Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 24 Agosto 2019

Pasqua 2019 a Roma: i migliori menu per passare le feste in grande

pasqua 2019

La Pasqua si avvicina e, anche se la primavera si sta facendo attendere, la voglia di festeggiare non manca. Se il Natale è tradizionalmente una festa da passare in famiglia e in casa, la Pasqua e, soprattutto, il lunedì di Pasquetta, sono invece giornate da dedicare agli amici, al benessere e al relax. Il buon cibo, ovviamente, non può mancare. Uova, torte di Pasqua, salumi e abbacchio saranno, anche quest’anno, i protagonisti sulle tavole di molti italiani insieme al cioccolato e ai dolci tradizionali.

Se da una parte c’è chi preferisce festeggiare tra le mura domestiche, molti romani (ma anche turisti), decideranno di passare il pranzo della domenica fuori casa. Tanti i ristoranti capitolini che proporranno menu speciali, ideati proprio perle feste. Noi abbiamo selezionato per voi i migliori ristoranti e hotel esclusivi per un pranzo decisamente fuori dal comune, tra viste incantevoli, musica dal vivo, scorci sui tetti della città, giardini e angoli nascosti immersi nel verde.

Hotel Art by the Spanish Steps

Nel cuore di Roma, nell’affascinate Via Margutta, a due passi da Piazza del Popolo e da Piazza di Spagna, l’Hotel Art by the Spanish Steps propone un menu ricco ed esclusivo, ideale per una Pasqua all’insegna del gusto, dell’eleganza e dell’arte. Un ricco buffet di Pasqua accoglierà i clienti dell’hotel: dal casatiello artigianale, all’abbacchio al forno con patate, dalla coratella all’arrostino di maiale, fino alle immancabili uova sode e al salame pasquale. Non mancheranno i dolci comecrostata ricotta e pere, mini krapfen alla crema, pastiera napoletana e una selezione di biscotteria, cioccolato e frutta secca. Ad accompagnare i piatti proposti, musica dal vivo, quadri, sculture e versi dei grandi poeti.

Imàgo

Dopo il recente cambio di chef e l’arrivo del giovane Andrea Antonini, il ristorante Imàgo al sesto piano dell’Hotel Hassler è pronto a festeggiare la Pasqua con un entusiasmante menu gourmet. Accompagnati dalla splendida vista sui tetti della città, gli ospiti potranno infatti assaporare i piatti previsti per il lunedì di Pasquetta. Carciofo e Crudo di Fassona con puntarelle, fave e alici faranno da apripista. A seguire sarà infatti servito il Risotto con asparagi e scampi e l’immancabile Agnello con patate e caprino. Dulcis in fundo un dessert a base di lampone e vaniglia e una Millefoglie di ricotta e albicocca.

Informazioni e prenotazioni sul sito.

Le Méridien Visconti

Per una Pasqua in centro città, tra le straordinarie bellezze di Castel Sant’Angelo e Piazza di Spagna, Le Mériedien propone un brunch servito nel patio dell’hotel e accompagnato dalla musica dal vivo del maestro Fugà. Il menu, firmato dallo chef Massimo Orsini, prevede i piatti simbolo delle feste come le uova, servite ripiene, strapazzate con bacon, pochè con salsa di parmigiano e asparagi, e poi corallina, toast con salmone e avocado, lasagna classica e al pesto, coratella di agnello con carciofi e vitello tonnato. E poi torta pasqualina, torta al formaggio, quiche vegetariana, pizza bianca con mortadella, croissant e muffin dolci e salati, pancakes con sciroppo d’acero e frutti di bosco, uova di cioccolata e colomba, servita con le sue salse: cioccolato bianco, limone e frutti di bosco, frutta di stagione.

Mirabelle

Sapori tradizionali di Pasqua anche sulla tavola del Mirabelle dove chef Marzetti proporrà un entrée di mela verde e foie gras con crumble di mandorle, un Rocher di carciofi alla romana con agretti, robiola bio e limone candito e un rosso d’uovo al tartufo nero con asparagina di bosco e spuma di taleggio. Spazio poi alle caramelle di pasta fresca alla vignarola romana con pecorino e battuto di menta selvatica. Il capretto da latte con millefoglie di patate sarà l’ultima portata prima dell’arrivo dei dessert. Pastiera napoletana in spuma con ragù di lamponi e zuppetta di fragole e rabarbaro con zabaione e gelato di bufala completeranno il menu.

Epos – Barrique by Oliver Glowig

Splendida struttura situata nel verde di Monte Porzio Catone, l’azienda vinicola Poggio Le Volpi ospita al suo interno l’affascinante barricaia, sede del ristorante Barrique e palcoscenico all’altezza di un nome prestigioso come quello dell’Executive Chef Oliver Glowig. Materico, elegante e con arredi che giocano sui toni dell’oro e del nero, è un luogo ricercato, ideale per chi è alla ricerca di una Pasqua raffinata e gourmet. Al piano superiore della struttura, si può trovare invece Epos Wine&Food, il bistrot con un menu, sempre firmato da Glowig, schietto e gustoso, fortemente legato al territorio e alle materie prime di stagione. Fiore all’occhiello della carta di Epos è la carne, che raggiunge la sua massima espressione grazie alla braceria e al sistema dry aging. Il menu di entrambi i locali sarà à la carte e permetterà quindi agli ospiti di poter spaziare tra i tanti piatti proposti dallo chef.

Rome Cavalieri

Sarà una Pasqua “flower power” al Rome Cavalieri A Waldorf Astoria. Con l’arrivo delle feste e della bella stagione, l’hotel di lusso apre infatti le sue terrazza e il suo giardino privato per dare il via alle attività all’aria aperta accompagnate dai menu esclusivi dei ristoranti dell’albergo. Sapori e prodotti della primavera saranno i protagonisti dei piatti dello chef Heinz Beck del tristellato ristorante La Pergola. Le celebrazioni inizieranno venerdì 19 con un menu d’eccezione a base di Tonno con fragole e rabarbaro e Fagottelli al burro e Grana Padano con salsa al prezzemolo e caviale, Astice in crosta piccante e Crema di ricotta on soffice di pistacchio e sorbetto al mandarino. Foie gras con piselli, menta e gelatini di limone, Tortelli di coniglio, Agnello su crema di scorzanera e Cremoso alla pastiera con gelato all’arancia candita saranno invece alcuni dei piatti proposti sabato 20 aprile.

Grande festa anche al ristorante Uliveto dove lo chef Fabio Boschero e il pastry chef Dario Nuti coccoleranno gli ospiti con un menu dai toni primaverili, leggermente esotici e agrumati. Sulla splendida terrazza infatti, si potrà festeggiare la Pasqua e la Pasquetta con un brunch a tema “flower power”, accompagnato dalle note celestiali suonate dalle abili mani di un pianista jazz. Non mancheranno inoltre le attività per i più piccoli come la colorazione delle uova e l’attesissima “Caccia all’Uovo”.

Gli amanti del bere miscelato potranno invece farsi conquistare dalla verve dei bartender del Tiepolo Lounge&Terrace con due cocktail ispirati alla primavere: il Passion Margarita a base di tequila e frutto della passione e Black Velvet dalle note più marcate e decise con Vodka, St. Germain e albume d’uovo.

Roof Garden L’Uliveto

Per una Pasqua immersa nel verde con vista a 360° sui tetti di Roma, L’Uliveto, fiore all’occhiello dell’Hotel Diana, propone un menu speciale, organizzato anche per celebrare gli 80 anni dell’hotel. Si partirà con un ricco buffet di salumi, formaggi, prodotti tipici e torte salate per poi assaporare i ravioli di pasca fresca ripieni di ricotta e limone con cremoso al pecorino e prosciutto di Norcia croccante. Via libera poi all’arrosto di manzo “Vacche Grasse” con misticanza e patate novelle alle erbe aromatiche. Per concludere il buffet dei dolci: colomba con crema al mascarpone, pastiera destrutturata e tartellette al cacao con chantilly e fragole.

Salone Eva

hassler

L’elegante bistrot dell’hotel Hassler, guidato dalle sapienti mani di Marcello Romano, per la domenica di Pasqua porta in tavola la tradizione fatta di salumi, uova e agnello resi però attuali dal genio e dalla creatività dello chef. Così salumi e formaggi sono seguiti da un battuto di asparagi e uovo e tartufo pregiato e da una lasagna pasticciata con crema di piselli e ricotta. Immancabile l’agnello, cotto al forno e accompagnato da verdure di stagione. Dulcis in fundo, la pastiera, dolce napoletano tipico del periodo pasquale simbolo di ricchezza, abbondanza e fertilità.

Informazioni e prenotazioni sul sito.

Senses Palazzo Montemartini

Bello, imponente ed elegante, a due passi dal centro della città e immerso nelle Antiche Mura Serviane. Il Palazzo Montemartini con le sue camere lussuose e la sua incantevole Spa, è sicuramente uno dei luoghi ideale per un pranzo di Pasqua in totale relax. Il menu, firmato dallo chef Simone Strano, prevede carpaccio di gambero rosso con agrumi e bottarga, tagliatelle con ragù di cernia bianca, favette, pomodorini appassiti e finocchietto selvatico, baccalà in tempura allo zafferano e insalatina di puntarelle e frutti rossi. Due i dessert: semifreddo alle mele e tortino alle carote, cannella e salsa alla menta.

Sette, Radisson Blu

Al settimo piano dell’Hotel Radisson Blu, il ristorante Sette, guidato dallo chef Giuseppe Gaglione, propone per il pranzo di Pasqua un menu ricercato, ispirato alla cucina mediterranea e realizzato con materie prime di qualità e tecniche di cottura all’avanguardia. Comodamente seduti sulla terrazza, con vista sulla piscina e sui tetti della città, si potrà assaporare l’Uova Parisi con asparagi selvatici e primo sale, i Maltagliati di grano arso con guanciale d’Ariccia, fave e mentuccia e il Carrè d’abbacchio in crosta d’erbe spontanee, carciofi stufati e patata morbida leggermente affumicata. Immancabile, in una giornata di festa, il dolce: semifreddo alla pastiera, crumble di colomba e crema al gianduia.

Terrazza Bella Vista

Gusto e tradizione saranno le parole chiave della Pasqua al Grand Hotel Plaza . Domenica, dalle 12:00 alle 16:00, sarà infatti servito un brunch dal sapore mediterraneo con vista mozzafiato che spazia dalla macchia verde di Villa Borghese alla predominante Chiesa di Trinità dei Monti, Villa Medici, Palazzo del Quirinale sino ad arrivare con lo sguardo all’Altare della Patria. Si partirà con casatiello, uova sode, salame e prosciutto crudo al coltello, lasagna e pasta al ragù e cosciotto di agnello. E ancora parmigiana di melanzane e zucchine, gâteaux di patate, pastiera napoletana, ciambella di babà al rhum con macedonia di frutta fresca, sfogliatelle ricce e frolle, cannoli al cioccolatouovo di Pasqua e colomba. Tutto accompagnato dall’incantevole vista sui tetti della città, dal verde di Villa Borghese, fino a Trinità dei Monti.

Ancora tradizione per il lunedì di Pasquetta. Il menu prevede infatti uova sode colorate, indivia riccia, fellata classica, candele spezzate alla genovese, paccheri con melanzane, polpettine e carni alla griglia con verdure e funghi. E poi l’immancabile pastiera napoletana e tutti i dolci della tradizione.

Info e prenotazioni al sito.

The Flair Sina Bernini Bristol

Inaugurato pochi mesi fa sulla splendida terrazza del Sina Bernini Bristol (ve ne avevamo parlato qui), The Flair è pronto a festeggiare la Pasqua con un menu di grande effetto, frutto del lavoro di una brigata affiatata e di uno chef giovane ma dal grande talento. Alessandro Caputo ha infatti giocato con gli ingredienti principali delle feste pasquali, rivisitandoli con estro e creatività. Ecco dunque l’entrée Uovo o Gallina, un Croccante di pasta sfoglia con aglio nero, timo limonato, uovo in doppia cottura e asparagi al barbecue, seguito da un raviolo liquido ripieno di consommé di vitello da latte con crema di fave e pecorino. Immancabile l’agnello servito con una crema di patate e cipollotto affumicato. Uovo di cioccolato al latte, pralina al cocco e menta fritta per dessert.

Castello della Castelluccia

Se volete farvi rapire dal fascino senza tempo di un castello immerso nel verde del Parco di Veio, sulla via Cassia, a pochi chilometri dal centro città, sorge un piccolo gioiello, ideale per trascorrere una Pasqua in totale relax e lontano dal caos cittadino. Il Castello della Castelluccia, dimora risalente al 1300, prevede un menu esclusivo. Ricco l’antipasto con insalatina di puntarelle e alici del Cantabrico, culatello Dop Podere Cadassa e crostini di pane nero. Due i primi: acquarello con punte di asparagi, zafferano e stracciatella, paccheri con battuto di agnello New Zeland e carciofi. Niente agnello in menu ma faraona brasata nel suo fondo con patate nocciola, carciofi alla romana. Infine il dolce: crostatina di ricotta e visciole con salsa alla vaniglia.

Info e prenotazioni sul sito