Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 29 Ottobre 2020

Firenze: il cinema incontra il vino con Ciak and Wine

Vino, cinema e architettura non sono mai stati così vicini

Tutto pronto a Firenze per BuyWine e PrimaAnteprima, le kermesse che dal 7 all’8 febbraio e il 15 febbraio, promosse dalla Regione Toscana insieme a Camera di Commercio di Firenze e organizzate da PromoFirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze e Fondazione Sistema Toscana, animeranno la città tra degustazioni e proiezioni d’eccellenza.

A metà tra i due appuntamenti però, ad avvicinare il grande pubblico al mondo del vino con un approccio del tutto originale arriveranno “Ciak and Wine“, in scena al Cinema La Compagnia, e “L’architettura del vino nell’era dell’enoturismo” all’Auditorium di Sant’ Apollonia

Da sabato 8 a lunedì 10 febbraio, infatti, Ciak & Wine, metterà in scena ben sette proiezioni a ingresso libero negli spazi del Cinema La Compagnia (via Cavour 50/r),  a cura di Fondazione Sistema Toscana, intervallate da degustazione a cura dei sommelier FISAR dei vini dei Consorzi: Carmignano, Vino Chianti, Chianti Rufina, Vino Nobile di Montepulciano, Vino Vernaccia di San Gimignano.

Tra i film proposti sabato 8 il documentario “Resistenza Naturale” di Jonathan Nossiter, viaggio tra i vignaioli italiani indipendenti (ore 19), “Vinum, Insulae”, cortometraggio di Stefano Muti, alla presenza del regista e del protagonista, il viticoltore elbano Antonio Arrighi, sulla produzione del cosiddetto “vino marino” Nesos, con l’uva immersa in mare come facevano gli antichi greci (ore 21). Segue la commedia “Sideways – In viaggio con Jack” (USA, 2004, 124’). Domenica 9 alle 19 si riparte da “Rupi del vino”, documentario di Ermanno Olmi (Italia 2009, 54’) sulla viticoltura eroica in Valtellina. A seguire la commedia “Finché c’è prosecco c’è speranza”, di Antonio Padovan (Italia, 2017, 101’). Lunedì 10 alle 18.30 focus sul fenomeno Bordeaux e sull’incredibile ascesa dei prezzi sul mercato internazionale con il documentario “Red Obsession” di David Roach, Warwick Ross (Australia, Cina, Francia, Gran Bretagna, Hong Kong – 2013, 120’). A seguire “Ritorno in Borgogna”, di Cédric Klapisch (Francia, 2017, 113’), proposto in lingua originale con sottotitoli alle ore 21. 

Venerdì 14 invece sarà la volta di un excursus tra vino e architettura che parte dall’Europa per arrivare tra le cantine di design della rete di Toscana Wine Architecture, prendendo in considerazione le cantine che hanno fatto la storia dell’architettura. Di questo parlerà il convegno: “L’architettura del vino nell’era dell’enoturismo che si terrà alle ore 10 presso l’auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25, Firenze). Al convegno, introdotto e moderato dall’esperta di comunicazione Daniela Mugnai, interverranno anche Marco Remaschi,assessore all’Agricoltura della Regione Toscana, Marta Buffoni, Presidente della Federazione Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Toscana, Colomba Pecchioli, Presidente della Fondazione A.P.P.C. di Firenze e Marco Bessi per Toscana Wine Architecture. Nell’ultima parte si parlerà della “nuova” vita delle cantine nell’era dell’enoturismo con Roberto Bosi di ProViaggiArchitettura, Michele Manelli della Cantina Salcheto per Toscana Wine Architecture e Gennaro Giliberti, dirigente della Regione Toscana, che illustrerà i cambiamenti alla luce della nuova legge sull’enoturismo.

Al termine dell’incontro è prevista una degustazione a cura di Toscana Wine Architecture e Federazione Strade del Vino dell’olio e dei sapori di Toscana.

Info utili

Ciak and Wine

Dove: Firenze

Quando: 8 – 10 febbraio 2020