Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Approfondisci

Alla scoperta del pangasio: dall’acquacoltura alla nostra tavola

pangasio

Tenero, salutare e, soprattutto, sicuro. Il pangasio è un alleato del benessere del corpo e dell’ecosistema grazie a un metodo di allevamento sostenibile e certificato.

Sebbene ancora poco noto il pangasio sta lentamente prendendo spazio nelle diete e nelle ricette di tutto il mondo.
La tenerezza della carne, la quasi totale assenza di lische e il gusto saporito ma allo stesso tempo delicato, rendono il pangasio un alimento molto apprezzato dai consumatori di tutte le età, perfetto per l’abbinamento con diversi tanti ingredienti, permette di dare libero sfogo alla fantasia in cucina. Il pangasio, inoltre contiene importanti sostanze nutritive che lo rendono un prezioso alleato per un’alimentazione sana ed equilibrata.

Approfondiamo nel dettaglio tutte le caratteristiche che rendono il pangasio un alimento sicuro dall’acquacoltura alla nostra tavola.

Proprietà nutrizionali

Il pangasio è un pesce d’acqua dolce, dal gusto morbido e delicato che viene indicato dagli esperti, come un alleato importante per la salute dell’organismo, grazie alle sue eccellenti proprietà nutrizionali.

Questo alimento è ricco di vitamine del gruppo B, in particolare vitamina B12, e vitamina D. Le prime sono fondamentali per garantire il giusto livello di energia necessario per affrontare la giornata, sono importanti per la salute di cute, capelli e denti e per prevenire problematiche legate al sistema cardiologico e cerebrale. È inoltre fonte di Omega 3, un tipo di grasso polinsaturo che protegge il sistema nervoso.

La vitamina D, invece, è un elemento di cui il corpo è spesso carente, soprattutto nel periodo invernale, ed è invece indispensabile per garantire il corretto assorbimento di calcio e fosforo, sali minerali utili per il benessere delle ossa.
Il pangasio contiene inoltre un’elevata percentuale di sali minerali, come iodio, selenio e fosforo, che contribuiscono al benessere dell’organismo.

In particolare, lo iodio preserva la salute della tiroide e il corretto metabolismo corporeo, il selenio ha importanti proprietà antiossidanti, indispensabili per contrastare l’azione dei radicali liberi sull’organismo, mentre il fosforo è un alleato prezioso per denti e ossa.

Il pangasio: un amico della linea

Il pangasio è un alimento che può essere inserito all’interno di una dieta sana e bilanciata, senza dover rinunciare al gusto. Come ci spiega infatti il Professor Luca Piretta, Gastroenterologo e Nutrizionista dell’Università Campus Biomedico di Roma, “La composizione del pangasio si caratterizza per una elevata quantità di acqua (80-85%) con un apporto calorico nettamente al di sotto di quello di altri pesci (80Kcal) e questo lo rende un alimento ideale per le persone che devono seguire un regime ipocalorico dal momento che fornisce un accettabile senso di sazietà e un discreto apporto proteico”.

pangasio

Il pangasio: un ingrediente prezioso in cucina

Come anticipato, il pangasio, grazie al suo gusto delicato, è un alimento molto apprezzato dai consumatori di tutte le età e un ingrediente perfetto da inserire in numerose ricette diverse per piatti unici e davvero deliziosi.
In ambito domestico di solito viene preparato molto semplicemente in padella con un classico soffritto a base di cipolla e una leggera spolverata di prezzemolo; il pangasio può però essere trattato anche con differenti modalità di cottura, dalla piastra se si desidera ottenere una crosticina gustosa, oppure al forno accompagnato con un contorno di patate.

Per chi desidera una versione ancora più light, è possibile optare per la cottura in friggitrice ad aria, per un risultato saporito ma leggero. Infine, per gli amanti dei sapori mediterranei, un’alternativa è la preparazione di questo pesce con pomodorini, capperi e olive nere.

Modalità di allevamento e tutela della sicurezza

Il pangasio proviene per lo più da allevamenti, come diversi altri pesci attualmente in commercio, sebbene sia importante sottolineare che non tutti gli allevamenti sono uguali. È sempre molto importante accertarsi che il pesce provenga da allevamenti sicuri, controllati e responsabili, al fine di avere anche una garanzia di qualità. Per questo è importante verificare la presenza del logo ASC sulla confezione.

Di cosa si tratta? ASC (Aquaculture Stewardship Council), è una organizzazione no profit il cui compito è proprio quello di monitorare e certificare la sostenibilità e la qualità del pesce  proveniente da acquacoltura.
Questa certificazione di sostenibilità detta specifiche e rigide indicazioni legate ad un’acquacoltura responsabile, al benessere dei pesci allevati, garantendo standard qualitativi elevati e tutela dei lavoratori.

Le specifiche ed i controlli fanno riferimento al tipo di alimentazione fornita ai pesci, ai trattamenti effettuati per garantirne la salute (vietato l’utilizzo di antibiotici), ma anche al monitoraggio periodico delle acque in cui vivono.
Inoltre l’allevamento deve garantire da un lato, un impatto ambientale minimo rispetto all’ecosistema locale, dall’altro che i lavoratori godano delle tutele necessarie e siano pagati in modo equo. Grazie all’attività costante di ASC è quindi possibile avere una garanzia rispetto alla qualità dell’intera filiera, così da poter apprezzare in totale serenità le proprietà del pangasio e il suo gusto unico.

In conclusione il pangasio non solo è un pesce d’allevamento sicuro, ma anche un alleato prezioso per la salute, per chi ha necessità di rimettersi o mantenersi in forma, senza rinunciare a piatti e ricette saporite.

Articoli correlati

Ditta Artigianale: il fascino di un caffè letterario a Firenze

Carolina Carbonari

Food&Wine Awards Italia 2023: tutti i vincitori

Redazione

World’s 50 Best Bar: Drink Kong scala la classifica e Roma afferra il 16° Miglior Bancone del Mondo

Sara De Bellis