Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 22 Settembre 2019

Nasce il cocktail bar di Checchino dal 1887

Checchino cocktail bar

Lo storico ristorante di Testaccio celebra i suoi 130 anni di attività guardando al futuro con CH 18 87, che abbinerà ai profumi e ai sapori della tradizione romanesca una miscelazione di stampo internazionale. Alla sua guida ci sarà il brand ambassador di Botran Simone Mina. Lunghissima la carta dei drink, molte le varianti sul tema dell’aperitivo (all’italiana e alla romana). E poi la “light dinner” e tre grandi sedute sociali. Inaugurazione il 3 febbraio

130 anni e non dimostrarli. E’ l’età dello storico ristorante di cucina romana Checchino dal 1887, che celebra il prestigioso traguardo all’insegna dell’evoluzione e della modernità inaugurando venerdì 3 febbraio il cocktail bar CH 18 87, all’interno dei suoi locali in via di Monte Testaccio, 30.

La scommessa della famiglia proprietaria (da ben sei generazioni alla guida di Checchino) è rivolta al futuro e in un certo senso dà una svolta internazionale al ristorante. Con CH 18 87 l’obiettivo è infatti quello di affiancare ai profumi e ai sapori della tradizione romanesca una miscelazione di stampo internazionale: una mission audace che verrà portata avanti dal bar manager Simone Mina (vincitore nel 2015 della tappa italiana del Botran Rookie’s Cup). Il suo lavoro, oltre che sull’abbinamento cibo-cocktail, sarà incentrato sull’utilizzo del Rum come distillato d’elezione (Mina è infatti anche brand ambassador del rum guatemalese Botran).

Checchino cocktail bar

Simone Mina

Lunghissima la carta dei drink, proposti in chiave classica e più creativa. E molte anche le varianti sul tema dell’aperitivo all’italiana, naturalmente in chiave squisitamente romanesca.

Ci sarà inoltre la possibilità di sperimentare una “light dinner” con delle proposte di abbinamenti cibo drink che pescano direttamente dalla tradizione romana della quale il ristorante è saldo baluardo nella capitale.

Altra caratteristica simbolo della volontà di stare al passo coi tempi dei proprietari di Checchino dal 1887 è la presenza negli spazi del bar di tre grandi “sedute sociali”, grande must dei giorni d’oggi, allo scopo di stimolare l’incontro e il confronto dei clienti. Un autentica forma di speakeasy: «Una volta i bar erano dei luoghi magici dove la gente si incontrava per celebrare insieme le proprie serate, oggi questo aspetto si è un po’ perso e troppo spesso le persone sono più chine sui propri smartphone che impegnate in una piacevole conversazione con qualcuno che non conoscevano fino a 5 minuti prima».

Il locale bar sarà aperto dal giovedì al sabato all’interno della sala al primo piano del ristorante e resterà aperto fino al mese di maggio (compreso). Sarà possibile accedere al bar direttamente dall’ingresso del ristorante, e potrà anche essere prenotato per eventi privati.