Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 22 Maggio 2019

Natale a Roma? Gourmet, con vista o in musica. Ecco le migliori proposte in città

Il Natale è alle porte e a Roma la magia delle feste è nell’aria. Se siete alle prese con i regali e non avete tempo di organizzare una cena e un pranzo con i fiocchi, la città regala alternative davvero incredibili. Tra pranzi gourmet, cene lussuose e piatti della tradizione, le proposte sono tantissime e destreggiarsi tra i tanti menu potrebbe essere complicato. Noi siamo qui per aiutarvi e dunque ecco qualche valido indirizzo, per tutti i gusti e per tutte le tasche, per trascorrere le feste natalizie nella Capitale.

Luxury Christmas Market al Rome Cavalieri Waldorf Astoria

Non solo alta cucina al Rome Cavalieri Waldorf Astoria. Accanto alla straordinaria offerta gastronomica dello chef Heinz Beck del ristorante La Pergola e dello chef Fabio Boschero de L’Uliveto, e insieme alle fantastiche proposte dolci del pastry chef Dario Nuti, in una delle sale al piano terrà sarà allestito un vero e proprio mercatino di Natale di lusso. Dall’8 al 27 dicembre sarà infatti possibile scegliere i migliori regali per amici e parenti tra cioccolato di lusso, caffè e dolci ma anche olio extravergine di oliva frutto  della raccolta delle olive nel parco privato mediterraneo del Rome Cavalieri. Non mancherà l’arte con l’esposizione delle opere esclusive dell’artista romano Dicò.

Ulteriori informazioni e programma completo sul sito.

Gourmet da 1978

Per chi non vuole rinunciare ad una cena gourmet neanche il giorno della Vigilia di Natale, il ristorante dalla porta rossa 1978 (ve ne avevamo parlato qui) propone un menu esclusivo. Si parte con Cuore di palma, purè di avocado e yuzzu, caviale seguito da Anguilla marinata alla barbabietola e cipolla di Tropea, laccatura al balsamico, fave e bruscolini. Tortellacci di arrosto di almone, brodo di cappone e tartufo bianco come primo piatto e Baccalà e polenta per secondo. Gourmet è anche il dessert Si è rotto l’albero con cioccolato e rhum, crema di marroni, meringa e gelato al mandarino.

Prezzo: 90 euro a persona. Prenotazioni al sito.

Natale della Tradizione da Saulo

saulo roma

Se la cena della Vigilia è a base di pesce, Natale è all’insegna della carne e dei tortellini. Lo chef di Saulo, recente apertura del quartiere Ostiense, lo sanno e per l’occasione hanno ideato un pranzo all’insegna della tradizione con Coratella e Cartoccio di fritti, Tortelli in brodo di cappone, Lasagna con carciofi, seppia e pecorino Baccalà con crema di ceci e rosmarino e Stinco di agnello con tortino di verza e patate. Per dessert raviolo fritto di mele e cannella con castagne e zabaione e dolci natalizi della pasticceria Barberini.

Prezzo: 58 euro a persona, vini inclusi. Ulteriori informazioni sul sito.

A lume di candela all’Empire Palace Hotel

È all’insegna dell’eleganza e del romanticismo il Natale all’Empire Palace Hotel. Per la cena del 24, lo chef dell’Aureliano Restaurant ha ideato un menu esclusivo per iniziare le feste nel modo giusto. Si inizia dal salmone marinato agli agrumi con zenzero agrodolce e pepe rosa per poi proseguire con gli gnocchetti di patate viola con calamari, frutti di mare e pomodorini infornati. Filetto di pesce spada con salsa di funghi porcini per secondo e ananas fresco marinato con gelato alla crema in cialda per dessert seguito da caffè e sfiziosità natalizie oltre alla selezione di vini dalla cantina.

Info e prenotazioni sul sito

Natale Stellato con chef Apreda

Le stelle brillano a Natale, non solo sull’albero ma anche sulla tavola di Imàgo. Lo chef Francesco Apreda ha infatti ideato due menu esclusivi. Il menu della Santa Notte inizierà con un antipasto di gamberi, carote e agrumi seguito da un brodetto di molluschi ed erba cedrina. Due i primi: risotto allo spumante con anguilla e mela verde e ravioli di arzilla con broccoli e tartufo. Il merluzzo sarà il piatto principale servito con pecorino ed erbe aromatiche. Per dessert diplomatico con bacche rosse, alchermes e zabaione (270 euro a persona, bevande escluse).

Il pranzo di Natale inizierà invece con il baccalà con patate affumicate e puntarelle e con l’insalata di vitello e gamberi, sedano e mandorle. Non mancherà il brodo di cappone con i tradizionali cappelletti con aggiunta di tartufo nero seguito dai cannelloni con faraona e topinambur. Il Secreto di maialino, scorzonera e mandarino completerà il pranzo insieme a due incredibili dessert: pudding alle castagne e datteri con salsa al vino rosso e noci e coccole finali al gusto di Natale (165 a persona).

Con vista al Giuda Ballerino

Vigilia e Natale con vista sui tetti di Roma al Giuda Ballerino del Sina Bernini Bristol. Per la cena del 24, l’executive chef Andrea Fusco proporrà un menu ricercato ed esclusivo: Gabero rosso, la sua chips con gel di frutto della passione e porcino arrosto, Scapo agli agrumi, riso soffiato,“furikakee” e macedonia di verdure, Risotto alla rapa rossa, capesante cruda e rucola croccante, spaghetto tiepido allo scoglio, San Pietro con zucca, gel di caffè e marmellata di pomodorini (150 euro a persona, bevande escluse). Menu all’insegna della tradizionale invece per il pranzo di Natale: Crudi di vitello marinato, zucca e mirtilli, Pancetta di maialino brasata con mandorle e cicoria selvatica, Tortelli di coda, porcini trifolati, gel di centrifugato di sedano e grue di cacao, Fettuccine con rigaglie di pollo, foie gras e tartufo nero, Animella di agnello con scampo crudo e cotto e ovuli (99 euro a persona). Torrone e le sue varianti come goloso dessert.

Natale in Barrique con Oliver Glowig

barrique

Un pranzo di Natale alternativo quello proposto da Oliver Glowig. I toni dell’oro e del nero, gli elementi naturali come pietra, terra e sabbia, le botti in legno e le opere d’arte alle pareti rendono Barrique di Poggio Le Volpi la location ideale per le feste. Il menu (60 euro bevande incluse) prevede il baccalà in pastella con oinsalata di puntarelle, minestra di pasta mista con broccoli e arzilla, costolette d’abbacchio fritte con carciofi alla romana e, dulcis in fundo, semifreddo al panettone.

In Osteria dai Fratelli Mori

Per chi sta cercando una proposta di Natale informale e, soprattutto, in famiglia, l’Osteria dei Fratelli Mori è sicuramente l’indirizzo giusto. Tavoli in legno, atmosfera famigliare e poesie alle pareti fanno da contorno ad un menu speciale (à la carte) buono e genuino come fosse fatto in casa. Tra gli antipasti Casatiello, prosciutto e crostino di coratella (10 euro), fritto misto vegetale (10 euro) e crostino con stracciatella di burrata e alice affumicata del Mar Cantabrico (10 euro). Quattro i primi proposti: tortellini in brodo (12 euro), tonnarelli al tartufo nero uncinato (18 euro), gnocchi al ragù bianco di agnello e menta (12 euro), fettuccine carciofi, guanciale e pecorino (qui trovate la ricetta). Imperdibili anche i secondi con l’abbacchio al forno con le patate (19 euro), guancia di maialino iberico cotto a bassa temperatura con vino rosso e scalogno (16), le mitiche polpette di bollito con maionese al rafano (15 euro) e il filetto di scottona con funghi porcini (22 euro).

Menzione a parte meritano i dolci, tutti fatti in casa dalla dolce signora Giuliana. C’è la mousse di ricotta, uno dei cavalli di battaglia dell’Osteria insieme alle crostate, con arancio candito e pistacchi, la millefoglie con crema chantilly e cioccolato gianduia, mousse di yogurt con confettura ai frutti di bosco e crumble.

Magico da Livello1

Grande festa per adulti e bambini da Livello1, noto ristorante nel quartiere Eur. La sera della Vigilia sarà infatti accompagnata da canti di Natale dal vivo e dalla presenza di un ospite speciale: Babbo Natale. Per i più piccoli sarà riservato un menu speciale con spaghetti alle vongole, cotoletta di pesce e patatine fritte (20 euro). Gli adulti invece potranno scegliere le portate direttamente dalla carta oppure optare per un menu degustazione di 6 portate. L’aperitivo è incluso (95 euro a persona, bevande escluse).

Tutto nuovo da Lo Zio d’America

A poche settimana dalla riapertura dopo i lavori di ristrutturazione, lo Zio d’America è pronto per affrontare le feste e parte dal pranzo di Natale. Il menu è à la carte e propone piatti della tradizione come selezione di affumicati di mare e insalata russa (10 euro), tortellini di carne in brodo di cappone (11 euro), tagliatelle al tartufo nero (22 euro), agnello al forno con le patate (14), spigola in crosta croccante al pistacchio (18) euro. Tra i dolci panettone, torrone, tiramisù, babà ai frutti rossi e millefoglie.

Relax all’Aleph Rome Hotel

Nel cuore di Roma all’Aleph Hotel, il Natale è all’insegna del relax e del benessere. Per tutto il mese di dicembre infatti la SPA proporrà il massaggio Serenity con pietre calde, maschere per il viso e tisane. In cucina invece, chef Oriana Tirabassi proporrà un vero e proprio viaggio gastronomico tra tradizione e innovazione. Si inizia il 24 con la sera della Vigilia e un menu della tradizione di 5 portate (120 euro a persona). Il giorno di Natale invece sarà incentrato sul brunch (75 euro adulti e 35 euro bambini) dedicato alle famiglie con animazione per i più piccoli e musica live e con una deliziosa cena gourmet.

In musica da Passetto

Ad un anno dalla riapertura, Passetto è pronto ad accogliere i suoi clienti con un menu di Natale davvero straordinario. Per il pranzo del 25 infatti, gli chef proporranno una carrellata di piatti della tradizione. Si inizierà con un antipasto a base di fritti misti alla romana come baccalà, carciofi, cervelletti, cavolfiori e fiori di zucca. Si proseguirà con i ravioli di Borraggine e ricotta conditi con burro e salvia. Immancabile l’abbacchio cotto al forno con le patate accompagnato da puntarelle e misticanza ripassata. Non è Natale senza dolci della tradizione. E dunque ecco i torroni al cioccolato nero e bianco, pandoro, panettone e frutta secca, cioccolato e mandarini, crema inglese e cioccolato caldo. Prezzo: 50 euro a persona, vini esclusi. 25 euro il menu bimbi.

Natale da assaporare con Pipero Roma

Sarà all’insegna delle luci, dei colori e della passione il Natale da Pipero Roma. Chef Scamardella proporrà infatti un menu tutto da assaporare: Verza e “sopa de limon”, Baccalà con rape e salicornia, Uovo con torzelle e tartufo, Tondo al taleggio, caviale e brodo di canocchie, Risotto all’acqua di cicoria, uovo di salmone e latte acido, Sca-pesce di Triglia. Non mancheranno i dessert e i dolci delle feste. Costo: 200 euro a persona, vini esclusi.