Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 20 Ottobre 2020

Nuove aperture di settembre a Milano (e anche una dark kitchen)

Nuove aperture per questo primo mese di “inizio anno” post pandemia. La ripresa è lenta ma tanti credono nel futuro di Milano

Le nuove aperture di un settembre decisamente sui generis per la media, un periodo che porta con sé molte meno novità delle solite in una città frizzante come Milano. Timidi segnali che però attestano una ripresa e una voglia di ripartire, per dimenticarci questo 2020 e costruire il 2021.

Orecchiette à porter 

Il paradiso dell’orecchietta. In ogni sua declinazione. Tutto il meglio della cucina pugliese condensato in diverse proposte di sugo da gustare con l’imperdibile pasta fatta a mano della tradizione. E per il dessert preparatevi allo slalom tra pucce e pasticciotti.

Orecchiette à porter, Largo La Foppa 2, Milano. orecchiette.eu

Pica

Dal 4 al 28 settembre, a cavallo della Milano Fashion Week, nel pop-up di 5WAY in Via Fiorichiari 24, dove saranno esposti 37 giovani designer indipendenti provenienti da tutto il mondo, troverete Pica. Il nuovo concept nasce dal maître pâtissier Massimo Pica e lo spirito imprenditoriale e
cosmopolita di Grace Hypolite, che insieme al marito Ciro Papandrea, già imprenditore nel mondo del caffè, hanno puntato all’alta pasticceria. Un temporary goloso che si aggiunge alla nuova apertura in collaborazione con Viaggiator Goloso a Calco (Lecco).

5WAY dal 4 al 28 settembre 2020 Via Fiorichiari 24, Milano 5way.it

Nosh

La boutique del gelato è aperta: Nosh come il loro gusto di punta, davvero imperdibile. Gusto lavanda, viola come tutto il design del locale. Una comunione d’intenti tra Antonella Vienna (ideatrice e founder di Nosh) e Fabio Finizza (mastro gelataio). 100% naturale, 100% artigianale,
prodotto fresco ogni giorno, senza coloranti, né additivi o conservanti. Latte rigorosamente local, che giunge ogni giorno a Milano, entro 24 ore
dalla mungitura, da un allevamento sostenibile della Valtellina.

Nosh, via Boccaccio 14, Milano. noshgelato.com

Gelsomina

Colorato, curato, esteticamente wow: il format di Ilaria Puddu e Stefano Saturnino piace ai milanesi e fa il bis, annoverandolo tra le nostre nuove aperture. Nella zona residenziale di Piazza Santa Maria del Suffragio è stato accolto con felicità. E come rimproverare una smisurata ossessione per i loro maritozzi? Per il brunch consigliamo il vitello tonnato, i sandwich creativi e la  quiche con erbette, crescenza e uovo pochè.

Gelsomina Via Fiamma 2 – Piazza Santa Maria del Suffragio pasticceriagelsomina.it

Ichi Station

Dopo viale Col di Lana, via Fara e via Ravizza, il sushi take away dello chef Haruo Ichikawa, proprio il primo a prendere una stella Michelin in un ristorante giapponese, apre ora anche in zona Cinque Giornate. Il format piace molto ai milanesi. Da Ichi Station fanno impazzire gli uramaki, i poke, le tartare, ma anche i ceviche e i mochi.

Ichi Station, corso di Porta Vittoria 46, Milano. ichistation.it

Inscì

Nasce dalle ceneri del defunto Tre Cristi il nuovissimo Inscì, che in dialetto milanese significa “così”. Due giovanissimi che hanno scommesso in questa Milano sotto tono: sono Lorenzo Bissolotti, oste, e Stefano Aironi, chef. Una cucina verace e al tempo stesso che punta al gourmet con una proposta di aperitivo con cicchetti (alla veneziana), alla pasta all’uovo al centro della tavola.  

Inscì- Via Galileo Galilei 5 Milano – Facebook

Wagamama

Tra le nuove aperture più attese, il format consolidato di wagamama arriva nell’area food al primo piano di CityLife Shopping District, il più grande distretto commerciale urbano d’Italia: uno spazio di 635 mq, di cui circa 40 mq di cucina col ciclo delle preparazioni a vista dall’ampia finestra sulla sala. La cucina pan asiatica che vede la commistione di due potenti della ristorazione C&P (Chef Express e Percassi), avrà ben 223 coperti a regime, di cui 159 interni e 64 esterni.

Milano Citylife Shopping District- primo piano della food court- Piazza Tre Torri – wagamama.it

Camparino in Galleria

Non propriamente una nuova apertura per un format che è consolidato da quando l’aperitivo milanese stava nascendo. Ma post pandemia viene completamente rinnovato con la firma dello chef Davide Oldani: abbinamenti inediti con sapori tradizionali e innovativi che vedono la comunione tra piatti e cocktail. Dal Pan’Cot, piatto icona, tradizionale “pane arrostito” in chiave moderna al Riso al Campari con polvere di panettone.

Camparino in Galleria- Piazza Duomo 21 Milano – camparino.com

Sushi 2MI

Un sushi orientale preparato in una nuova dark kitchen, ovvero una cucina che si occupa esclusivamente di consegna di piatti pronti a casa. Sushi 2MI è la risposta a un modello di business che non si sarebbe neanche potuto immaginare pre lockdown. Questa start-up punta sugli abbinamenti tra sapori italiani ed orientali nel menù.

Sushi 2MI- Via Giuseppe Piazzi, 4- Milano Facebook