Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 19 Novembre 2021

Excellence 2021: tutti i numeri dell’ottava edizione

80 chef, 100 aziende, 50 appuntamenti tra talk e convegni. Chiude in grande stile l’ottava edizione di Excellence 2021.

Si è conclusa con una grande affluenza di pubblico per l’ottava edizione di Excellence, la kermesse organizzata dai fratelli Ciccotti e incentrata, quest’anno, su tema della sostenibilità e dell’innovazione (ve ne avevamo parlato qui).

La kermesse ha visto la partecipazione di oltre 80 chef della capitale che hanno preso parte a show cooking, incontri a quattro mani ma anche cene stellate. Oltre 100 le aziende presenti ai banchi d’assaggio allestiti proprio sotto la Nuvola di Fuksas, in una cornice affascinante e suggestiva frutto della maestria di uno degli architetti più noti del nostro paese.

Gli chef

Tra i nomi più noti Iside De Cesare, Daniele Lippi, Francesco Apreda, star assoluta di uno show cooking molto atteso da tutti gli ospiti, Domenico Stile, Giulio Terrinoni che ha incantato i partecipanti con un ingresso ad effetto su una bicicletta ricolma di ortaggi, Roberto Monopoli, Davide Pezzuto, Cristoforo Trapani, Fabio Ciervo, Michelino Gioia, Claudio Mengoni, Roy Caceres, che ha realizzato uno dei piatti in menu della sua nuova avventura Carnal, e Salvatore Bianco. E ancora Andrea Antonini, protagonista, insieme a Gianfranco Pascucci, Antonio Sciullo, Salvatore Tassa e Igles Corelli, di un talk show di grande interesse, Giuseppe Di Iorio e Andrea Pasqualucci autori di due menu esclusivi proposti rispettivamente nelle giornate del 12 e del 13 novembre, e Antonio Gentile che, insieme a Marco Moronni, ha realizzato un ottimo risotto alla zucca con fondo vegetale e cacao.

E poi Stefano Marzetti che, per l’occasione, si è cimentato nella preparazione di una pizza gourmet insieme a Edoardo Papa, Walter Regolanti che ha realizzato la sua iconica zuppa di pesce, e Giuseppe D’Alessio che ha preso parte ad un talk sul tema dell’innovazione e sullo spreco alimentare organizzato dalla Federazione Italiana Cuochi.

Tra i quattro mani che hanno entusiasmato il pubblico anche quello tra Dino De Bellis e Fundim Gjepali con la rivisitazione del classico della cucina romana agnello e puntarelle, e quello tra Mirko Di Mattia e Giuseppe D’Ecclesiis che hanno realizzato rispettivamente baccalà in salsa mugnaia, nduja e pane ai capperi e baccalà mantecato con sfoglia di porro, pompelmo e caviale.

Protagonista di uno degli show cooking della giornata di apertura è stata, infine, la app di food tech b2b Deliveristo. Nel corso dell’esibizione dello chef Alberto Cucciniello di Carter Oblio, che ha realizzato per l’occasione un ottimo piatto a base di bufalo e bufala con verdure, Erica Fifield, responsabile della comunicazione della startup, ha presentato alla stampa questo nuovo progetto finalizzato a metter in contatto i produttori e i ristoratori. Deliveristo è infatti un mercato online che permette a chef e proprietari di conoscere più davicino le aziende e di selezionare con un click i prodotti migliori come salumi, formaggi, conserve e oli, tartufi e verdure.

I premi

Immancabili i premi targati Excellence assegnati nel corso della kermesse a personaggi e realtà del mondo enogastronomico che, durante l’anno, si sono particolarmente distinti.

I premi, consegnati da Pwc e TIM (Main e Platinum Sponsor dell’evento), sono andati ad Alfonso Iaccarino, chef del Ristorante Don Alfonso** con il premio alla Carriera e a Giuseppe di Iorio, chef di Aroma Restaurant* con il premio Chef 2021. Novità dell’anno il premio “Roma Brand Ambassador”, sponsorizzato dal CAR (Centro Agroalimentare Roma) e consegnato nelle mani del tristellato Heinz Beck. Premiata anche Chiara Soldati, forza femminile e nuova generazione della storica azienda La Scolca di Gavi; e Alessandro Cognale, direttore di sala del noto ristorante Achilli al Parlamento.

Gelato World Eritage

Grande attenzione ed entusiasmo ha suscitato nella giornata conclusiva la terza edizione del Gelato World Eritage. Organizzato dall’Associazione Italiana Gelatieri il Challenge ha visto la competizione di sette squadre provenienti da Arabia Saudita, Bulgaria, Cina, Egitto, Giappone, Thailandia e Uzbekistan con l’Italia a fare da padrona di casa. Ognuno dei team ha presentato un gelato realizzato con ingredienti tipici della propria terra di origine.

“Siamo estremamente soddisfatti del successo ottenuto da Excellence2021.” – sottolinea Pietro Ciccotti, ideatore dell’evento ed editore di Excellence Magazine – “il fatto che circa 9 mila persone tra appassionati e operatori affollino quello che è a tutti gli effetti un convegno, è la dimostrazione di come produzione, ristorazione e cura per la materia prima siano ormai entrati a far parte della cultura di un pubblico sempre più vasto. Ed è bello vedere come Excellence, in questo ambito, sia diventato un preciso punto di riferimento”.