Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Libri

L’eleganza nel gusto: il libro di Goeldlin che riunisce 88 chef per beneficienza

l'eleganza nel gusto-Goeldlin

Lo scorso 28 gennaio a Identità Golose Milano, dinanzi a un nutrito parterre di chef e grandi protagonisti della cucina italiana, Antonio Goedlin, il sarto più amato dagli chef, ha presentato il suo primo libro “L’eleganza nel Gusto – 88 ricette di 88 grandi eccellenze”. Tra ricette e ritratti di chef, un libro dal fine benefico a sostegno di Food for Soul, la no-profit di Massimo Bottura.

Anni di dedizione e sacrifici sempre alla ricerca dell’eccellenza, riassunti tutti nel breve tempo di una cena e magari concentrati tutti in un piatto, in un’unica grande esperienza gastronomica. Pochi hanno l’occasione di sbirciare dietro le quinte di un grande ristorante e scoprire quanti elementi devono incastrarsi perfettamente per raggiungere il successo.

Ognuno fa storia a sé, ma dietro c’è sempre il duro lavoro e la passione di tanti uomini e donne, che amano immensamente il loro lavoro, e inseguono quotidianamente la perfezione, rinunciando sin da giovanissimi a molto, per vivere la maggior parte del loro tempo tra i fornelli o nella sala del loro ristorante. Al loro fianco c’è un mondo di professionisti e fornitori, che contribuiscono come una squadra al successo dei loro progetti. Tra essi c’è anche Antonio Goeldlin, imprenditore napoletano, che dal 1989 col suo laboratorio realizza abbigliamento professionale di alta qualità, e che nel tempo si è affermato come brand di moda prediletto per le divise da lavoro dei grandi chef italiani.

In questi lunghi anni, tantissimi grandi protagonisti della cucina contemporanea si sono affidati a Goeldlin per i loro abiti da lavoro. Antonio come loro sin da giovanissimo ha sempre lavorato duro, puntando con la sua sartoria a raggiungere il massimo, e comprendendo sin da subito quanto l’eleganza, il comfort e la qualità dei tessuti per la creazione di un capo su misura, non solo comodo ma anche bello, potessero dare un grande contributo al benessere degli chef.

Negli anni con molti di loro Antonio ha creato un rapporto di fiducia e di stima, che spesso è sfociato in una grande amicizia, ed è per omaggiare i tanti chef e maestri della grande cucina italiana che ha conosciuto, e raccontare il lungo viaggio nel mondo della ristorazione della sua azienda al loro fianco, che è nata l’idea di scrivere il libro “L’eleganza nel gusto – 88 ricette di 88 grandi eccellenze” presentato a Identità golose il 28 gennaio.

Nel libro 88 ricette firmate da altrettanti chef, stellati e non, spaziando anche tra pizzaioli e pasticcieri, tutti grandi rappresentanti dell’arte culinaria italica.

«Per me è un grande privilegio poter raccontare 88 grandi personalità della nostra cucina – ha commentato Goeldlinattraverso le loro grandi creazioni, con una narrazione emozionante e personale. Un modo per celebrarli e per ringraziarli per essersi fin da subito affidati a me, al mio estro e alla mia follia, scegliendo le mie divise per le loro cucine».

Nel volume “L’eleganza nel gustoGoeldlin dopo una breve introduzione in cui spiega la sua visione, resta dietro le quinte come accade nelle grandi cucine degli chef che veste, ma si intuisce la grande stima e l’apporto positivo che questi professionisti riconoscono al suo lavoro. Come testimoniano nella prefazione i fratelli Chicco e Bobo Cerea, chef tre stelle Michelin del ristorante Da Vittorio «Una grande cucina si costruisce con tanti elementi diversi. L’abbigliamento è uno di questi e la divisa da chef diventa una seconda pelle. Ma deve essere pratica, funzionale e deve rispettare lo stile dello chef che la indossa, perché quando lavori comodo, lavori meglio».

Una stima confermata anche da Ernst Knam, maitre chocolatier, intervenuto durante la presentazione del libro” L’eleganza nel gusto” a Identità golose: ”L’amicizia tra me e Antonio è nata due anni fa ed è molto molto forte. Ritengo che il suo lavoro sia molto importante, perché dal lavapiatti all’executive chef quando si lavora in cucina per riuscire a trasformare il cibo in qualcosa di veramente buono, esser vestiti bene e puliti è fondamentale. Antonio in questo è un pioniere perché ha portato in questo campo tutto il sapere della grande sartoria napoletana, che per me è la numero uno al mondo”.

Antonio Goedlin

Goeldlin senza fare grandi panegirici o affidarsi a una narrazione autoincensatoria, evitando l’ennesima agiografia degli chef o dell’imprenditore, insieme all’editore Barbara Carbone e grazie al lavoro della progettista grafica Lara Soffientini, sceglie in questo libro di far parlare in primis “il lavoro”, mettendo al centro la Cucina e gli uomini che la vivono ogni giorno. Ne “ L’eleganza nel gusto– 88 ricette di 88 grandi eccellenze” il racconto di queste grandi personalità della nostra gastronomia è affidato a una carrellata di ritratti fotografici d’autore, ricette e foto artistiche dei piatti, che meglio li rappresentano, riuscendo così a restituire senza tante parole, l’identità e i tratti distintivi di ciascuno di essi.

Non un “house organ” o un semplice libro di ricette dunque, ma un libro da cui imparare i segreti degli chef per realizzare un piatto eccezionale, così il lettore può arrivare dritto all’essenza dell’uomo che lo ha concepito. Perché è proprio in quei segreti, che la vera personalità di uno chef può rivelarsi, se la si sa leggere.

Barretta di cioccolato, spezie, passion fruit, granita di arance amare- Annie Feolde

Il piatto, in questo modo, diventa il tramite di un linguaggio espressivo, narrativo, che insieme allo scorrere delle bellissime immagini fotografiche presenti nel volume, diventa un flusso emozionale continuo. “Un’emozione travolgente dettata dai quei ricordi fatti di persone, viaggi e momenti che fanno sì che oggi ognuno di noi possa essere ciò che è” ha aggiunto Antonio Goeldlin.

Le ricette di “L’eleganza nel gusto”

E sfogliando questo libro c’è molto da imparare e di cui emozionarsi se si ama l’alta cucina attraverso i segreti di ricette straordinarie come, solo per citarne qualcuna: il ‘Kaki Armagnac’ di Mauro Golagreco (Mirazur), ‘Quel cavolo di risotto’ di Chicco Cerea (Da Vittorio), il ‘Rombo alla brace e salsa bruciata’ di Mauro Uliassi (Uliassi), la ‘Tartare di coregone‘ di Norbert Niederkofler (Rosa Alpina), lo ‘Spaghetto aglio, olio e peperoncino con palamita e tonno’ di Alfonso Iaccarino (Don Alfonso) o la ‘Spirale estiva’ di Ernst Knam.

Il ricavato del libro a sostegno di Food for Soul di Bottura

Massimo Bottura

Ma dietro questo libro c’è molto di più, perché “L’eleganza nel Gusto”non si limita a raccontare il percorso umano e professionale di Goedlin e i grandi protagonisti della cucina italiana che lo hanno segnato, ma è anche un libro a scopo benefico.

Il ricavato della vendita del volume, infatti verrà interamente devoluto a Food for Soul, l’Associazione no profit di Massimo Bottura e Lara Gilmore da tempo impegnati a promuovere il recupero delle eccedenze alimentari sostenendo, al tempo stesso, un cambiamento sociale e un sistema più equo e sostenibile.

Goeldlin in merito all’iniziativa benefica ha commentato:

«È un vero onore poter contribuire al nobile lavoro che Massimo e Lara fanno da anni con la loro associazione Food for Soul, un importante progetto culturale che riesce a dare luce e voce al potenziale inespresso di persone, luoghi e cibo».  

Gli 88 protagonisti

Nel libro puoi scoprire le ricette di questi 88 grandi chef (in ordine alfabetico): Fabio Abbattista, Luca Abruzzino, Andrea Aprea, Corrado Assenza, Pepe Aversa, Matteo Baronetto, Raffaele Barlotti, Paolo Barrale, Enrico Bartolini, Italo Bassi, Luciano Bifulco, Christoph Bob, Gabriele Bonci, Renato Bosco, Cristina Bowerman, Maria Cacialli, Riccardo Camanini, Martina Caruso, Moreno Cedroni, Caterina Ceraudo, Bobo Cerea, Chicco Cerea, Maria Cicorella, Enzo Coccia, Mauro Colagreco, Fabrizio Condurro, Iside De Cesare, Salvatore De Riso, Gino Fabbri, Alberto Faccani, Loretta Fanella, Annie Fèolde e Riccardo Monco, Michelina Fischetti, Simone Fracassi, Anthony Genovese, Paolo Gramaglia, Vincenzo Guarino, Peppe Guida, Alfonso Iaccarino, Ernesto Iaccarino, Agostino Iacobucci, Domenico Iavarone, Gianfranco Iervolino, Takeshi Iwai, Tomaz Kavcic, Ernst Knam, Felix Lo Basso, Tony Lo Coco, Berardino Lombardo, Vitantonio Lombardo, Jacopo Malpeli, Giuseppe Mancino, Giovanni Mandara, Luca Marchini, Rosanna Marziale, Francesco Mascheroni, Stefano Mazzone, Antonio e Fabrizio Mellino, Gennaro Nasti, Norbert Niederkofler, Simone Padoan, Pasquale Palamaro, Alfonso Pepe, Wicky Priyan, Andrea Ribaldone, Ivano Ricchebono, Antonella Ricci, Angelo Sabatelli, Marco Sacco, Claudio Sadler 152 Luigi Salomone, Ciro Salvo, Lino Scarallo, Emanuele Scarello, Sandro e Maurizio Serva, Pier Daniele Seu, Felice Sgarra, Vinod Sookar, Gino Sorbillo, Francesco Sposito, Peppe Stanzione, Irina Steccanella, Ciccio Sultano, Pasquale Torrente, Cristian Torsiello, Cristoforo Trapani, Mauro Uliassi, Viviana Varese.

Articoli correlati

Flos Olei 2017: l’EVO italiano al top nel mondo

Francesco Gabriele

“Non si è mai mangiato così bene”: è online la nuova Guida di Identità Golose

Annalisa Leopolda Cavaleri

Guida alle migliori Gelaterie d’Italia 2017

Francesco Gabriele