Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 27 Maggio 2022

Il Sabato del Vignaiolo: 1400 produttori indipendenti tra valori e filari in 18 eventi FIVI in tutta Italia

Il 14 maggio in tutta Italia sarà il “Sabato del Vignaiolo”, la giornata pensata dalla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) per mettere in contatto pubblico e appassionati con le realtà territoriali dei 1400 soci FIVI.

Abbiamo scambiato qualche parola con il Consigliere nazionale della FIVI Ludovico Maria Botti – dell’azienda vitinicola biologica Trebotti – che ospiterà 30 Vignaioli indipendenti di Lazio, Umbria e Abruzzo, cercando di capire l’importanza e l’unicità di questo Sindacato che ha come valori fondanti tutela, valorizzazione del territorio, viticoltura artigianale e di qualità.

1.400 vignaioli in Italia, 10.000 nel mondo. Nata già da 12 anni in Italia, la FIVI è l’unico Sindacato rappresentato direttamente dai Vignaioli nonchè quello più grande d’Europa.

Alla FIVI partecipano solo i Produttori di Vino che vendono direttamente il proprio prodotto, che non acquistano uve, ammenoché non ci siano perdite eccezionali dovute alle annate, e coloro che producono imbottigliando all’origine, cosa che piuttosto rara nel mondo del vino, e preservano il territorio.

Il sabato Vignaiolo è la prima attività a livello italiano, è un evento che vuole comunicare la nostra filosofia, il nostro impegno, perchè sono 18 eventi che si svolgeranno in contemporanea in tutta Italia.

Lo Spirito degli Eventi FIVI

Sabato 14 Maggio 2022, saranno 18 gli appuntamenti organizzati da nord a sud in varie località della Penisola dalle delegazioni locali: Nord Piemonte, Franciacorta, Trentino, Treviso, Colli Berici e Euganei, Friuli Venezia Giulia, Alessandria, Oltrepò Pavese, Modena – Reggio Emilia, Romagna, Piacenza, Chianti Classico – San Gimignano, Marche, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia Orientale e Puglia.

Tutti gli eventi saranno strutturati in modo diverso, a libera interpretazione delle delegazioni, con lo scopo di creare un’atmosfera di festa e convivialità. Il pubblico sarà accolto direttamente nelle aziende vitivinicole socie FIVI, con alcune eccezioni. Verranno proposti banchi d’assaggio, degustazioni guidate e abbinamenti gastronomici, nel modo più adatto a far conoscere la storia, i territori e i vini dei Vignaioli Indipendenti.

“Abbiamo pensato questo Sabato come una giornata di condivisione, un invito a venire a conoscerci dove lavoriamo ogni giorno, tra campagna e cantina, per incontrare il pubblico locale dei territori in cui viviamo – sottolinea Diletta Nember, vice presidente di FIVI – Per chi non ci conosce ancora, sarà un’occasione per comprendere meglio il nostro lavoro e i valori in cui crediamo; per chi invece ha già avuto modo di entrare nel mondo FIVI, una possibilità di rincontrarsi e approfondire ancora questa realtà. La nostra è un’associazione che ha come valori fondanti la tutela e la valorizzazione del territorio, attraverso una viticoltura artigianale e di qualità”.

All’interno di tutte le Cantine italiane coinvolte banchi d’assaggio, degustazioni guidate e abbinamenti gastronomici: il modo più buono per far conoscere la storia, i territori e i vini dei Vignaioli Indipendenti.

La Delegazione FIVI del Lazio

L’evento inizierà a Castiglione in Teverina, presso il MUVIS MUseo del VIno e delle Scienze gastronomiche (il più grande d’Europa nel suo genere), nel cuore della Tuscia.

Ore 9.00/12.00 Visite al MUVIS e convegno/tavola rotonda “LA LONGEVITA’ DEI VINI BIANCHI DEL LAZIO” vedrà più di 30 vignaioli ed esperti dibattere sui temi di terroir, vini vulcanici, coltivazione e vinificazione. Moderatore d’eccezione Gianluca Semprini, giornalista Rai ed esperto appassionato di vino, che accompagnerà i partecipanti verso l’imperdibile banco d’assaggio con i vignaioli e le loro migliori etichette selezionate con cura e passione di vecchie annate di vini bianchi (da 5 a 30 anni). 

Ore 12.30/18.00 – presso l’AZIENDA BIOLOGICA 3BOTTI – a due passi dal MUVIS – si svolgerà il MERCATO DEI VIGNAIOLI TRA LE VIGNE! – 30 Vignaioli, più di 150 vini tra i vigneti per conoscere vignaioli, per degustare i vini ed acquistarli direttamente dal produttore.

Ore 15,30 – 17.30 – LABORATORIO: “VITE IN VIGNA”, per conoscere da vicino la vita e le viti (varietà, portamento, potature ecc.): un modo per apprezzare le differenze tra le varietà che popolano le vigne italiane direttamente raccontate dai protagonisti, un’esperienza alla scoperta del lavoro del vignaiolo durante il germogliamento primaverile, uno dei momenti in assoluto più affascinanti dell’anno.

Ore 18,00 – 19.00 CONCERTO TRA LE VIGNE CON LA CARACCA TAMBURI ITINERANTI. Una banda di 20 musicisti farà vibrare i filari con le loro percussioni.

Durante la manifestazione tour guidati alla scoperta dell’azienda e della cantina Trebotti (vigneti, oliveto, orti, grotta etrusca, ecc.).

Lazio, Umbria, Abbruzzo e Molise “si riuniranno in 3Botti”, cosa vuol significare questa alleanza?

Vuol dire molto, questo è lo spirito diverso con cui affrontiamo questa giornata e portiamo avanti concretamente le nostre convinzioni.

Nelle mia Azienda ospiterò 30 Vignaioli, 22 del Lazio, 4 dell’Abruzzo e 4 dell’Umbria. Si potranno assaggiare più di 150 vini, si potrà parlare con i produttori e acquistare direttamente i vini. Questo è un altro impegno della FIVI, quello di accorciare la filiera per avere con il consumatore un rapporto diretto.

Quali sono, e quali sono stati, i passi e per favorire lo sviluppo di collaborazioni proficue tra Istituzioni e vignaioli?

Nel Lazio siamo cresciuti molto negli ultimi anni, io sono Delegato del Lazio, insieme a Luigi De Santis e Roberto Giacobbe, ma da pochi mesi sono anche Consigliere Nazionale.

La giornata di Sabato 14 Maggio inizierà all’interno del Museo del Vino di Castiglione, per far conoscere queste piccole realtà alle Istituzioni.

Siamo su diversi fronti, cercando di portare avanti un concetto di viticoltura giusto e corretto, sostenibile anche dal punto di vista sociale, ambientale ed economico.

Durante la Pandemia ci siamo fatti accreditare dall’Assessore regionale del Lazio al Tavolo Regionale per il Vino, siamo presenti in Commissione Europea, siamo presenti in Commissione Europea, al Ministero, in 11 regioni Italiane per preservare i veri produttori dall’industri a che acquista, trasforma e imbottiglia senza aver un legame con la tradizione e con il territorio.

Perchè è così importante “la giornata del Vignaiolo”?

Speriamo che questo sia il primo di tanti eventi. la FIVI è un sindacato diverso, abbiamo 4 persone in tutto che si occupano della segreteria. Il resto, è tutto in modalità indipendente: ci promuoviamo e rappresentiamo direttamente su tutti i tavoli di trattativa.

Questo è anche il primo evento a livello nazionale che si fa direttamente in Vigna, importante anche per dimostrare che i Vignaioli FIVI hanno le proprie Aziende, ma sarà anche un momento culturale che prevede un laboratorio in vigna, durante il quale accompagneremo gli interessati a conoscere le operazioni di questa stagione che ci coinvolgono – come il germogliamento della vite – e ci sarà anche un momento di festa e musica con una banca che si chiama “la caracca”, 20 percussionisti che verranno ad allietarci il finale della giornata tra i filari.

L’invito è quindi quello di scoprire quali sono gli eventi del Sabato del Vignaiolo più vicini a casa propria e di andare a conoscere personalmente le aziende FIVI, i produttori e i loro vini: una viticoltura autentica, che va dalla coltivazione dalla vigna all’imbottigliamento e alla vendita del vino, che nel calice esprime tutto l’amore per la terra. Per tutti gli appuntamenti in tutta ITALIA cliccare QUI. Per conoscere i Dettagli della Giornata del Vignaiolo presso l'Azienda Biologica 3Botti, Clicca QUI.