Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 26 Marzo 2019

Trippini Stabile Cotilli: tre stelle sulla spiaggia

Giovedì 28 luglio al ristorante Ugo al Villaggio dello stabilimento Marine Village una cena imperdibile con i tre super chef

Sapori di mare declinati da tre chef di caratura europea: Max Cotilli del Satricvm di Latina, Marco Stabile dell’Ora d’Aria di Firenze e Paolo Trippini dell’omonimo Trippini di Civitella del Lago.

Al ristorante Ugo al Villaggio dello stabilimento Marine Village (Ostia) giovedì 28 luglio va in scena un nuovo appuntamento della rassegna “Le stelle sulla spiaggia”, la kermesse culinaria d’eccellenza in riva al mare che vede protagonisti per tutta l’estate guest di primo livello in cucina con i loro menu studiati ad hoc per l’iniziativa.

A fare gli onori di casa il resident chef Andrea Dolciotti, che introdurrà i clienti alla cena esclusiva con una speciale portata di benvenuto. A seguire, al prezzo straordinario di 45 euro (vini esclusi), Illusione di una melanzana di Max Cotilli; tortelli di grana padano con crema di piselli, ciliegie e caffè di Paolo Trippini e farinata di ceci e salicornia, gamberi rossi siciliani e robiola al lime di Marco Stabile. In chiusura un “dolce dell’estate a sorpresa”.

Prenotazioni ai numeri: 0691908178 e 3355687463

 

GLI CHEF NEL DETTAGLIO

Max Cotilli

Max Cotilli

Max Cotilli: cinquecentouno metri quadri per 30 posti, che danno forma al ristorante Satricvm, nato per far regalare un’esperienza coinvolgente a cinque sensi, per vivere emozioni di gusto. A una cucina di alta qualità si affiancano un servizio curato ed un ricercato progetto d’interni. I colori del Satricvm si ispirano alla natura, un ambiente minimalista ed elegante curato al dettaglio.

 

Paolo Trippini

Paolo Trippini

Paolo Trippini: nasce il 6 marzo 1979 da Angela ed Adolfo. Sin da bambino manifesta una grande passione per la cucina che lo porta ad ottenere la qualifica di “Operatore di cucina”, presso l’Istituto Alberghiero di Spoleto. Successivamente consegue anche il diploma come “Tecnico dei Servizi Ristorativi” e quello di “Coauditore di Ristorante”, a valenza regionale, sempre presso lo stesso Istituto. Dopo varie esperienze in rinomati hotel e ristoranti in tutta Italia e Germania, nel 1999 fa uno stage presso il ristorante di Vissani dove poi torna a lavorare, per un anno, nel 2000. Nel 2006 decide di prendere in gestione il ristorante di famiglia per il quale, nel 2009, riceve il premio “Ristorante dell’anno 2009” della guida Bibenda, il premio “Tavole della birra 2010” dellaGuida Espresso per l’Umbria ed il premio “Buona Cucina” della Guida Touring. Dal 2008 inizia a svolgere docenze presso la scuola del Gambero Rosso a Roma, nel 2011 presso la scuola di cucina Chef Academy a Terni e anche presso lascuola di cucina Niko Formazione a Castel di Sangro. Nel 2014, in occasione del 21esimo congresso Jeunes Restaurateurs d’Europe Italia, lo chef ha fatto il suo ingresso nell’Associazione.Da annoverare, nel curriculum dello chef Trippini, anche la sua preziosa presenza al Padiglione Eataly di Expo Milano 2015.

 

marco stabile

Marco Stabile

Marco Stabile: classe 1973, toscano, promessa mantenuta dell’alta cucina italiana. Importante il suo esordio, accanto a Guido Sabatini; fondamentale l’insegnamento del suo maestro, Gaetano Trovato. Tra le esperienze significative l’apertura de L’Osteria di Passignano della famiglia Antinori, la lunga permanenza da Arnolfo e quella presso Il cavaliere del Castello di Gabbiano dell’azienda enologica Beringer Blass. Al termine di questo percorso, che lo ha portato ad affinare le tecniche e coltivare il talento, Stabile è arrivato al progetto Ora d’Aria dove ha finalmente avuto la possibilità di esprimere al meglio la sua personalità, il suo spirito curioso, cosmopolita ed innovativo forte, però, di una radicata tradizione che è cultura, famiglia, territorio e che ha il coraggio di rivelarsi nella magia di quei sapori che rimandano all’infanzia ma carichi di una straordinaria contemporaneità. Ora d’Aria esaudisce un grande desiderio, l’ingresso nella prestigiosa associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe, nel 2009. Da allora tanti sono i riconoscimenti che lo chef può vantare che premiano la curiosità e la capacità di Marco Stabile di vedere lontano e di anticipare le tendenze; esempio è l’avvicinamento al mondo della birra che gli ha dato modo di confrontarsi con un prodotto versatile, dalle molte identità, indagando un’innovativa prospettiva di cucina. L’impegno è stato tale da portare il ristorante Ora d’Aria ad essere premiato per la carta delle birre, dalla Guida ai ristoranti dell’Espresso, e per la migliore cucina con la birra da Identità Golose. A fine 2011 arriva il riconoscimento più ambito: la prima stella Michelin.