Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

Roma: la nuova osteria romana Spartaco scalda i motori per la ripartenza

Spartaco

Nell’alternarsi di restrizioni e concessioni, nel quartiere Tuscolano ha aperto i battenti Spartaco, osteria romana con pizzeria gourmet.

Tutti ormai conosciamo bene le conseguenze gravose per i ristoratori in questo ultimo interminabile anno di pandemia. Ciononostante, sappiamo anche che nel settore della ristorazione non è mai mancata la voglia di ricominciare, di reinventarsi e creare nuovi format. Conosciamo anche qualcuno che ha avuto il coraggio di investire, guidato dall’ottimismo di una ripresa delle attività sempre più vicina. È il caso di Spartaco, la nuova Osteria – Pizzeria aperta a Roma nel quartiere Tuscolano e gestita dall’imprenditore Alessandro Marano. Il locale ha inaugurato il 6 marzo, in quel periodo in cui nella capitale era ancora possibile andare (almeno) a pranzo fuori, prima dell’ennesima altalena di restrizioni e zone di colore rosso/arancione.

Il progetto

Sebbene il momento storico non fosse dei migliori, il desiderio di far partire un nuovo progetto gastronomico era forte. “Il primo lockdown è stata una scelta sensata e condivisibile – afferma Alessandro – ma ora siamo ottimisti nella ripartenza. Chi si ferma è perduto”.

A pochi giorni dalla agognata riapertura del 26 aprile, Spartaco scalda i motori attrezzando all’esterno del locale, contraddistinto da due luminose sale interne da circa 100 coperti, un piacevole dehors per ospitare una trentina di commensali.

Il ristorante

Il nuovo Spartaco ha certo tutte le carte in regole per farsi un ottimo nome nella sua zona, a pochi passi dal Parco degli Acquedotti. Prima di tutto perché Spartaco nasce con una forte e precisa identità. Quella di essere un’osteria di cucina romana che richiami la modernità, senza trascurare i riferimenti culturali agli elementi simbolo della romanità stessa.

Per il nome Spartaco ci siamo ispirati al famoso suggeritore del Conte Duval interpretato da Gigi Proietti”, ci racconta Alessandro. Infatti notiamo che sulle pareti del locale compaiono illustrazioni del celebre e poetico “incontro” tra Alberto Sordi e il “maccarone”, con tanto di citazione cinematografica: “Te m’hai provocato, io te distruggo”.

Insomma, che nell’atmosfera si respiri romanità, non c’è dubbio. Ma veniamo al menu.

Il menu

La cucina, che vanta la consulenza del giovane ma già stellato chef Andrea Asoli, spazia dai capisaldi della tradizione a proposte più contemporanee e variegate. Si parte con i fritti, tra cui immancabili sono il Supplì al telefono, le Polpette di bollito e il Baccalà.

Fermo restando i cambi di menu legati alla stagionalità degli ingredienti, da segnalare tra gli antipasti la Ciccia Cruda (battuto al coltello di carne di manzo danese, puntarelle marinate all’aceto balsamico bianco, maionese alle erbe e chips di pane croccante), la Trippa nel panozzo (trippa alla romana in uno scrigno croccante), e un inedito Carbocalamaro, un gioco di sapori di mare e di terra dove il calamaro prende il posto della pasta.

I must dei primi piatti romani (carbonara, cacio e pepe e amatriciana) sono sicuramente presenti. I bigoli all’amatriciana sono anche disponibili per il delivery in una forma del tutto creativa: viene consegnato un kit con bigoli freschi, sugo preparato dalla cucina e semplici istruzioni per terminare la cottura in casa.

Una novità recente del menu è costituita dai Burger, realizzati con pane fatto in casa e farciture del tutto originali, come il Saltame in bocca: pane home made, saltimbocca alla romana, carciofo saltato e maionese alla salvia.

A pranzo dal lunedì al venerdì, Spartaco strizza un occhio ai lavoratori della zona e, accanto alla carta tradizionale, inserisce anche il Pranzo di Spartaco: 3 proposte di primi, 3 secondi e 3 contorni (acqua e caffè inclusi) per un Business Lunch completo a €11,50.

La pizzeria

Spartaco è anche pizzeria con forno a legna, contraddistinta dall’utilizzo farine macinate a pietra 100% del Molino Paolo Mariani, scelte tra i migliori grani marchigiani. Ma non solo: l’impasto viene reso ancora più leggero e croccante grazie all’aggiunta di farro.

Il menu pizzeria è in ampliamento, ma rimangono una certezza le materie prima di qualità selezionate per i condimenti. Esempi? Pomodoro San Marzano rosso serafino DOP, Burrata di Andria igp, olio EVO Frantoio Mancini, alici di Cetara, nduja calabrese di Spilinga. Immaginate da soli le proposte gourmet delle pizze: la marchigiana con ciauscolo, la farcita con la porchetta, la giallo e rosso con datterini gialli o la parmigiana con le melanzane.

Asporto e delivery

In attesa del 26 aprile, sono attivi i servizi di asporto e di delivery, quest’ultimo attraverso le piattaforme Glovo, Just Eat, Moovenda. Utilizzando l’app del locale per ordinare direttamente da Spartaco, si possono avere sconti sulle prenotazioni fino al 10%.

Info utili

Spartaco – Osteria Pizzeria

Viale Spartaco, 76

Tel: 06 764 898 – 347 5285 257

Sito

Pagina Facebook