Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 19 Settembre 2019

Opificio del Gusto: la nuova pizzeria gourmet della provincia romana

opificio del gusto

Pinsa romana a lunga lievitazione preparata con ingredienti e farine di agricoltura biologica. E poi hamburger, salumi, formaggi e fritti in un nuovo indirizzo gourmet alle porte di Roma

Ha aperto pochissime settimane fa a Colleferro, piccola cittadina in espansione a due passi da Valmontone, Opificio del Gusto. Ricavato da un vecchio locale dismesso, il ristorante è caldo e accogliente, arredato con mobili vintage sui toni del verde salvia e del ruggine. Decine di lampadine illuminano la sala, le pareti con mattoni a vista e le travi in legno sul soffitto.

opificio del gusto

Opificio, che deriva dal latino opificium, significa laboratorio. Ed è proprio questo che vuole essere il nuovo locale in Largo Santa Caterina: un laboratorio del gusto. L’obiettivo, nato dall’idea di un gruppo di imprenditori, era di portare in periferia la pizza di alto livello. A curare il menu, è dunque arrivato un giovane pizza chef, Luca Belliscioni, già conosciuto nella capitale per le sue creazioni nella cucina di Grecco Enjoy e candidato come Miglior Pizza Chef Under 30 al Premio MangiaeBevi 2017.

Autodidatta e appassionato di farine e lievitazioni, per Belliscioni “la pizza deve essere una cosa semplice, fatta di cinque ingredienti ma di ottima qualità”. Gli ingredienti utilizzati sono tutti di agricoltura biologica e controllata. Le pizze in menu cambiano ogni tre mesi, seguendo le stagioni e rispettando la disponibilità delle materie prime sul mercato.

La proposta food

opificio del gusto

Tre i tipi di farine bio utilizzate per l’impasto: grano tenero 0, semintegrale e farro che dona croccantezza e nutrimentoNon aspettatevi però la classica tonda. La pizza di Opificio del Gusto si avvicina più alla tipica pinsa romana, viene fatta lievitare 72 ore per poi esser servita su mini pallet di legno già tagliata in sei spicchi, farciti singolarmente.

“Non è una questione di moda – ci tiene a sottolineare Belliscioni – ogni fetta viene farcita con la giusta quantità di ingredienti per poter sprigionare tutti i sapori ad ogni morso”.

Ed ecco alcune delle pizze, o pinse, che potrete trovare in questi giorni. Pancetta croccante su base bianca con provola affumicata e arancia oppure amatriciana rivisitata con pomodoro leggermente piccante, fette di guanciale croccante, lamelle di pecorino romano dop e basilico. O ancora la capricciosa con prosciutto, fungo champignon arrostito, oliva taggiasca, mousse di topinambur (al posto dei carciofini quando non è stagione) e tuorlo d’uovo marinato nel sale e grattuggiato a fine cottura. E poi una pizza bianca con base di rosmarino e patate lesse con mozzarella e farcita a crudo con carpaccio di seppia cotta nel suo nero, mozzarella di bufala laziale e battuto di prezzemolo.

In menu anche antipasti di salumi, affettati e formaggi, hamburger e patatine fritte.

Opificio del Gusto, Largo Santa Caterina 9, Colleferro. Pagina Facebook.