Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Venerdì 14 Dicembre 2018

Apre la mensa per bambini di Amate Amatrice

E’ il primo spazio usufruibile (dal 23 dicembre) del grande villaggio del gusto in costruzione con i proventi della campagna solidale #UnAiutoSubito. Il refettorio ospiterà ad ogni pasto 150 bambini. Aspettando la fine dei lavori prevista per Pasqua 2017, Amatrice ricomincia dalle sue leve più giovani

Il più bel regalo di Natale in questo 2016 non può che essere l’inaugurazione, il 23 dicembre, del primo spazio del villaggio del gusto Amate Amatrice, il progetto (che verrà completato alla prossima Pasqua) frutto dei proventi raccolti con la campagna solidale #UnAiutoSubito – lanciata dal Corriere della Sera con il telegiornale di La7 – e a cui hanno partecipato tanti architetti illustri a titolo gratuito fra cui Stefano Boeri.

Amate Amatrice sarà dunque innanzitutto un grande polo di aggregazione sociale e culturale, oltre che gastronomico, in grado di far ripartire subito e da subito la popolazione colpita drammaticamente dal terremoto della scorsa estate. Un’area da polo da 9mila metri quadrati (che darà lavoro tra l’altro anche a più di 130 persone) per gustare i prodotti locali (verranno coinvolti anche i 9 ristoranti danneggiati), ma pure per incontrarsi, stare e crescere insieme. Per ripartire tutti, insomma.

I primi che entreranno nella grande struttura saranno dunque dal 23 dicembre i bambini, grazie all’apertura e alla completa funzionalità di una mensa da 150 coperti che oltre a sfamare i piccoli sarà teatro di eventi vari e cooking show per ricavati da devolvere in varie opere di ricostruzione e in progetti di assistenza agli sfollati del sisma.

E’ nata ufficialmente una nuova piazza per Amatrice, e Amatrice rinasce un po’ di più con essa.