Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Mercoledì 29 Marzo 2017

L’Osteria di Birra del Borgo in arrivo a Roma

L'Osteria di Birra del Borgo

Il 22 marzo l’inaugurazione ufficiale della nuova avventura del Birrificio, nei locali che furono di Cristina Bowerman, nel quartiere Prati. Sarà uno spazio poliedrico che punterà tutto sulla sperimentazione: dal connubio birra-cucina, impreziosito fra gli altri dalla presenza di Bonci, con la sua pizza ed il suo pane lievitato naturalmente, alla miscelazione ardita del cocktail bar, la cui drink list sarà siglata dal Jerry Thomas. E poi area lounge, caffè di Castroni e un angolo d’arte a cura della galleria Varsi

Lo si sapeva. Ora lo si sa ufficialmente, ma lo si saprà ancora meglio mercoledì 22 marzo, giorno di inaugurazione de L’Osteria di Birra del Borgo, il progetto chiamato a dare nuova vita al fu Romeo Chef & Baker di Cristina Bowerman, negli spazi di via Silla 26 A, nel cuore del quartiere Prati.

Un format che sottolinea per l’ennesima volta la voglia di mettersi in gioco del fondatore di Birra del Borgo, Leonardo Di Vincenzo, e della sua squadra. L’Osteria di Birra del Borgo non sarà infatti solo un semplice locale, ma un luogo di incontro e di scoperta: un laboratorio e un birrificio, con la birra a fare da collante tra forme e suggestioni diverse, cibo e cocktail, arte e convivialità.

L’Osteria di Birra del Borgo non è un nome scelto per caso. Il concept ruota attorno al binomio birra-cucina, già ampiamente indagato e promosso dal birrificio di Borgorose anche con iniziative come quella recente di Chef Bizzarri, di cui vi abbiamo parlato qui, che accostava alle creazioni di alcuni maestri dei fornelli una linea speciale di birre pensata ad hoc per gli abbinamenti col food.

Abbinamenti (e sperimentazioni, e accostamenti insoliti, e giochi di gusto) che saranno protagonisti ancor di più nei 300 metri quadrati di un locale all’avanguardia anche dal punto di vista dell’allestimento, grazie tra le altre cose alla bella collaborazione con la galleria di arte contemporanea romana Varsi, che periodicamente curerà l’esposizione di una selezione di opere in uno spazio apposito.

Quanto alle sale vere e proprie, nell’area ristorante vi sarà la metà dei coperti dell’Osteria, 50 per l’esattezza, gli altri saranno suddivisi invece tra zona zona lounge (su cuscini e morbidi divani), cocktail bar, con sedute più informali e sgabelli ai banconi, e un angolo più raccolto di 14 posti riservato ad eventi speciali.

Punto di raccordo di tutte queste atmosfere, di tutti questi mood dell’Osteria di Birra del Borgo, sarà il grande “Bancone”, posto al centro della scena e riprodotto in modo assolutamente speculare a quello della taproom, ultimo fiore all’occhiello del birrificio di Spedino, di cui vi abbiamo parlato qui.

L'Osteria di Birra del Borgo

La proposta gastronomica

La centralità del connubio birra/cibo, si diceva. Proprio per questo non sarà solo la birra ad essere prodotta e consumata nell’Osteria – grazie a un piccolo impianto, di capacità 350 litri per cotta, per un totale di 24 spine (di cui 4 linee a pompa) siglate Birra del Borgo – ma anche l’offerta gastronomica: materie prime eccellenti, lavorate sul posto in piccoli spazi-laboratorio e servite ai clienti sul momento. Una proposta che vedrà puntare i riflettori sulla pizza di Gabriele Bonci, la stessa di Pizzarium, da gustare per la prima volta seduti a tavola, sul pane fatto con il lievito naturale nel Panificio Bonci, sulla mozzarella di Campo Felice, su una ricca selezione di formaggi del territorio, e sulla pasta fresca preparata da Taberna, il locale di Palestrina che rivisita la cucina laziale e da anni partecipa con entusiasmo ai progetti di Birra del Borgo.

Sul fronte birrario, poi, non mancherà nemmeno una piccola selezione di birrifici ospiti, oltre a botti di legno e anfore in terracotta per fermentazioni e affinamenti sperimentali.

L'Osteria di Birra del Borgo

Gabriele Bonci

Il Cocktail Bar

Sperimentare, provare, testare (con la birra) saranno le parole d’ordine anche al cocktail bar dell’Osteria, con il progetto mixology affidato ai migliori bartender della capitale, quelli usciti dall’accademia del noto locale Jerry Thomas, che siglerà tra l’altro la drink list.

Pure gli amanti del caffè avranno il meglio grazie alla presenza di un marchio storico e d’élite a Roma: quello di Castroni.

 

Mercoledì 22 marzo l’inaugurazione ufficiale. L’Osteria di Birra del Borgo sarà sempre aperta, 7 giorni su 7, dalle 12 alle 2. Info e dettagli: www.birradelborgo.it