Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 28 Gennaio 2021

SpesaSospesa.org, il 2021 non ferma la rete virtuosa che combatte lo spreco alimentare

spesasolidale

Ridurre lo spreco alimentare e l’impatto ambientale facendo solidarietà attraverso una rete virtuosa che unisce chi dona e chi riceve. Questo è lo scopo di SpesaSospesa.org il progetto che, in tempo di pandemia, ha contribuito ad aiutare molte famiglie in stato di difficoltà favorendo anche la riduzione di emissione di CO2.

L’anno appena concluso sarà ricordato a lungo, purtroppo non per avvenimenti positivi. La pandemia degli ultimi 11 mesi ha causato una reazione a catena di eventi tragici e non solo per la salute di milioni di persone ma anche per le condizioni economiche di moltissime famiglie.

Le chiusure dei negozi, delle aziende e delle attività non necessarie, seppur fondamentale per evitare l’incremento dei contagi e il diffondersi del virus, ha provocato l’aumento esponenziale di fragilità economica, che ha interessato purtroppo anche fasce sociali prima lontane dal problema.

Fortunatamente, a far breccia in questi tempi bui, sono state le tante iniziative benefiche che, nel corso dei mesi, sono nate per dare supporto ai più bisognosi.

Una di queste è SpesaSospesa.org il progetto virtuoso che, attraverso una catena solidale e circolare con una base tecnologica fortemente innovativa, ha innescato una rete tra chi dona e chi riceve finalizzata a combattere lo spreco alimentare e l’impatto ambientale attraverso un sistema etico, tracciabile e sostenibile.

spesasolidale

“La lotta allo spreco alimentare è infatti uno degli anelli di questa catena di solidarietà. – ha dichiarato Davide Devenuto, tra i promotori dell’iniziativa – Le aziende possono donare, ma anche vendere all’interno della piattaforma Regusto, mettendo a disposizione degli enti accreditati all’acquisto, le loro eccedenze alimentari con un prezzo etico, che aiuta chi ha bisogno ed evita di produrre sprechi – SpesaSospesa.org è un sistema inclusivo e circolare  che unisce istituzioni, persone, aziende ed enti no-profit attraverso modelli e strumenti innovativi che fanno del digitale il fattore abilitante”.

Il progetto

SpesaSospesa.org è un’iniziativa promossa dal Comitato Lab00 Onlus, fondato da Francesco Lasaponara, consulente di startup a vocazione sociale, dagli attori Serena Rossi e Davide Devenuto, dall’AD di Regusto Marco Raspati, da Flavio Barcaccia – CEO di Nexma, Felice Di Luca, Business Developer di Synesthesia e da Paolo Rellini, Coo & Co-Founder di Regusto.

Nata durante una serie di videoconferenze, SpesaSospesa.org ha fin da subito coinvolto numerosi partner, ricevendo adesioni anche da parte delle pubbliche amministrazioni.

Ad oggi sono undici i Comuni aderenti all’iniziativa: Molfetta, Perugia, Milano, Napoli, Alessandria, Catanzaro, Afragola, Città di Castello, Magione, Granarolo, Unione Montana Parma Est. E molti altri si stanno unendo alla rete di solidarietà circolare.

Tra gli Enti non-profit partner: Banco Alimentare della Lombardia, Terre des Homme, Caritas, Emergency, Croce Rossa Italiana e molte altre associazioni non-profit territoriali.

L’iniziativa ha permesso di raccogliere, da maggio a oggi, 677.000€. Il totale dei prodotti alimentari tracciati nella piattaforma digitale Regusto ammonta a 161.438 kg, di cui venduti 89.118 kg (55%) e donati 72.320 kg (45%). Questo equivale a circa 323 mila pasti distribuiti, traducibile in un risparmio di emissione di CO2 pari a 14.464 Kg.

Ma SpesaSospesa.org non si occupa solo della spesa di generi alimentari. Attraverso la piattaforma sono stati tracciati anche 58.918 prodotti per la casa e l’igiene personale

Come funziona SpesaSospesa.org

Entrare a far parte del team di SpesaSospesa.org è facilissimo. Chiunque può effettuare una donazione attraverso il sito per aiutare chi non può permettersi di pagare la propria spesa. Così, attraverso la piattaforma digitale Regusto, ogni donazione viene tracciata in maniera trasparente e sicura, con la certezza che finirà nelle mani giuste.

Non solo i privati, ma anche le aziende possono donare denaro o eccedenze alimentari, che vengono processate dai Comuni coinvolti agli Enti di beneficienza convenzionati.

Le imprese del settore agro-alimentare e i produttori locali possono donare o vendere le eccedenze a prezzi scontati attraverso la piattaforma Regusto. Le donazioni in denaro arrivano poi alle associazioni presenti sul territorio e utilizzate per l’acquisto di beni di prima necessità dalle imprese aderenti. È poi il network di associazioni no-profit, presenti sul territorio, a distribuirli alle persone con fragilità economiche. 

Tutto questo sempre in maniera assolutamente trasparente. Così si evita lo spreco alimentare di tonnellate di cibi ancora buoni da consumare. Allo stesso tempo permettendo alle associazioni di volontariato di aiutare centinaia di migliaia di persone.

I Parner

Tra le aziende che stanno supportando SpesaSospesa.org troviamo Barilla, Lavazza, Centrale del Latte Alessandria, Yop Melon, Molino Casillo, Morato Pane, Parmalat, Amadori. E poi Esselunga, Di Leo, Pompadour, Vincenzi, Fiorucci, Food Italiae, Amar Food, Cancelloni Food Service. GMF, Sfera Agricola, Pastificio Stroppa, Abruzzo Distribuzione, Made In Carcere, Fuga di Sapori. E ancora Leroy Merlin, Facebook, Sorgenia, Living Brands, NH Hotel Group, K&L Gates, Henkel e Steriltom.