Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 16 Giugno 2019

Best Plate Challenge: a Montecarlo vincono Stefano e Andrea Rodella

Ai Best Plate Challenge vince l’Italia con Stefano e Andrea Rodella. Sul podio anche altri 6 italiani in ben 7 categorie

Si è svolta ieri, lunedì 26 novembre, a Montecarlo, la finale della seconda edizione di Best Plate Challenge il concorso ideato dalla World Gourmet Society (ve ne avevamo parlato qui). Sul podio ben 6 italiani in 7 diverse categorie. Vincitori assoluti sono stati i fratelli Rodella del ristorante “L’Antico Forziere” di Casalina (Perugia). Sono stati loro infatti a sbaragliare la concorrenza superando anche i connazionali Valerio Volpi (Osteria dell’Orologio di Fiumicino), Denis Biondo (Le Caprice, Noventa di Piave), Sandro Baldini (Relais Le Jardin, Firenze) e il marocchino Thierry Papillier.

A vincere il premio per il miglior uso degli ingredienti è stato Daniel Jayousi (L’Oste, Calenzano), mentre primo per la miglior tecnica di cucina mostrata è risultato Pasquale Caliri (Marina del Nettuno Yachting Club, Messina). A Mario Cipriano (Il Vecchio e il Mare, Firenze) invece è andato il premio per il rispetto delle tradizioni locali, mentre a Sandro Baldini il riconoscimento per il video più divertente. Ma il premio per il video più apprezzato dai social media è andato a Edoardo Tilli (Podere Belvedere, Pontassieve).

Sono stati ben 15 i rappresentanti della cucina italiana presenti alla finale di Best Plate Challenge su quasi 60 partecipanti. I sette criteri di valutazione dei piatti riguardavano il cibo in sé (il piatto più creativo, il miglior uso degli ingredienti, la miglior tecnica di cottura), la cultura (il rispetto delle tradizioni locali), il video (quello più professionale e il più divertente) e i social media (il più popolare). Tra chi ha scelto la tradizione e chi ha tentato strade più sperimentali tanto nei piatti quanto nella regia del video, la pattuglia azzurra che ha aderito alla seconda edizione del concorsoha dato prova di grande versatilità.

Già nella prima edizione ottenemmo un grande successo, portando in finale sei italiani su dieci – ha spiegato con soddisfazione il prof. Armando Cristofori, ambasciatore WGS e fondatore del suo partner in Italia, la Italian Dining Summit, associazione culturale focalizzata sulla promozione della cucina italiana nel mondo – ma quest’anno abbiamo superato quello straordinario exploit”.

A poche ore dalla finale di Best Plate Challenge però, il pensiero è già rivolto alla prossima edizione che si svolgerà nel 2019 e che riunirà oltre 35mila chef, critici e appassionati di food & wine in tutto il mondo. Gli chef che vorranno partecipare dovranno realizzare un video di 3 minuti con la ricetta del piatto più rappresentativo. A decretare i vincitori saranno una giuria tecnica e una giuria popolare composta da utenti di Facebook e YouTube. Testimonia d’eccezione sarà Andy Hayler, il primo critico gastronomico ad aver visitato tutti i ristoranti 3 stelle Michelin del mondo.