Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 11 Dicembre 2019

La Cucina che se ne va nel Mondo a fare Cultura con lo chef Stefano Marzetti

Stefano Marzetti, Executive Chef del ristorante Mirabelle dell’Hotel Splendid Royal di Roma, prende il volo e sbarca in Iran in occasione di una tra le più autorevoli manifestazioni internazionali volte a valorizzare e diffondere la Cucina Italiana nel Mondo.

“Educazione Alimentare: Cultura del Gusto” è questo il tema della quarta Settimana della Cucina Italiana nel Mondo che si terrà dal 18 al 24 novembre 2019. L’iniziativa, che è dedicata a promuovere all’estero la cucina italiana di qualità e i nostri prodotti agroalimentari, si sta sempre più affermando come un appuntamento di grande rilevanza attraverso una fitta rete diplomatico-consolare e gli Istituti Italiani di Cultura impegnati a proporre un gran numero di eventi in tutto il mondo: seminari e conferenze, incontri con gli chef e corsi di cucina, degustazioni e cene, che accompagnano le attività di promozione commerciale.

La cucina italiana verrà raccontata anche attraverso la sua proiezione nell’arte, con film, concerti e mostre fotografiche. E non mancheranno momenti di approfondimento su temi di grande attualità, quali il rapporto fra il cibo e la sostenibilità ambientale, la cultura del cibo sano, la sicurezza alimentare, il diritto al cibo, l’educazione alimentare, le identità dei territori e la biodiversità, nel solco dell’eredità di Expo Milano 2015.

Gli assi portanti.

  •          La Dieta Mediterranea quale stile di vita sano e modello di alimentazione equilibrato alla portata di tutti.
  •          I prodotti a denominazione protetta e controllata, e il contrasto al fenomeno dell’Italian sounding.
  •          I vini italiani e i loro territori: l’inserimento delle “Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene” nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.
  •          Gli itinerari enogastronomici e turistici regionali, e la riscoperta dei borghi italiani e dei loro prodotti culinari tipici.
  •          L’internazionalizzazione dell’offerta formativa italiana nel settore della cucina e dell’ospitalità.
  •          Attività culturali legate alle celebrazioni per il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, ideatore di svariate invenzioni innovative per la cucina.

Chi, dove e quando.

Dal 17 al 22 novembre anche a Teheran andrà in scena un evento unico organizzato dall’Ambasciata Italiana e finalizzato alla promozione del patrimonio gastronomico del nostro paese.
Protagonisti assoluti, nonchè privilegiati ambasciatori della cucina italiana nel mondo, insieme a Stefano Marzetti, ci saranno molti volti noti della ristorazione italiana come Giuseppe Peluso della Federazione Italiana della Pizza, Giuseppe Di Iorio, Executive Chef del ristorante stellato Aroma insieme a Daniele De Santi, giovane e talentuoso Pastry Chef.


A Teheran, oltre alla masterclass in programma martedì 19 novembre alle ore 16:00 negli spazi dell’Illio Cafè, Stefano Marzetti, il 21 novembre, prenderà parte alla cena a 4 mani insieme a Di Iorio per regalare agli ospiti una grande serata di sapori Made in Italy.

Dall’Iran alla Turchia.

Dal 22 novembre, infatti, Chef Marzetti volerà in una tra le più note cittadine balneari turche, nota per le sue acque cristalline e per le infinite bellezze naturali, per prendere parte a “Gastro Antalya 2019“, il festival dedicato alla presentazione e alla valorizzazione della cucina turca, e che include panoramiche dalle sue origini ottomane alle sue influenze più moderne, fino alle tecnologie e alle nuove frontiere del gusto.

Gastro Antalya, organizzata da Méditéa International e Méditéa Turchia, giunta alla sua terza edizione, sarà una tre giorni unica tra esibizioni gastronomiche, cene, workshop, laboratori e degustazioni in compagnia di oltre 60 rinomati chef, anche stellati, provenienti da diversi paesi del mondo.

Presenti all’evento, oltre a Stefano Marzetti, saranno infatti Rachid Maftouh, chef e allenatore del team di Bocuse d’Or Marocco, Dina Nikolaou, Patron del ristorante Evi Evane a Parigi e stella della cucina greca, Christophe Chiavola, Executive Chef del ristorante del Hotel Le Hameau des Baux e del ristorante stellato Cicada.

Ogni Chef avrà la possibilità di presentare una o più ricette, tradizionali o innovative, inerenti al tema scelto per questa edizione di Gastro Antalya 2019: gli agrumi.

Méditéa è una comunità d’interesse finalizzata a promuovere e trasmettere il patrimonio culinario e riunisce influencer, chef, esperti di ristorazione e nutrizione ma anche opinion leader.

LA SETTIMANA DI CUCINA ITALIANA NEL MODO – IL PROGETTO

Il progetto, ideato e coordinato dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese della Farnesina, è stato sviluppato all’interno di un gruppo di lavoro che coinvolge il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, nonché tutti i principali Enti, Associazioni ed Istituzioni che rappresentano la cucina italiana e l’Italia nel mondo: Regioni, Agenzia ICE, Agenzia ENIT, università, sistema camerale, associazioni di categoria, scuole di cucina, reti dei ristoranti italiani certificati e operatori del settore enogastronomico.

Le oltre 1000 attività programmate dalle quasi 300 sedi diplomatico-consolari e degli Istituti Italiani di Cultura consentono all’iniziativa di coprire in maniera diffusa tutte le regioni geografiche, in sinergia con l’azione di tutela della tradizione culinaria italiana e di promozione di uno stile di vita sano attraverso la Dieta mediterranea.

L’iniziativa si inserisce nel piano “Vivere ALL’Italiana”, lanciato dal MAECI per coinvolgere attivamente attori pubblici e privati in un’azione di promozione integrata del nostro Paese.