Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 29 Ottobre 2020

Ristorazione: riparte la Toscana con proposte “ganze” ed en plein air

Il centro di Firenze magari aspetta, ma nei dintorni non mancano strutture che offrono proposte di riapertura all’aria aperta: dai picnic gourmet nel prato alla giornata in piscina per chi si ferma a pranzo, fino al pacchetto che abbina vino e soggiorno. Ecco le migliori proposte in Toscana

Ci siamo: da questa settimana i ristoranti potranno ricominciare a lavorare, più o meno in tutte le regioni italiane. In Toscana, un territorio famoso a livello mondiale per la bellezza dei suoi spazi rurali e campestri, non mancano esempi di strutture ricettive e ristorative che – pur nel rispetto del distanziamento e dell’obbligo di sanificazioni costanti – provano a ripartire facendo leva proprio sugli ampi spazi all’aperto. Ecco una serie di case histories di strutture che stanno per riaprire con proposte “smart” (o ganze, come si dice in riva all’Arno) intorno a Firenze.

Tenuta Le Tre Virtù (Scarperia)

La tenuta mugellana che ospita il ristorante stellato di Antonello Sardi proporrà un picnic gourmet pensato per chi ha voglia di recuperare il rapporto con la natura, in un periodo storico in cui siamo tutti alla ricerca di una nuova serenità e di equilibrio naturale. L’idea della Tenuta Le Tre Virtù è il Picnic Virtuoso Gourmet, pensato per il pranzo e allestito all’esterno nel giardino, in mezzo agli ulivi o a bordo piscina, in base alle preferenze dell’ospite: saranno servite piccole delizie per il palato, in assoluto relax. Il resort ha pensato di creare una mappa del giardino esterno, dedicato a tavoli unici (per 2 persone), con il nome dei giochi tipici dell’infanzia: a ogni posto l’ospite troverà il gioco del tavolo assegnato, così potrà trattenersi liberamente senza pensieri in mezzo alla natura, apprezzando ottime pietanze stellate. Disponibile anche il servizio take away, con la possibilità di portare a casa la verdura dell’orto e la frutta di Tenuta Le Tre Virtù, tutto rigorosamente biologico.

Borgo I Vicelli (Bagno a Ripoli)

toscana

Una serie di novità in vista per la struttura che ospita il ristorante Al 588 dello chef Andrea Perini: il brunch “Music & the hill” raddoppia, e all’appuntamento domenicale (con musica e mercatino bio di frutta e verdura locali) se ne aggiungerà uno il sabato. Sarà possibile mangiare in 3 opzioni: al tavolo con prenotazione; picnic nei 17 ettari di uliveto e al lago con copertina e cestino; take away. Inoltre, debutta il “Nails bar” con un corner beauty all’aperto per ragazze. Inoltre Borgo I Vicelli aprirà la pizzeria nella terrazza panoramica per pizza a portafoglio durante il brunch del sabato e della domenica. La domenica sera sarà la volta di “Tapas & cocktail” in modo da permettere a chi viene per passare una giornata al borgo di godersela in pieno senza dover sedersi al tavolo per una cena impegnativa.

Quercia di Castelletti (Signa)

Il parco di Villa Castelletti, accanto al ristorante dove opera la chef Elisa Masoni, per la prima volta apre al pubblico per un picnic gourmet per festeggiare all’aria aperta e in sicurezza la riapertura. L’appuntamento è per domenica 24 maggio dalle 12, con due menù (adulti e bambini, rispettivamente a 25 e 15 euro). Qui il menù. Con i suoi 12 ettari, il parco di Villa Castelletti è uno dei più grandi parchi all’inglese della provincia di Firenze: voluto da Lady Robinia Wilson tra il 1841-1845 ha al suo interno un grande lago, viali alberati, piccole strade nascoste nel bosco e ampi prati dove poter trascorrere una piacevole giornata all’aria aperta. Sarà inoltre possibile la pesca sportiva nel lago portando la propria attrezzatura. Prenotazione obbligatoria dal 31 maggio (domenica 24 è già sold out) chiamando 055 076 3602 o scrivendo a ristorante@villacastelletti.it

Diadema Wine Bar

Da giugno riapre le porte Diadema Wine Bar, il ristorante di Relais Villa Olmo a Impruneta dove opera lo chef Alessio Leporatti. Grazie alla grande veranda e allo spazio esterno, il ristorante riesce a ripartire adottando tutte le normative di distanziamento previste per legge, e si presta anche per una passeggiata tra ulivi e vigne. Ma non solo: Diadema Wine Bar offre la possibilità di accesso gratuito alla piscina in funzione del pranzo o della cena, non appena le normative ne consentiranno l’apertura.

Torre a Cona (Rignano sull’Arno)

toscana

La struttura di Rignano sull’Arno – che aveva intrapreso la strada dell’accoglienza agrituristica restaurando alcuni casolari all’interno della tenuta e una parte della Villa settecentesca che domina la proprietà – ha pensato due proposte speciali per iniziare da ora a condividere l’esperienza di Torre a Cona. Una selezione dei nostri vini più pregiati verrà recapitata subito a casa, insieme all’invito per venire a scoprire il prossimo anno Torre a Cona, attraverso esperienze e percorsi immaginati e dedicati. Così nella Wine Lovers Experience (per due persone) alla cassa di legno con 2 Badia a Corte Riserva + 2 Colorino Casamaggio + 2 Il Merlot si accompagnano due notti a Torre a Cona nella Palatial Tuscan View Suite, con visita guidata alle cantine e cena con degustazione al tramonto per due, più un picnic alla Torre. Nella Secret Florence and Wine Experience, invece, ai vini si accompagnano tre notti in uno dei nostri appartamenti nel centro storico di Firenze, una cena a Torre a Cona per due, la visita guidata alle cantine e cena con degustazione al tramonto.