Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 26 Marzo 2019

C’è Fermento: grandi birre da piccoli produttori

La cultura birraria in festa: a Saluzzo (Cuneo) dall’1 al 3 luglio torna C’è Fermento, manifestazione fra le più apprezzate del panorama brassicolo che pone al centro dell’attenzione “Grandi birre da piccoli produttori”, proprio come recita il claim scelto dagli organizzatori.

I migliori birrifici e beer firm d’Italia, selezionatissimi fra i moltissimi dello stivale, saranno protagonisti di una tre giorni impreziosita anche da street food di qualità, musica dal vivo, incontri e presentazioni di libri. Di seguito il programma completo.

 

I BIRRIFICI

18 i birrifici piemontesi, 2 provenienti dalla Liguria, 1 dal Veneto, 1 dall’Emilia Romagna, 1 dalla Toscana e 1 dalla Puglia.

Aleghe 

Antagonisti 

Argo 

Baladin 

Beba 

Birra Elvo 

Birra STABRÄU 

Birrificio 2 Sorelle 

Birrificio B94 

Birrificio del Forte 

Birrificio della Granda 

Birrificio Sant’Andrea 

Black Barrels 

Canediguerra 

Civale 

CR/AK Brewery 

Croce Di Malto 

Gilac 

Kauss 

Maltus Faber 

Nadir 

Soralama’ 

Troll 

Trunasse 

Qui l’elenco dettagliato delle birre in degustazione.

 

IL FOOD

Abbo (Fritti di verdure e carne in solo olio extravergine di oliva)

Antica Pizzeria Piedigrotta (Pizze con farine selezionate, cotte sul posto con il fuoco a legna)

Brambù (La cucina local di strada, con salsiccia e specialità di Bra)

Calmo Dimorare (La cucina vegana a portata di mano, con specialità dalla farinata ai burger)

Caseificio Valvaraita (Le specialità casearie da mangiare fresche o cucinate)

Da Mama (Panino col polpo alla brace)

M**Bun (La prima agrihamburgheria slow fast food)

Norma (Sapori unici e diverse proposte per gustare la qualità in formato polpetta)

Quelli della Bombetta (Involtini di capocollo ripieni di Canestrato pugliese)

Ristorante Il Sigillo (Biscotto gelato artigianale con pasta di meliga)

Ristorante pizzeria Ca’Noa (Pizze con farine selezionate, cotte sul posto con il fuoco a legna)

Stra Good (La qualità del territorio, con piadine al Crudo di Cuneo e specialità di pasta con formaggi locali)

Train Robber’s Syndicate (Gofri farciti con marmellate e creme di cioccolato)

 

PRESENTAZIONI E INCONTRI

Sabato 2 luglio alle ore 11 sarà presentata la Guida alle Birre d’Italia 2017 edita da Slow Food. Contestualmente, con Fernanda Roggero del Sole 24 Ore, si parlerà del futuro della birra italiana, in Italia e nel mondo. Successivamente, dalle ore 16 alle 19:30 negli spazi delle Abtiche Scuderie della Fondazione Amleto Bertoni, si svolgerà una delle più grandi degustazioni mai organizzate in Italia. Saranno oltre 100 le birre in degustazione e più di 60 i birrifici, tra quelli che in guida hanno ottenuto la “Chiocciola”, la “Bottiglia” o il “Fusto”. L’ingresso al banco d’assaggio costa 25 euro (20 per i soci Slow Food) e dà diritto alla degustazione di tutte le birre presenti, al bicchiere, alla Guida Birre d’Italia 2017 e a Fare la Spesa con Slow Food.

Sabato 2 luglio alle ore 16 Rastal (azienda leader a livello internazionale nel comparto bicchieri) presenterà la sua gamma prodotti (linea birra, vino, ecc) e le offerte riservate per il pubblico professionale di C’è fermento.

Sabato 2 luglio alle ore 18:30 verrà presentato con l’autore Matteo Zamorani Alzetta il libro “Il racconto della Birra” edito da Vallardi.

Domenica 3 luglio alle ore 18:30 verrà presentato con l’autore Luca Modica il libro “A suon di pinte. Il gioco degli abbinamenti tra musica e birra” edito da Lit Edizioni per Arcana.

 

MUSICA

Un festival nel festival: è Occit’Amo, che proporrà 3 concerti con artisti simbolo della musica delle Terre del Monviso e delle Valli Occitane:

Venerdì 1 luglio, ore 22, Daniele Ronda (folk)

Sabato 2 luglio, ore 22, La Paranza del Geco (musiche tradizionali salentine)

Domenica 3 luglio, ore 22, Grande Orchestra Occitana (musiche tradizionali occitane)