegliere di farvi recapitare direttamente a casa hot, dog, hamburger, panini al pollo fritto, pomme frites, onion rings e mozzarelline al tartufo. http://www.ohdog.it/

Se invece preferite piatti caldi, c’è Piccadilly a San Giovanni. Un menù già molto vario, dagli antipasti, come Ceviche di pescato del giorno con mango, menta, lime, peperoncino e zenzero o la Tartare di tonno rosso con avocado e maionese alla soia, al dolce, e che oggi si arricchisce di un nuovo primo piatto: tuffoli alla puttanesca con tonno fresco. https://www.piccadillyroma.com/

Osteria Faleria, ha sfidato la sorte: è stata inaugurata proprio durante il lock down e ha aperto i battenti, solo per il delivery al momento, con proposte di piatti di mare e di terra.

AcquaSale, a Santa Croce in Gerusalemme, hanno pensato a due menù fissi e uno alla carta, carne e pesce per tutti i gusti e tutti rigorosamente delivery. https://www.acquasaleroma.it/

Anche l’Osteria Mavi, sul lungotevere di Pietra Papa, non si è tirata indietro nel food delivery, e propone una cucina romana “un po’ in evoluzione” come amano definirla i tre ragazzi proprietari, come le polpette di baccalà con crema di patate acidule in salsa teryaki o il chicken coconut curry. http://www.osteriamavi.it/

Per chi preferisce cucinare a casa propria, potrà ordinare da Retrobottega, tra il Pantheon e piazza Navona, pasta fresca e cassette miste di verdure, biologiche e biodinamiche, provenienti da piccoli produttori nazionali, molti dei quali agricoltori del territorio laziale. https://www.retro-bottega.com/

La semplice cucina di casa, curata dalla chef Susanna Sipione, del ristorante La Dispensa dei Mellini arriva a casa vostra con piatti dolci e salati, come le tapas all’italiana della chef, trippa fritta, cacio e pepe, chutney di zucca, polpo alla galiziana, tigella di maialino da latte laccato alla teriyaki, cipolla di Tropea marinata. http://www.dispensadeimellini.it/

Volpetti, la rinomata salumeria e gastronomia di via Marmorata, consegna in tutta Italia le sue prelibatezze: salumeria in primis, ma anche formaggi, cioccolato, olii, caffe, spezie, eccellenze provenienti da tutte le regioni italiane e dal panorama culinario internazionale. https://www.volpetti.com/

Grezzo Raw Chocolate nel Rione Monti, la prima pasticceria crudista del mondo, dal 2014, per sviluppare ricette dolci nutrienti, sane e buone, consegna a domicilio, torte e gelati a Roma e Milano. https://grezzorawchocolate.com/

Molto di via Parioli con il suo menù MoltoItaliano, propone di portare a casa vostra antipasti come la caprese di pollo con pomodori, bufala di Paestum e pesto al basilico o insalata di calamari, patate schiacciate al limone, sedano e bottarga oppure pasta al ragù di gamberi rossi e il pollo nero di Borgogna con patate novelle al rosmarino e per finire una grande varietà di dolci. https://www.moltoitaliano.it/molto-delivery-e-take-away/

Le Specialità, ristorante pizzeria di Milano, zona Piazza delle Cinque Giornate, offre una grande varietà tra antipasti di mare e di terra, pesce crudo, pasta, gnocchi, risotti, tagliate, fritti, pesci arrosto, insalate, dolci… tutto consegnato a domicilio. https://www.ristorantelespecialita.it/

Podere Vecciano di via dei Serpenti, nel cuore di Roma, per gli appassionati del made in Tuscany, consegna in 48 ore in tutta Italia le eccellenze toscane. https://www.podereveccianotoscana.it/

Chi proprio non vuole rinunciare alla cucina giapponese vi consiglio Umami, in via Veio, dove potrete sfiziarsi ordinando da ramen, tempura e gyoza, https://www.sluurpy.it/roma/ristorante/252683/umami-trattoria-giapponese e Taki, nel cuore di Roma in via Marianna Dionigi, che propone sushi, sashimi, Temaki Oshisushi a volontà e con consegna velocissima per una cena nipponica nel salotto di casa.

Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche e per il pranzo del 1° maggio da Eufrosino Osteria, di via di Tor Pignattara, che spazia nelle tradizioni culinarie delle diverse regioni italiane, sarà possibile ordinare un menù completo con piatti che rispettano la stagionalità arricchiti da erbe spontanee che daranno al 1° maggio, i colori e gli odori della primavera che sta esplodendo a dispetto della pandemia e il sapore della certezza che andrà tutto bene. https://www.thefork.it/ristorante/eufrosino-osteria-r587817

Chiude Taverna Cestia, operativa dal 4 maggio con servizio delivery tramite Glovo e asporto. Dal menu: Fritti di carciofi e Calamaretti, poi Cannelloni, Lasagne, Risotti e la Regina Amatriciana, poi Polpette di vitella, Polipetti in umido con piselli, Cicoria, Scarola e Patate al forno, Tiramisù al bicchiere e crostata di ricotta e visciole. Poi la Pizza, rigorosamente romana e scrocchiarella.

Buon 1° maggio