Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 21 Gennaio 2022

Ecco a voi il Mercato Centrale Roma

Da Firenze arriva nella capitale il format dell’imprenditore Umberto Montano. Nella suggestiva Cappa Mazzoniana della Stazione Termini circa 20 botteghe del gusto testimonieranno l’eccellenza gastronomica Made in Italy. E poi una “dispensa” per lo shopping, il ristorante guidato da Oliver Glowig, l’area caffetteria e birreria

E’ senza dubbio una delle aperture più attese in quel della capitale. Stiamo parlando del Mercato Centrale, il format ideato dall’imprenditore Umberto Montano e che dopo il successo riportato a Firenze da mercoledì 5 ottobre (inaugurazione dalle ore 18) è pronto a sbarcare a Roma, nella monumentale “Cappa Mazzoniana” della Stazione Termini, progettata dall’architetto Angiolo Mazzoni negli anni Trenta per il dopolavoro ferroviario e ripensata (mantenendo intatto lo splendido rivestimento di marmo portoghese del 900 dalle venature grigio rosa) per accogliere il pubblico con un benvenuto all’insegna del meglio del Made in Italy gastronomico.

1900 mq di superficie con 500 posti a sedere per un grande progetto di riqualificazione che si articola su due piani: a terra 20 botteghe artigianali che fanno della qualità della materia prima la loro ragion d’essere, di sopra la dispensa, il vino e la tavola del ristorante.

Un autentico tripudio del gusto tricolore a cui si accederà attraverso due ingressi distinti, uno riservato ai viaggiatori, e quindi direttamente dai binari, e un altro da via Giolitti, aperto a tutti dunque.

mercato-centrale-2

AL PIANO TERRA

Una volta entrati, le eccellenze delle botteghe offriranno un’esperienza culinaria d’eccellenza: ognuna di esse avrà a disposizione un’area per l’esposizione del prodotto e una zona laboratorio per la preparazione e la cottura di esso.

bonci

Il pane di Gabriele Bonci

Nel dettaglio, si troveranno il pane, i dolci, le pizze e focacce del forno tradizionale di Gabriele Bonci; la carne e i salumi selezionati di Roberto Liberati; il pesce fresco di Edoardo Galluzzi dell’Antica Pescheria Galluzzi dal 1984; i Trapizzini riempiti con ricette della tradizione romanesca di Stefano Callegari; i fritti croccanti e saporiti di Martino Bellicampi di Pastella; le paste fresche di Egidio Michelis; i carciofi di Alessandro Conti e i funghi di Gabriele La Rocca; il cioccolato Steiner del cioccolataio Pierangelo Fanti (di Massa Carrara) che venderà anche i fiori recisi; i formaggi prodotti, affinati e selezionati da Beppe Giovale (Piemonte); il gelato e i semifreddi di Cremilla portati al Mercato da Luca Veralli.

liberati

Le carni rinomate di Roberto Liberati

E poi ancora la baguette del Panificio Trionfale; i formaggi e la pizza a spicchi di Romualdo Rizzuti e la pasticceria siciliana di Arà e Carmelo Pinocchietti.

ara

La pasticceria siciliana di Arà

Dal Mercato Centrale di Firenze, infine, gli hamburger di chianina La Torai; i tartufi Savini e le specialità vegane di Veg&Veg.

Al centro di tutta questa ideale piazza l’area caffetteria con le miscele monorigine e blend di Franco Mondi di MondiCaffè e l’area bar con bionde, rosse e nere targate Birra Moretti.

AL PRIMO PIANO

Colpisce lo spazio sperimentale della Dispensa, una credenza virtuale aperta allo shopping dei clienti. A occuparsene un’autentica istituzione delle eccellenze campane: Salvatore De Gennaro, attento selezionatore ed esperto di prodotti ricercati, gli stessi che hanno reso celebre la sua bottega La Tradizione a Vico Equense e di cui si riforniscono hotel e ristoranti di primo livello in tutto lo Stivale.

glowig

Lo chef Oliver Glowig guiderà il ristorante al primo piano di Mercato Centrale Roma

Accanto a quest’area, il ristorante di Mercato Centrale Roma, guidato dallo chef Oliver Glowig: si punta sulla cucina tradizionale romanesca declinata con creatività attraverso l’utilizzo di materie – inutile dirlo – di assoluta freschezza e bontà.

Il Mercato Centrale Roma sarà aperto tutti i giorni dalle 7 di mattina a mezzanotte.

merc2 merc3 merc4 merc5 merc6 merc7 merc8 merc9