Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 23 Ottobre 2018

Scrivere di Cibo, il salone dell’editoria gastronomica

A Napoli dal 23 al 26 marzo Scrivere di Cibo, il primo festival dedicato all’editoria gastronomica del Sud Italia e alla riscoperta della storia dell’alimentazione

Napoli, dal 23 al 26 marzo ospiterà la prima rassegna libraria con mercato e cucina del Sud Italia dedicata interamente all’editoria gastronomica. La manifestazione si svolgerà all’interno degli spazi della Città della Scienza. Saranno quattro giorni all’insegna di dibattiti, convegni e laboratori per riscoprire la storia dell’alimentazione e della cucina meridionale. Scrivere di Cibo si dedicherà particolarmente alla scrittura sul tema della Dieta Mediterranea e sulla giusta relazione tra alimentazione e salute.

In che modo il cibo è presente nella scrittura? E come parlarne? Sono le domande alla base di Scrivere di Cibo, un evento promosso nell’ambito delle attività di g.n.a.m. Village, il villaggio dedicato alla valorizzazione del patrimonio delle eccellenze agroalimentari di Città della Scienza.

Gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, gli allievi degli istituti superiori e gli universitari saranno coinvolti in un’esperienza culturale e creativa insieme a giornalisti, storici, chef, scrittori e tutti coloro che scrivono di cibo.

Il programma

scrivere di cibo napoli

L’inaugurazione inizierà il 23 marzo alle ore 10:00 con gli interventi di Gianfranco Nappi (responsabile progetti speciali Città della Scienza e dell’area “Gnam Village”). Tra gli eventi della prima giornata ci sarà la proiezione della videocassetta delle parole piccanti nello spazio dedicato ai bambini. Nello spazio Gnam Village invece ci sarà “Pizzagourmet” con Giuseppe Vesi, la tradizione tra il gusto e il mangiar sano. Alle ore 12:00 invece “Cosa bolle in pentola” dedicato al pesce azzurro. Dalle 17:00 “Che vino abbiniamo alla storia?”, un percorso tra vino, territorio e letteratura. La sera “Cena con delitto” (costo 25 euro a persona).

Venerdì sarà all’insegna di Science Experience, Divulgare di cibo: insospettabili applicazioni alternative di ingredienti alimentari. Dalle 10:30 Sapori & Incantesimi, Cibo e Magia nella fiaba mediterranea, laboratorio a cura di Donzelli Editore con Bianca Lazzari.

Sabato sera invece sarà la volta del laboratorio di cucina “l’ottocento in cinque portate” (25 euro a persona).

Domenica, nello spazio dedicato ai bambini “Bambini tra polvere di farina e baffi di cioccolato” a cura di Antonio Cafiero.

La manifestazione terminerà con degli eventi dedicati a Eduardo e Luca De Filippo e con il laboratorio di cucina “Si cucine comme vogl’i’”. 5 piatti realizzati dall’Istituto Alberghiero “G. Rossini” di Napoli con un dolce di Antonio Cafiero (25 euro a persona).

Qui potete trovare il programma completo.