Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 28 Gennaio 2022

Capodanno 2022 a Roma: i migliori indirizzi per brindare al nuovo anno

Con il Natale ormai alle spalle, reduci di tante abbuffate in famiglia, puntuale come ogni anno torna la fatidica domanda: “cosa facciamo a Capodanno?”. Puntuale arriva anche la nostra carrellata di suggerimenti per trascorrere la notte di San Silvestro a Roma (ma non solo).

Capodanno 2022 a Roma: in Hotel

Tra le location più memorabili per trascorrere la notte di Capodanno, ci sono senza dubbio gli hotel. Eleganza, glamour e accoglienza impeccabile sono le principali caratteristiche di questi indirizzi prescelti da chi è alla ricerca di una serata indimenticabile. Magica sarà l’atmosfera in casa Hassler dove il proprietario e general manager Roberto Wirth si prepara ad accogliere gli ospiti negli spazi del ristorante Imàgo per una suggestiva cena degustazione scandita dalle preziose proposte dello chef Andrea Antonini (980 euro).

Per chi ama la tradizione l’indirizzo giusto è l’Hassler Bistrot negli spazi del raffinato Salone Eva: lo chef Marcello Romano sarà un perfetto anfitrione attraverso i piatti della classicità italiana e romana (450 euro a persona).

Ad animare l’ultimo dell’anno dell’Hotel Splendide Royal e del suo ristorante Mirabelle sarà il menu ideato da chef Stefano Marzetti, all’insegna della tradizione ma proposto in una chiave sofisticata e sfavillante, perfetto il Cenone della notte di San Silvestro (700 euro). Sulla sua splendida terrazza Adèle, invece, l’hotel di via di Porta Pinciana proporrà un Capodanno più informale, ma altrettanto esclusivo e coinvolgente con musica dal vivo e la vista incantevole sulla città (300 euro). A pochi passi da questo stesso posto, anche il Sofitel Hotel Roma si prepara alle festività con l’allure sofisticato che gli è caratteristico. Con vista sui giardini di Villa Borghese, il ristorante Settimo con i piatti romantici dello chef Giuseppe D’Alessio sarà la location prediletta per un Cenone di San Silvestro (da 450 euro). A due passi da Castel Sant’Angelo, con la sua ineguagliabile vista su San Pietro, Les Étoiles, Rooftop dell’Hotel Atlante Star darà il benvenuto ai suoi ospiti per trascorrere momenti conviviali con i menu gourmand dello chef William Anzidei, da assaporare all’interno del ristorante o nella splendida terrazza riscaldata (390 euro).

Musica dal vivo e menu degustazione di otto portate, più lenticchie e cotechino, sarà la proposta di Acquolina e del suo chef Daniele Lippi (450 euro a persona). Sette invece le portate studiate da chef Francesco Apreda per il Capodanno negli spazi del suo ristorante Idylio, insignito della prestigiosa stella Michelin (420 euro) all’interno del The Pantheon Iconic Hotel. Per chi, invece, è alla ricerca di un ambiente intimo ma trés chic, l’indirizzo giusto è l’Hotel Vilòn con il suo “secret restaurant” Adelaide e la cucina autentica e ricca di personalità dello chef Gabriele Muro che traghetterà gli ospiti alla mezzanotte con i suoi piatti dall’impronta tradizionale ma dal tocco gourmet.

Per il Capodanno l’Aleph ha preparato una serata speciale, che inizia  con un aperitivo di benvenuto all’Onix Bar per entrare poi nel vivo della Cena di Gala che sarà servita nella sontuosa Hall, rinomata per la bellezza dei marmi che la adornano, e che per l’occasione verrà  vestita a festa con opulente decorazioni e luci natalizie. Allo scoccare della mezzanotte tutti gli ospiti si sposteranno sul Rooftop dell’hotel, dove si brinderà sotto le stelle, e si potrà ammirare lo spettacolo dei fuochi d’artificio sullo skyline dei tetti di Roma.

Musica, spettacoli e fuochi d’artificio saranno il filo conduttore della serata di Capodanno al Rome Cavalieri oltre, ovviamente, alla cucina. Il ristorante La Pegola proporrà il Gran Galà di San Silvestro con il menu stellato dello chef Heinz Beck. Il Salone dei Cavalieri invece accoglierà gli ospiti per il Grand Ballroom con intrattenimento per grandi e bambini e i piatti esclusivi realizzati dallo chef Fabio Boschero. Dalle 22:00 invece, la Terrazza degli Aranci aprirà le sue porte per dare il benvenuto al 2022 per un brindisi di mezzanotte davvero esclusivo.

Capodanno al ristorante

Se invece siete alla ricerca di un cenone di San Silvestro più informale ma altrettanto sorprendente e spensierato, pur nel rispetto di tutte le norme vigenti, le proposte sono davvero tante. Ad aprire le loro porte per la serata di Capodanno saranno tanti ristoranti, da quelli stellati alle osterie di quartiere genuine e dall’atmosfera familiare. Si parte dal Moma, 1 stella Michelin, che, attraverso i piatti dello chef Andrea Pasqualucci, guiderà i suoi ospiti alla mezzanotte tra proposte del territorio e sapori genuini, autentici e riconoscibili ma di grande eleganza (270 euro). Nel quartiere Prati, a due passi dalle vie dello shopping, Enoteca La Torre all’interno di Villa Laetitia, propone un ricco menu con i grandi piatti di mare firmati Chef Domenico Stile (300 euro).

Per un Capodanno fuori dagli schemi, invece, l’indirizzo giusto è Taki OFF (250 euro), il regno dell’istrionico e geniale chef Massimo Viglietti all’interno dello storico ristorante giapponese di Piazza Cavour Taki che, per la sera di San Silvestro, proporrà il menu alla carta con alcuni fuori menu gourmet. In una bolla scintillante di oro e champagne, chi è alla ricerca di esclusività, divertimento e bollicine può trovare la festa ideale da ZUMA Rome, all’interno di Palazzo Fendi. In perfetto stile anni ’20, ispirato a Il Grande Gatsby, il party punterà su un gioco di scenografie, dress code, musica dal vivo, hot spot fotografici e cocktail pensati ad hoc (da 60 a 230 euro a persona).

Incastonato tra i gioielli della Roma papalina, Giulia Restaurant proporrà invece un ricco menu all’insegna dei sapori della tradizione, rivisitati con estro e creatività dallo chef Alessandro Borgo (180 euro). Accostamenti sorprendenti e audaci saranno invece all’insegna del menu di Carter Oblio, ideato dallo chef Ciro Alberto Cucciniello, tra tartufo, ostriche e carne di cervo (150 euro). Crudità di pesce, tartufo e pasta fatta a mano accompagneranno i clienti dell’Osteria dell’Ingegno al brindisi di mezzanotte. All’insegna della creatività, ma con un pizzico di tradizione, sarà il menu ideato da Valerio Braschi per il Capodanno del Ristorante 1978, noto ristorante del quartiere Trieste dall’iconica porta rossa. Poco distante, cannelloni al ragù di cortile, paccheri alla gricia con pere e vitella con tartufo saranno alcuni dei piatti in menu da Bucavino, il ristorante del quartiere Coppedè (95 euro). Tradizione, convivialità e qualità faranno da fil rouge al Capodanno in casa Osteria dei Fratelli Mori, a pochi passi dalla Piramide Cestia. Immancabili i fritti, seguiti da tagliolini al tartufo e costolette di agnello (80 euro). Per un Capodanno in bistrot, da Con.Tro la proposta è ampia e variegata e spazia dal panbrioche fatto in casa agli agnolotti con carne piemontese e caviale (80 euro a persona). Sarà un vero e proprio show dinner quello in programma per la notte di San Silvestro da Argot Prati, tra musica, ostriche e foie gras da abbinare a calici di bollicine o ai cocktail d’autore realizzati dagli abili batender (da 110 a 130 euro).

Per un Capodanno conviviale e dal sapore autentico delle feste passate in famiglia, da Aventina Carne e Bottega, con il suo chef Matteo Militello, sarà protagonista un menu che omaggia le più genuine usanze regionali tra tortellini in brodo, cannelloni e polenta al ragù di cinghiale (100 euro). La carne sarà la protagonista anche del Capodanno in casa The Meat Market a Piazza Bologna, insieme a musica dal vivo e ai cocktail realizzati da abili bartender (85 euro a persona). Da Cresci, invece, a farla da padroni saranno i sapori della tradizione semplici ma confortevoli, una coccola di gusto per salutare in compagnia il 2021 (80 euro a persona). Rimessa Roscioli proporrà invece un menu di San Silvestro davvero variegato tra carne, pesce, salumi e formaggi selezionati, tagliolini e polpette. Tutto abbinato a calici di vino di qualità (180 euro).

La tradizione sarà anche il fil rouge delle festività da Il Marchese, il ristorante e amaro bar di via di Ripetta, con le proposte dal sapore verace del giovane cuoco Daniele Roppo (da 170 euro a persona). Nel cuore del Rione Monti, il Capodanno di Cuoco e Camicia sarà invece all’insegna dei sapori internazionali tra spezie (come zenzero e pepe sechuan), salse orientali come la teriyaki e incredienti esotici come pak choi e passion fruit (130 euro a persona). A Campo de’ Fiori, sarà invece un Capodanno più tradizionale all’Hosteria del Grappolo d’Oro tra cappelletti in consommè e guancia brasata al Barbaresco (120 euro a persona). Al Circo Massimo, da Numa, per la notte di San Silvestro il menu alla carta sarà invece accompagnato da piatti speciali a base di pesce e all’insegna della tradizione.

Le calde atmosfere natalizie impreziosite dalla personalissima cucina di pesce di Mirko di Mattia caratterizzeranno la cena di San Silvestro del ristorante Livello 1, insieme a tanto divertimento e allegria (150 euro). Sempre il mare sarà il fil rouge del menu di Capodanno di Properzio, l’osteria del quartiere Prati capitanata dallo chef Daniele Faia (100 euro), e di Pesciolino, in via Belsiana, a due passi da Piazza di Spagna, che ha da poco accolto nel suo team il giovane chef italo brasiliano Gabriel Lucca (130 euro). Bollicine, pane home made e degustazione di olii daranno il via al Capodanno (e al pranzo del 1 gennaio) di Aqualunae Bistrot che proseguirà con un menu omaggio alla tradizione di mare (115 euro).

Musica live con l’artista brasiliana Mariangela Morais e raffinate contaminazioni sudamericane saranno invece le parole chiave delle festività in casa Elegance Cafè, nel quartiere Ostiense di Roma (da 140 euro a persona). Stile parigino e classicità romana saranno invece le caratteristiche del Capodanno di Casa Coppelle tra astice, cacio e pepe e piccione affumicato (da 240 a 490 con vini inclusi). Le uova, in tutte le loro forme e accezioni, saranno le protagoniste del menu di San Silvestro di Eggs (140 euro a persona). Via libera al bignè carbonaro e a l’uoRo con crema di patate, caviale e foglia d’oro. Musica e bollicine, ma soprattutto un menu d’eccezione che intreccia i sapori del mare alle invitanti proposte di terra, caratterizzeranno il Capodanno di 5e28 a San Giovanni, tra innovazione, tradizione e convivialità.

Capodanno Fuori Roma

Per un Capodanno lontano dal caos cittadino verso il mare dove soffia la brezza ricca di iodio, Lux Restaurant e Lounge a Ostia propone il menu studiato dalla chef Micaela Di Cola alias Mikychef, vocato all’eccellenza del litorale, fatto di ricerca, sapienza e tecnica (120 euro a persona). Dedicato al mare e alle sue ricchezze sarà anche il cenone de Il Vistamare, gioiello dell’Hotel Il Fogliano di Latina, un luogo lussuoso e accogliente che si specchia tra le onde e il cielo (160 euro). Il profumo di mare sarà preponderante anche nel Capodanno di Forme, il ristorante nato all’interno delle mura storiche di Formello.

Ma se siete alla ricerca di un cenone di San Silvestro lontani dalla città, ma non troppo, e in una location suggestiva e di grande fascino ed eleganza, all’interno dell’azienda vinicola Poggio Le Volpi a Monteporzio Catone, il Capodanno sarà in barricaia, negli spazi del ristorante Barrique, tra preziosi arredi e meravigliose botti in legno (190 euro a persona con vini in abbinamento).

Sulla strada Nettunense, invece, in località Le Ferriere, il ristorante Satricvm e il suo chef Max Cotilli accoglieranno gli ospiti con un menu sopra le righe. Ogni piatto, infatti, sarà ispirato a uno dei grandi chef incontrati da Cotilli nel corso della sua carriera (150 euro).

Allontanandoci da Roma, verso la Costiera Amalfitana, l’Hotel Raito apre eccezionalmente le sue porte per il Capodanno all’insegna di una cucina d’eccellenza firmata dall’Executive Chef Francesco Russo. La proposta prevede cenone di gala e pernottamento di 1, 2 o 3 notti in un’elegante camera doppia o matrimoniale, welcome drink e omaggio in camera, breakfast al risveglio.

Se volete lasciarvi alle spalle la Capitale poi, nella laguna di Venezia il Molino dell’hotel Hilton propone un ricco buffet con una selezione di prelibatezze, mentre in un ambiente raffinato ed elegante del Ristorante Aromi c’è la cena di gala, dove lo chef Luca Nania. Inoltre, in hotel, è possibile pernottare in comode camere e suite con vista sulla città.

Per chi, invece, è alla ricerca della quiete della campagna, in Umbria, più precisamente vicino Todi, Borgo Petroro si prepara ad accogliere i clienti con la sua austera e rara bellezza, tipica dei manieri medievali. Qui, luci fiabesche e un menu d’eccezione, realizzato dallo chef Oliver Glowig presso il ristorante Locanda Petreja, saranno le parole chiave del Capodanno 2022 (170 euro a persona). Sempre nella campagna umbra, a Città della Pieve, il Vannucci Hotel e il suo proprietario e general manager Roberto E. Wirth, apre le sue porte per Capodanno in un’atmosfera magica, preziosa e senza tempo con i menu del ristorante Zafferano (da 353 euro).