Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Lunedì 24 Settembre 2018

Al bar e ristorante scelgo io!

E’ l’iniziativa di FIPE e Confcommercio Bergamo che proporrà su scala nazionale tovagliette illustrate nei locali per facilitare le ordinazioni a bambini con difficoltà comunicative e stranieri

Bambini con difficoltà comunicative e turisti non faranno più fatica a ordinare una volta seduti al tavolo. Grazie alle tovagliette illustrate del progetto “Al bar e ristorante scelgo io!”, l’iniziativa solidale firmata dalla FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi e da Confcommercio Bergamo per rendere semplici e facilmente intuibili le opzioni dei menu dei locali.

Tutti gli esercizi che aderiranno – l’azione è su scala nazionale – proporranno dunque dei disegni elementari con diciture in italiano e in inglese che approfondiranno la descrizione dei vari piatti e delle bevande.

Così il direttore generale di FIPE, Marcello Fiore: «”Al bar e ristorante scelgo io!” incarna perfettamente lo spirito con cui ogni pubblico esercizio dovrebbe operare: un luogo in cui i clienti possano trascorrere momenti piacevoli e a proprio agio. Un gesto di attenzione semplice ma che conta moltissimo per chi lo riceve, in grado di rendere i nostri locali ancora più inclusivi e accoglienti. Come Fipe ci impegneremo, tra gli obiettivi futuri, a rendere questa iniziativa ancora più completa, ad esempio inserendo le diciture in braille per facilitare le persone non vedenti».

Gli fa eco Oscar Fusini, direttore di Confcommercio Bergamo: «Ci è sembrata un’idea nuova e con un importante impatto sociale. Non solo perché aiuta i bambini in difficoltà ma anche perché fa sentire ben accolte le loro famiglie. Siamo felici che il progetto sia stato sviluppato e proposto su scala nazionale da FIPE. Ci auguriamo possa essere condiviso in molte province».

I simboli utilizzati nelle tovagliette sono mutuati dalla Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), un approccio che sostiene la comprensione linguistica e la comunicazione, nato per i bambini e i ragazzi affetti da autismo e disabilità complesse, ma che sta diventando uno strumento molto usato. In particolare i pittogrammi delle tovagliette sono stati ripresi da Arasaac, un programma gratuito che traduce le parole in immagini.

fipe2