Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 21 Aprile 2019

Foodopolis: la cucina pugliese incontra Roma

Al Festival del Cinema di Roma un villaggio del gusto che affiancherà orecchiette, burrata, pane di Altamura, bombette e capocollo e grandi chef capitolini. Sotto la guida di chef Paolo Parisi

Il Festival del Cinema di Roma, quest’anno, sarà accompagnato per tutta la sua durata (dal 13 al 23 ottobre) da Foodopolis, una sorta di temporary food corner dedicato ai piaceri del palato e all’intelligenza gastronomica particolarmente incentrato sulla tradizione culinaria pugliese, che incontrerà negli spazi allestiti all’Auditorium Parco della Musica la cucina romana in un percorso a doppia storia e medesime radici.

Alcuni capisaldi della Puglia come le orecchiette, la burrata di Andria, il pane di Altamura, le bombette e il capocollo di Martina Franca si affiancheranno dunque alla tradizione autoctona della Città Eterna grazie alla presenza di special guest di rilievo chiamati a creare un vero melting-pot di culture gastronomiche.

paolo-parisi-le-uova-e-le-galline

Il villaggio del gusto sarà affidato allo chef Paolo Parisi, l’ “allevatore eretico” come ama definirsi lui stesso e partner di fatto della società Noao che cura l’intera organizzazione dell’evento in collaborazione con Barba&Capelli.

Parisi porterà nella capitale i piatti più famosi del suo ristorante di Marina di San Vincenzo “Pesce Piccolo”, per esempio lo Stracotto di Timo o il delizioso Controfiletto di Vacca Vecchia oltre naturalmente al suo cavallo di battaglia, l’Uovo Assoluto, che lo ha reso famoso praticamente ovunque.

Piaceri per gli occhi dunque, con le pellicole in concorso e fuori concorso, ma anche per il palato grazie alle contaminazioni che per dieci giorni dallo slang della Roma gourmet ammiccheranno ai sapori in salsa di rape e acciughe.

foodopolis-banner