Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

Cilento, il nuovo sito con la guida interattiva per orientarsi tra cibo e territorio

Un diario di bordo che va da Paestum a Scario, attraversando i Monti Alburni, le famose Dolomiti Campane. Senza dimenticare l’enogastronomia locale, una storia di tradizioni secolari.

PostCardFrom Cilento si è rifatta il look. Interrogandosi sulle esigenze dei visitatori del Cilento, affamati di cibo, bellezza e cultura, le risposte sono già tutte all’interno del novo sito, corredato da una guida interattiva completamente rinnovata. Più moderna, intuitiva, utile. Il Pdf – scaricabile gratuitamente dal sito www.postcardfrom.it – è consultabile in modalità interattiva online, allo stesso indirizzo web. Inoltre, attraverso la geo-localizzazione dell’utente, verranno messi in evidenza tutti i siti di interesse per il turista. Un grande lavoro di ricerca e di accurate segnalazioni, quello messo a punto dal giornalista eno-gastronomico Bruno Sodano. Cinque anni di lavoro per conto dell’Associazione NoProfit “Vivi il Terriotrio”. Sito internet e parte grafica sono stati affidati a Domenico Grottoli della True Bag.

Chi ci è già stato, lo sa bene. Il Cilento, oltre che affascinante, praticamente una regione nella regione, è anche molto ampio, parliamo di circa 80 comuni per una profondità di circa 100 Km. Spesso si pensa alle sue spiagge, all’incantevole costa, ma l’entroterra resta la sua forza. Per tradizioni secolari, per identità, sicuramente per la bellezza.

Dicevamo, la gastronomia. Tanti gli chef accorsi in sostegno del progetto, con ricette e prodotti cilentani da valorizzare: quest’anno, a deliziarci, ci penseranno Nino di Costanzo del ristorante Danì Maison di Ischia e Gennaro Esposito del ristorante Torre del Saracino di Vico Equense,  entrambi due stelle Michelin. In prima fila per la causa, anche il pasticciere Sal De Riso e Giusi Battaglia, volto noto del mondo food, più conosciuta come Giusina in Cucina.

Perché scegliere il Cilento?

Riteniamo rappresenti una delle poche realtà italiane che, nonostante il turismo, è rimasta fedele a sé stessa. Senza piegarsi a ruffianerie acchiappa-soldi, il Cilento si conferma zona wild, pura ed incontaminata. Inoltre, nomen est omen: Ci-Lento,pace e serenità che qui non significano noia, ma quel lento, profondo, introspettivo re-incontro con sé stessi. Una vacanza al giusto ritmo in un territorio che sa accontentare tutti: spiagge, fondali prolifici, lidi organizzati anche per i più giovani e, tornando all’incontro con sé stessi, i percorsi naturalistici. La via Silente resta uno dei progetti più belli per chi ama vivere la natura in bicicletta. Insomma, un’estate a tutto Cilento e, soprattutto, un Cilento per tutti i gusti.

La Dieta Mediterranea

Il Cilento è territorio emblema della Dieta Mediterranea secondo la cosiddetta dichiarazione di Chefchaouen. La città di Pioppi, nello specifico, è la Capitale Mondiale della Dieta Mediterranea: fu proprio lì che il fisiologo americano Ancel Kesys studiò i benefici di questo tipo di alimentazione, evidenziandone la correlazione, in senso benefico, con i rischi cardiovascolari. Perché proprio il Cilento? Cibo sano, pochissimi grassi saturi, consumo regolare di verdura, frutta, cereali, olio extra vergine di oliva, la giusta quantità di vino durante i pasti e soprattutto una buona attività fisica.

Dubbi sulle prossime vacanze?

Vi ricordiamo che la guida “PostcardFrom Cilento” è scaricabile gratuitamente cliccando qui.