Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 20 Settembre 2019

The Duel of Wine: il vino al cinema

Il super chef Gianfranco Vissani accanto ai sommelier Charlie Arturaola e Luca Gardini nell’enofilm (non documentario) di Nicolas Carreras presentato a Venezia e in uscita al cinema a fine settembre

E’ stato presentato martedì 6 settembre alla 73esima edizione della mostra cinematografica di Venezia l’attesa pellicola sul mondo del vino The Duel of Wine, film vero e proprio (non quindi un documentario) di Nicolas Carreras, già regista di El camino del vino nel 2010 e che presenta nel cast dei veri e propri esperti del settore enogastronomico nel ruolo di attori di se stessi: i sommelier Charlie Arturaola e Luca Gardini oltre allo chef degli chef Gianfranco Vissani.

In uscita nelle sale alla fine di settembre, la pellicola indaga dinamiche e segreti dell’universo vinicolo attraverso la storia (inventata) e piena di colpi di scena di due celebri sommelier alle prese con una competizione mondiale, The Duel of Wine appunto.

La collaborazione fra i protagonisti dell’opera è nata non soltanto per celebrare il vino in sé e per sé ma anche per promuovere il territorio italiano e le sue ricchezze. Molte delle scene per esempio sono state girate in Umbria, a Montefalco, nei vigneti dei celebri rossi della zona.

LA TRAMA

Il celebre Sommelier Charlie Arturaola ha “perduto” il senso dell’olfatto, strumento principe del suo mestiere e si ritrova d’improvviso sul lastrico, senza più alcuna credibilità nel suo settore e per di più con una moglie che ha deciso di fare da manager a un altro eccellente sommelier in grande ascesa, il suo più grande rivale: l’italiano Luca Gardini, che sta marciando a razzo verso le finali del concorso. Charlie decide così di mollare tutto e di cambiare mestiere: diventa un tassista, almeno fino al giorno in cui dopo una corsa si imbatte insieme al collega di volante Lino Puja (che è anche il produttore del film per IndepindieFilms, ndr) in un albergo pieno di giornalisti ai quali non se la sente di rivelare la sua nuova vita. Sul momento, presenta quindi Lino come il suo giovane, grande erede nel campo dei vini. Lino naturalmente non sa nulla né di rossi né di bianchi, e figuriamoci dei rosé. Ma degustazione dopo degustazione, viene guidato via radio/auricolare da Charlie che nel frattempo ha ritrovato inaspettatamente il suo palato da vero intenditore. Sembra dunque andare tutto liscio verso la vittoria del contest, ma Gianfranco Vissani si accorge del tranello e smaschera la truffa…

Come si metterà per Charlie? Chi vincerà The Duel of Wine? Non resta che andare al cinema per scoprirlo.