Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Mercoledì 24 Maggio 2017

Hadel Pask: a Napoli arriva il “panino sospeso”

hadel pask

Con la mancia lasciata ai camerieri si garantisce un sandwich a chi non può permetterselo: è l’iniziativa solidale di Hadel Pask, il nuovo locale di panini gourmet (in piazza Immacolata) che ha in menu piatti social (come i taglieri “#foodporn” e “foodgasm” e i panini “Facebook”, “Twitter” e “Instagram”), carni pregiate (il Kobe italiano e la Rubia Gallega, un bue egiziano) e pane di qualità (dello storico panificio Rescigno)

Panino sospeso e piatti social: sono due dei tratti distintivi (e innovativi) che caratterizzano Hadel Pask, il nuovo locale di panini gourmet in piazza Immacolata, a Napoli: un indirizzo a metà fra pub e modern food targato La Parmense, realtà gastronomica della famiglia Polito che all’ombra del Vesuvio ha già all’attivo cinque salumerie e una macelleria (tutte nel quartiere Vomero) e che è rinomata in tutta la città per la qualità dei suoi prodotti italiani e non, dalle carni fresche ai formaggi, dai salumi agli insaccati, senza tralasciare una nutrita selezione di ottime etichette di vini.

I panini

Hadel Pask ripropone l’alto livello di ingredienti e materie prime de La Parmense in formato panino, che come detto viene ad assumere anche la variante solidale di “panino sospeso”, con la mancia lasciata ai camerieri che viene utilizzata per offrire un sandwich a chi non può permetterselo, come nella migliore tradizione partenopea.

Altra peculiarità del locale è il menu dai tratti decisamente social. Taglieri dai nomi dei più famosi hashtag dedicati al cibo quali #foodporn, #foodgasm, #healthy, #tasty e panini che si ispirano ai vari social network: da Facebook (hamburger di Kobe italiano, mortadella di Bologna, granella di pistacchio, formaggio brie e zucchine grigliate) a Twitter (salsiccia di maialino nero casertano, provola di Sorrento e friarielli), da Instagram a Snapchat, fino a Tinder per chi è a caccia di emozioni forti, per così dire.

hadel2

Le carni

Da menzionare la grande attenzione per le carni, a cominciare dal bue egiziano Rubia Gallega, che prende il nome dal colore dell’animale e dal suo particolare grasso dorato, oltre che dalla regione spagnola in cui viene allevato. Una carne fra le più pregiate al mondo, dal sapore delicato e tenerissima, anche grazie al nutrimento del bue (che in vita mangia esclusivamente erba al pascolo e alghe trasportate dall’Oceano Atlantico).

E poi la Kobe italiana, la Chianina o la Marchigiana e una carta di salumi e insaccati da far perdere la testa: coppa e prosciutto crudo doppia corona di Parma, mortadella di Bologna, ventresca affumicata e speck del Tirolo.

hadel1

I formaggi

Dal Leerdammer originale alla caciotta toscana (semi stagionato con tartufo artigianale piccante), dal provolone al caciocavallo, entrambi del Monaco Dop di Sorrento.

hadel salum

Il pane

Quello dello storico panificio Rescigno, dalla consistenza morbida e compatta, sopra ricoperto di semi di sesamo, e leggermente tostato, per garantire un involucro perfetto.

hadel pac

In carta anche qualche sfiziosissima specialità come un curioso “pacchero” fritto – la pasta tipica napoletana – ripieno di friarielli e provola.

had loc

Hadel Pask è in piazza Immacolata 18/19. È aperto tutti i giorni dalle 19:30 all’1:30. Info e dettagli al sito, qui, e su Facebook, qui.