Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 20 Ottobre 2020

Nuova vita per Raricella 1869, il bistrot palermitano dall’anima gourmet

Raricella 1869

Buone notizie per gli amanti del cibo di qualità e del buon vino. Raricella 1869, il bistrot banco e cucina con ristorante ed enoteca è pronto a ripartire, dopo il difficile periodo che ha investito la ristorazione a causa dell’emergenza sanitaria globale, con una nuova proposta enogastronomica che strizza l’occhio alla cucina “gourmet” senza perdere di vista la ricca proposta del territorio e i richiami alla sicilianità di cui è intrisa.

Negli accoglienti locali a Portella di Mare, frazione del comune di Villabate in provincia di Palermo, lo chef di casa Raricella 1869, Walter Sanfilippo, è pronto ad accogliere e a stupire gli avventori con una formula tutta nuova che prevede “Banco e Cucina” trasformando il bistrot della provincia palermitana in ristorante–enoteca gourmet che racchiude un’autentica passione per la cultura culinaria, che affonda le sue radici nel lontano ‘800, e per l’eccellenza della tavola.

La storia di Raricella 1869 è una storia di passione e dedizione, nata con l’apertura di un negozio di legnami e coloniali, quello di Giovanni Radicella, divenuto, in seguito, una pizzicheria destinata a scrivere presto, per mano degli eredi, il racconto di una tradizione enogastronomica di altissima qualità.

La storia

Da “Radicella”, a “Raricella”, il passo è breve. L’attività di famiglia è stata, infatti, protagonista di una serie di trasformazioni, un continuo rinnovamento il cui  filo conduttore è sempre stato la qualità dell’offerta e l’abnegazione per il proprio lavoro.

La famiglia Ganguzza, dopo aver acquistato l’attività dall’avo, ha perseguito con passione il sogno iniziato con l’antica pizzicheria di famiglia e dando vita ad un progetto, del tutto innovativo, che apre a una nuova prospettiva per la ristorazione siciliana.

La passione per l’arte culinaria e per i prodotti gastronomici di alta qualità nasce insieme al capostipite della famiglia Ganguzza, Giuseppe, che ha dedicato gran parte della sua vita alla ricerca dell’eccellenza, nelle migliori botteghe del tempo dove selezionava personalmente e con massima cura i prodotti. In seguito alla precoce scomparsa della moglie, Giuseppe, si occupava della cucina in casa Ganguzza riuscendo a fare- è proprio il caso di dire- “di necessità virtù”.

La passione  per l’arte culinaria è stata così trasmessa ai suoi tre figli maschi, che hanno abbracciato la passione del padre facendola propria. trasmettendola, a loro volta, di generazione in generazione, in un crescendo di passione e ispirazione.

Ai giorni nostri

Partendo dalle proprie radici l’attività di famiglia ha subito una  trasformazione che riflette la crescita personale e professionale della famiglia che lo gestisce senza snaturarne le origini bensì rendendola oggi la perfetta evoluzione di un concept gastronomico al passo con I tempi e, per certi aspetti, anche precursore di un’idea di cucina  destinata ad affermarsi nel futuro. 

Raricella 1869 si evolve portando con sé i principi trasmessi dal capostipite della famiglia Ganguzza, dalla passione per l’arte culinaria, alla cura del dettaglio all’attenzione nella selezione delle materie prime, valori  di cui, oggi più che mai, appare intriso. 

raricella 1869

Alle redini dell’attività c’è adesso Antonino Ganguzza, Nino per gli amici,  figlio di Gaetano e anima innovatrice, che ha dato impulso vitale all’intero progetto così come si presenta oggi.

Raricella 1869: la proposta gastronomica

In primo piano la qualità delle materie che compongono i piatti dell’ampia offerta gastronomica di Raricella 1869 che coniuga la tradizione con uno stile contemporaneo e originale. 

Accanto agli ottimi prodotti della salumeria, l’accurata selezione di carni e prodotti caseari tra i migliori dell’intera penisola, accompagnati da una carta dei vini che attraversa l’intera penisola da nord a sud, sarà possibile provare  le proposte di “Banco e Cucina”, che, con la sua piacevole atmosfera conviviale, è il luogo ideale per gustare piatti sfiziosi con la qualità sempre al primo piano. Oppure, ancora, si possono gustare un pranzo o una cena nella cornice più intima della saletta ristorante in cui il servizio è quello dell’alta ristorazione.

E non è tutto. Raricella, continuando l’antica tradizione della salumeria di famiglia, propone al banco, al centro del locale, i migliori prodotti di altissima qualità a disposizione, ogni giorno, del pubblico degli affezionati clienti.

Una formula ricca e attuale che accompagna l’ospite per tutta la giornata fino al dopo cena. Un luogo dove i sapori genuini della tradizione si fondono con un estro culinario moderno e ricercato e accolgono un pubblico dalle esigenze più eterogenee, accomunate dalla passione per la buona tavola.

Qui il giovane chef Walter Sanfilippo, 37enne figlio d’arte, è al timone della cucina del locale sin dalla sua apertura  destreggiandosi con grande maestrìa tra formaggi unici, salumi pregiati, tartufi e vini di alto livello, con cui prepara piatti legati “a doppio filo” al territorio e alla tradizione. 

Il menu

In occasione della presentazione alla stampa del nuovo menù abbiamo assaggiato alcuni dei piatti che sarà possibile gustare d’ora in poi in cui lo chef ha seguito un filo conduttore unico per ospiti onnivori e vegani mostrando grande versatilità e creatività nel modulare la proposta senza cadere mai nella banalità. 

Dopo una ghiotta entreè di spuma di bufala e datterino giallo, è stata la volta di un tortino di patata viola con panna acida e acciuga sostituita, nella proposta veg, da sfere di papaya.

Sorpendente l’equilibrio dell’uovo pochet in crostone di barbabietola su salsa al porro e della cialda di parmigiano con bufala e chutney di mango.

Seguono gli assaggi di quattro primi di cui, l’apparente semplicità unità alla maestrìa nell’esecuzione, rappresentano il vero biglietto da visita della cucina di Walter. In sequenza paccheri con crema di zucca e broccoletti, mezzaluna farcita con porcini e crema di latte, noce al tartufo e miele, pasta con lenticchie e un superbo spaghetto al pomodoro che, da solo vale il viaggio, in cui la dolcezza della salsa di pomodori del piennolo li rende perfetti anche come “dessert”. Consigliatissimi. 

Info utili

Raricella 1869
Via Nazionale, 6 – 90036 Portella di Mare (PA)
Tel: 091/7908874
Orari:
Lunedì: 10:30 – 15:30
Martedì-Sabato: 10:30 – 15:30, 17:30 – 23:30
Domenica: 11 – 15:30

Sito