Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 28 Gennaio 2022

Epos Bistrot: la cucina autentica di Dino De Bellis approda tra le vigne dei Castelli Romani

epos bistrot

Sospeso tra i filari di vite sulle sinuose colline dei Castelli Romani, a Monteporzio Catone, Epos Bistrot dell’Azienda Vinicola Poggio Le Volpi ha da poco accolto alla guida della sua brigata lo chef Dino De Bellis inaugurando un nuovo corso all’insegna della cucina autentica, schietta e verace.

Su una collina che domina la zona a Sud Est di Roma, Monte Porzio Catone è uno dei piccoli gioielli dei Castelli Romani. Qui, tra filari di vite che si estendono fino a digradare verso la città sorge l’Azienda Vinicola Poggio Le Volpi di Felice Mergè e Rossella Macchia. Al suo interno, situato su due livelli e con un incantevole dehor con vista sulla campagna, si trova Epos Bistrot. Accogliente, informale e conviviale ma dall’eleganza sobria e avvolgente, questo hub di gusto ha da poco accolto alla guida della brigata lo chef Dino De Bellis, uno dei grandi conoscitori della cucina romana e laziale.

Nato e cresciuto proprio tra queste colline, De Bellis è infatti fiero interprete di una cucina del territorio, vocata all’esaltazione e alla valorizzazione delle materie prime locali e delle ricette tradizionali, impreziosite da tecniche moderne e accostamenti vincenti. Dopo anni di peregrinazioni attraverso alcune delle cucine più importanti d’Italia, lo chef ha messo le sue radici proprio a Monte Porzio Catone, sposando in pieno il progetto di Felice e Rossella.

“Abbiamo trovato in Dino un perfetto compagno di viaggio. – dichiara Rossella Macchia – In lui abbiamo ritrovato la stessa filosofia che, da sempre, caratterizza la nostra azienda. L’amore per il territorio e per le materie prime che lo chef trasmette attraverso i suoi piatti, è lo stesso che noi mettiamo nella produzione dei nostri vini qui a Poggio Le Volpi e in Puglia, a Masca del Tacco“.

Il locale

Arredato in stile minimal “country chic”, Epos Bistrot è un ambiente caldo e accogliente che si sviluppa su due livelli. Attraverso le grandi vetrate, la vista è mozzafiato e può esser goduta a ogni ora del giorno e della notte grazie alle luci che, con il buio, fanno risplendere le viti.

A catturare l’attenzione, proprio al centro della sala principale, è l’imponente griglia dove vengono cotte alla brace, su legno di olivo (proveniente dall’uliveto della stessa azienda che produce anche olio extravergine), le più succulenti carni provenienti da ogni parte del mondo come la Phenomena, Black Angus e Galiziana e Fiorentina.

Comode sedute e arredi materici accompagnano gli ospiti nel corso del pranzo e della cena, in perfetta continuità con l’ambiente esterno. Al piano inferiore, lo stesso fil rouge con il territorio circostante assume però caratteristiche più eleganti e preziose grazie alla magnifica barricaia, sede dell’altro gioiello di famiglia, il ristorante gourmet Barrique.

La cucina

epos bistrot
Vellutata di zucca

Una cucina strettamente legata alla tradizione, volta a valorizzare l’autenticità del territorio, ricreando i sapori di un tempo attraverso tecniche innovative e nell’assoluto rispetto della materia prima”: è con queste parole che Dino De Bellis, Executive Chef di Epos Bistrot, descrive la propria filosofia culinaria. A dominare sono dunque i profumi più genuini dei Castelli Romani, veracemente confortevoli ed emozionanti, inno alla territorialità e alla stagionalità.

Ne è un esempio la Vellutata di zucca, funghi cardoncelli, fichi settembrini, germogli e nocciole tostate, un vero e proprio omaggio all’autunno. Un piatto semplice ma non banale, colorato e aromatico, che sa di casa e calore familiare ma che richiama alla memoria il profumo del bosco e delle passeggiate in campagna. Stesse emozioni suscitate dall’entrèe dello chef: Lingua con salsa verde, puntarelle e scorzonera e dalle Polpette di bollito servite con cavolo cappuccio rosso marinato e maionese home made. Un piatto tipico della zona capitolina ma che qui raggiunge l’apice della bontà e della fragranza grazie alla frittura sublime che rende questi bon bon croccanti fuori e fondenti dentro.

Con la pasta all’uovo fatta in casa poi, l’asticella della qualità e della piacevolezza si alza di una tacca. Due le varianti davvero emozionanti: Fettuccine con burro, acciughe del Cantabrico e puntarelle e Ravioli d’anatra con caciocavallo podolico. Due primi piatti sublimi che racchiudono le due anime dell’azienda, a cavallo tra la campagna romana e quella pugliese, lambita ai due lati dal mare.

La stagionalità e l’esaltazione delle materie prime è anche il principale protagonista della sezione del menu dedicata ai secondi. Tra questi spicca il Coniglio ripieno di pane, ciauscolo e olive servito insieme ai finocchi cotti a bassa temperatura e ripassati nel burro. La vera essenza di quello che, tra i più, viene chiamato “comfort food”.

Chiudono in dolcezza i dessert come il Cachi e Castagne, un bignè ripieno di crema di castagne con gel di cachi e panna al rosmarino. O ancora il Al contadino non far sapere a base di pera cotta nel Roma DOC servita con una crème fraiche e gelato di gorgonzola. Un perfetto bilanciamento di dolcezza e sapidità, cremosità e croccantezza.

I vini

Ad accompagnare il menu, ovviamente, i vini a km0 dell’azienda: dalle bollicine dell’Asonia Frascati Brut Metodo Classico 2016, alla piacevolezza di Epos Frascati Superiore DOCG Riserva 2018, dall’eleganza del Donnaluce IGT Lazio 2020 all’aromaticità e alla morbidezza del Roma DOC Malvasia Puntinata 2020, fino alla dolcezza del Cannellino Frascati DOCG Bianco dolce 2016.

Ma la carta dei vini è ampia e variegata e oltre alle etichette di punta di Masca Del Tacco, non mancano referenze di alcune delle aziende vinicole più blasonate del panorama internazionale, con la Francia a farla da padrona grazie alle prestigiose referenze di Champagne, Bordeaux e Borgogna. 

Info utili

Epos Bistrot | Poggio Le Volpi

Via Fontana Candida 3/C | Monte Porzio Catone (RM)

Tel. 06 9416641

Sito