Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Lunedì 18 Ottobre 2021

Bologna: inaugura il nuovo ViVo Taste Lab RistorArte

vivo taste lab

Vincenzo Vottero riaccende i fornelli, in un nuovo locale in città, per un connubio tra cucina e arte. Inaugura ViVo Taste Lab RistorArte.

Si ricomincia! Le attività di ristorazione riprendono a lavorare, con alcune limitazioni, ma per Vincenzo Vottero inizia una nuova avventura. Si chiama ViVo Taste Lab RistorArte, che inaugura oggi, mercoledì 28 aprile, su Viale Silvani a Porta Lame a Bologna.

“Questo è un sogno che si realizza, dopo anni di ricerca“ annuncia lo chef, dopo un’attività iniziata con l’Antica Trattoria del Reno nel 2013, seguita poi da altri due progetti il primo a Porta Saragozza e da un’esperienza fuori città, bloccata dalla pandemia.

Il progetto

Il nuovo locale, raccolto e accogliente, può ospitare trenta persone, di cui una parte nel un giardino esterno, il posto ideale soprattutto nelle condizioni attuali.

Una trasformazione radicale quella realizzata, in quello era un tempo un ristorante storico della città, La Pignatta, oggi completamente rinnovato e diventato, con la complicità e la competenza di Licia Mazzoni un “ristorArte”.

La cucina dello chef ben si compenetra con questo nuovo progetto in quanto Vincenzo Vottero già in passato aveva realizzato piatti tematici durate le serate della mostra di  Salvador Dalì a Palazzo Belloni. “ Credo che in qualche modo la cucina sia una forma d’arte e qui è quello che intendiamo realizzare” afferma.

Non a caso il claim è “Vivo RistorArte, dove la cucina è arte e l’arte è nutrimento per l’anima”, suggerisce Licia che tra le mura del ristorante ha realizzato una piccola galleria d’arte che ospiterà alcuni artisti, famosi e no, che cambieranno al passare delle stagioni. A ognuno di loro sarà dedicata una serata speciale, probabilmente su invito. Una cena-evento dedicata all’artista in mostra, durante la quale verranno realizzati dei piatti unici, per i quali lo chef trarrà l’ispirazione dall’artista stesso o come materia prima, o nei colori o nei  contenuti. Insomma, una sorta di connessione emotiva tra l’artista e lo chef.

Per i prossimi tre mesi saranno presenti i quadri la pittrice Valeria Cerutti, le opere della scultrice e pittrice Cristina Scalorbi, mentre il giardino interno sarà dagli valorizzato dagli “artmuro” di Arturo Piana e in permanenza da un’opera dello street artist Moe. 

La proposta gastronomica

In menu i piatti iconici che in questi anni hanno contraddistinto la cucina di Vincenzo. Una cucina fatta di ricerca e innovazione.

Per riaccendere i fuochi dopo la forzata pausa si inizia con i “cavalli di battaglia”. Tra questi l’entrée Falso farro (chicchi di sedano rapa con crema di zucchine, estratto di carota e Parmigiano Reggiano 36 mesi), e poi il Polpo croccante alla farina di ceci. E poi il Risotto di Cipolla e Il vecchio muro, un foie gras con sfoglia di macarons alla liquirizia. O ancora i Tortelloni con ricotta di bufala e spuma di asparagi, la Faraona va a tartufi e il Cervo Nicola.

Non manca, poi, il famoso tortellino “The winner is …” così chiamato per essersi aggiudicato il primo posto sul podio, nel 2016, nella categoria creativi, alla disfida Tortellini Vs Capelet di Castelfranco Emilia. È un tortellino tradizionale in brodo ristrettissimo di faraona e fieno, Parmigiano reggiano Vacche rosse 26 mesi, con caviale di lambrusco e tartufo nero.

Ma per qualche nostalgico della Pignatta, ristorante che si connotava principalmente di pesce,  lo chef ha pensato anche a2 un “omaggio“ come la Catalana di mazzancolle mediterranee con una macedonia di frutta ed una salsa segreta e il Pescato al forno alle verdure. Il tutto in perfetto ViVo style.

Ma il futuro  è dietro l’angolo e Vincenzo Vottero ai suoi ospiti riserverà ancora tante sorprese perché la ricerca continua…

Info utili

ViVo Taste Lab RistorArte

Viale Silvani, 18 – Bologna

Tel: 051.4126498

Mail: vivotastelab@gmail.com

Sito