Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 28 Gennaio 2022

Imola: porte aperte per Scrambler Ducati Food Factory

scrambler ducati food factory

Inaugura a Imola il nuovo Scrambler Ducati Food Factory il progetto che unisce il famoso marchio di moto alla tradizione culinaria italiana e regionale tra tagliatelli, balanzoni, pizza e burger.

Appassionati di moto e non sono i benvenuti nel nuovo Scrambler Ducati Food Factory, aperto da pochissimi giorni a Imola.

Si tratta della terza tappa emiliana di un progetto iniziato nel 2017 con l’apertura a Bologna, in via Stalingrado 27, del primo locale, che lega lo storico marchio Ducati alla tradizione culinaria italiana.

L’idea di partenza è stata proprio quella di unire una delle eccellenze della Motor Valley, come viene denominata l’Emilia, territorio in cui di sono concentrati famosi brand del mondo automobilistico e motoristico, ai prodotti della Food Valley (è infatti la regione italiana che ha più attestati di Dop, Doc e Igp in Italia n.d.r).

Il nuovo ristorante, che ha sede nella periferia imolese in una zona industriale che rispecchia lo stile Land of Joy Scrambler®, offre un’ atmosfera minimal dal sapore un po’ vintage, in cui si ritroveranno piacevolmente gli amanti della vita “on the road”.

Il menu

scrambler ducati food factory

La proposta in carta privilegia la tradizione gastronomica regionale, soprattutto nei primi piatti di pasta fresca, con i grandi classici; tagliatelle, tortellini, gramigna e balanzoni (tortelloni verdi ripieni di ricotta e mortadella n.d.r.) e nei taglieri di salumi tipici selezionati da aziende romagnole, accompagnati da pizza bianca.

Ma uno dei fiori all’occhiello, che identifica l’italianità, è sicuramente la pizza, punto di forza del menù. È proposta alta e soffice oppure bassa e croccante, nella versione classica e gourmet, anche al tagliere. L’impasto è composto da farine biologiche, macinate a pietra, ad alto contenuto proteico e con una lunga lievitazione.

A completare il menù gli immancabili hamburger di carni selezionate proposti in cinque versioni e serviti con le patate fritte.

Sempre nella logica di privilegiare la territorialità anche la carta dei vini, che accompagna i piatti, punta su aziende locali, mentre per birra si spazia sulle specialità delle altre regioni.

Il format

L’obiettivo di questo format è l’essere ambasciatore nel mondo di due punte di diamante del nostro paese, come ha dichiarato Massimo Masetti, AD della Oxygenium, la nuova società titolare del progetto di espansione dei format food a brand Ducati: “Lo Scrambler Ducati Food Factory di Imola è solo il primo ristorante del network che stiamo pianificando e vogliamo sviluppare, e Imola rappresenta il giusto punto di partenza. Il progetto si fonda sull’unione di due eccellenze italiane: la cultura del cibo e la passione per i motori, della quale Ducati rappresenta la piena essenza nel mondo. Siamo convinti che a livello nazionale, e ancora di più sul mercato internazionale, ci sia bisogno di valorizzare le nostre eccellenze, che trovano un perfetto connubio nei nostri ristoranti.”

Il binomio cibo-motori ha molta attrattiva e sembra che già alcuni stati si siano fatti avanti per avviare il franchising. Tra questi Grecia, Gran Bretagna e Germania, quest’ultima interessata vista la presenza di molte comunità italiane  e di un grande seguito di centauri.

Non resta che attendere…

Info utili

Scrambler Ducati Food Factory

Via Primo Maggio 49, Imola

Sito