Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 22 Settembre 2021

Cous Cous Fest. Al via il festival del cibo che unisce i popoli

cous cous fest

Inizia il conto alla rovescia per la 24esima edizione del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo. In programma degustazioni, contest e gare di cucina ma anche esposizione di artigianato e prodotti enogastronomici locali.

Si  scaldano i motori per la 24esima edizione del Cous Cous Fest a San Vito Lo Capo, il festival internazionale dell’integrazione culturale. Dopo lo stop dello scorso anno a causa della pandemia, il festival torna in un’edizione rimodulata a causa delle restrizioni anti-Covid. L’evento, prodotto dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo, è supportato da Bia Spa, Conad, UniCredit e Icare.

San Vito Lo Capo 

San Vito Lo Capo è un piccolo paradiso naturale nel cuore del Mediterraneo. Le case, basse e bianche, sono cinte dalle accecanti bouganville e dai fiori bianchi del gelsomino, che si arrampicano sui muri inondando le strade del loro delizioso profumo. Il territorio è uno scrigno di tesori capace di offrire, a chiunque lo visiti, emozioni uniche.

Dalle mille sfumature del blu, il mare incanta con il suo splendore. Per più anni Legambiente e Touring Club hanno assegnato al litorale sanvitese le 5 Vele (2019) per la pulizia delle acque e i servizi in spiaggia, mentre sui fondali bassi e sabbiosi, ideali per il bagno dei più piccoli, sventola la Bandiera verde dei pediatri italiani. Un tratto del litorale è, inoltre, a zero barriere, adatto ai bagnanti con diversa abilità motoria. A pochi chilometri da San Vito Lo Capo, la baia Santa Margherita è un angolo di costa mozzafiato: due chilometri e mezzo di coste, sia rocciose che sabbiose che si tuffano in mare. Sette chilometri di costa rocciosa si snodano dentro la riserva dello Zingaro, tra calette immerse nella macchia mediterranea e sentieri tracciati tra antiche grotte. Il paesaggio sottomarino, poi, è un susseguirsi di forme e colori. Monte Cofano e monte Monaco sono ideali per il trekking e per passeggiate panoramiche a piedi o in mountain-bike mentre gli amanti del climbing non possono perdere le falesie che incorniciano la costa di Castelluzzo.

Le modalità di gara 

Sebbene siano confermate le gare, cuore pulsante della manifestazione, a cambiare saranno le modalità di gara. I due Campionati di cous cous, quello italiano e quello internazionale,  Infatti, saranno ospitati all’interno del Giardino del Santuario, l’affascinante e suggestivo giardino mediterraneo alle spalle del Santuario di San Vito Lo Capo a cui si accederà esibendo il Green Pass. 

Gli chef in gara e la giuria

Liliana Billitteri, Calogero Paternostro e Santo Petrocciani di Palermo, Alessandro Cretella di Roma, Dino Perrone di Trani (Barletta) e Antonio Bellanca di Grotte sono i sei chef selezionati che si sfideranno in occasione del Campionato italiano Conad, in programma venerdì  17 e sabato 18 settembre. Le loro ricette di cous cous saranno valutate dalla giuria presieduta da Enzo Vizzari e composta dalla blogger Sonia Peronaci e dallo chef Stefano De Gregorio

I Paesi concorrenti al Bia Cous Cous World Championship

Sono 8 invece i Paesi che parteciperanno al Bia Cous Cous World Championship, il Campionato del mondo di cous cous. Oltre all’Italia, per l’Afghanistan gareggerà lo chef Shapoor Safari, l’Argentina schiera in campo la chef Lola Macaroff, il Marocco lo chef Badr Benjelloun; ci sarà lo chef stellato Vinod Sookar a gareggiare per Mauritius; per la Romania, per la prima volta in gara al festival, la chef Claudia Catana; il Senegal compete con lo chef Bamba Barry e infine la Spagna con lo chef Carlos Peña.

Gli chef in gara cucineranno per la prima volta interamente sul palco e dal vivo, in una sfida a tempo in 45 minuti, presentando una ricetta espressione della loro tradizione gastronomica. Ad assaggiare le ricette internazionali preparate dagli chef in gara sarà una giuria guidata da Eleonora Baldwin, blogger romano-americana che ha una trasmissione su Gambero Rosso tv e composta dagli chef Andy Luotto e Mareme Cisse, campionessa del mondo in carica.

I conduttori del San Vito Cous Cous Fest

A condurre gli appuntamenti sul palco saranno le due “coppie” formate dallo chef Andy Luotto e da Sarah Castellana, volto di Quelli che il calcio e Rai Sport e quella composta dal conduttore italiano Federico Quaranta e dalla giornalista Marzia Roncacci. 

Il ticket degustazione 

Il cous cous, in tutte le sue varianti, da quella tradizionale alle ricette internazionali, si potrà degustare alla Casa del cous cous sulla spiaggia, in modalità take away (asporto) e alla Casa del cous cous Giardino del Santuario con posti a sedere. I punti di degustazione sono aperti tutti i giorni dalle ore 12 alle ore 24. Il ticket ha un costo di 10€ e comprende una porzione di cous cous a scelta tra le varianti proposte, un bicchiere di vino o una bibita e un caffé.

Sarà allestito invece sul lungomare di San Vito Lo Capo il villaggio espositivo che metterà in mostra prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia siciliana.

Info utili

Cous Cous Fest
Quando: dal 17 al 26 settembre 2021
Dove: San Vito Lo Capo
Sito