Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

Roma: la pizza secondo Exquisitaly

pizza exquisitaly

In Piazza San Bernardo, a due passi dal Quirinale, arriva la pizza tonda, preparata con ingredienti regionali di prima scelta, di Exquisitaly

Croccante alla base, morbida ai bordi, ingredienti rigorosamente territoriali che richiamano i nomi delle città italiane cui ciascuna pizza è dedicata. È la “tonda” secondo Exquisitaly, il locale polifunzionale che  da tre anni anima piazza San Bernardo a Roma, che da venerdì 27 ottobre amplierà la sua offerta gastronomica con una nuova linea di produzione dedicata a una pizza originale, personale interpretazione della più “verace” tradizione romana.

Nel menu, le pizze porteranno il nome di città italiane e saranno tutte preparate con prodotti tipici del relativo territorio. Bolzano, Venezia, Napoli e Bari saranno alcune delle prime tappe di questo lungo tour.

La pizza

La pizza di Exquisitaly è una dedica alla romanità, al sapore di un impasto croccante e alla schiettezza dei deliziosi condimenti di prima scelta.

Avevo in mente una pizza originale”, spiega Rodolfo Mazzei, fondatore di Exquisitaly “Una pizza che ricalcasse appunto la tradizione romana, ma in una sorta di fusione con l’impostazione partenopea, per antonomasia emblema del cornicione morbido e scioglievole”.

Al forno opera la squadra di pizzaioli, sotto l’attenta supervisione di Marco Lungo, professionista tra i più noti del settore, che ha studiato impasti e  condimenti. La proposta è stata progettata anche  con il supporto di Manuela Mancino, già consulente enogastronomico di Exquisitaly.

Da fine ottobre, dunque, la già variegata offerta di Exquisitaly si arricchirà della tanto attesa tonda al piatto. Ma già si sta progettando, per dicembre, il nuovo format di pizza in teglia.

Il menu

Il menu partirà con dieci pizze tonde che attingono alla cucina e alle ricette di altrettante  regioni italiane, e che in seguito varierà seguendo la stagionalità dei prodotti tipici impiegati nelle preparazioni. Gli ingredienti provengono da piccoli artigiani individuati lungo lo Stivale, con l’obiettivo di valorizzarne la cultura e i valori sottostanti.

Nella Torino, ad esempio, non potevano mancare la toma delle Valli di Lanzo, la robiola di Roccaverano, il Castelmagno di alpeggio, così come la melanzana rossa di Rotonda non poteva non essere presente nella Potenza, oppure il baccalà mantecato e l’uvetta passita nella Venezia. E ancora salame di Fabriano D.O.P., olive taggiasche, olio al peperoncino, basilico fresco, pomodoro nella pizza Ancona, scarola saltata con olive e capperi, mandorle di Toritto (presidio Slow Food), alici, provola nella Bari. Nella pizza Roma invece guanciale del Re Norcino, pecorino Romano Deroma D.O.P. e peperoncino (stavolta calabrese).

Exquisitaly, piazza San Bernardo 99, Roma. Telefono 06 4890 7042. Pagina Facebook.