Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 26 Marzo 2019

Open Baladin Fest: 20 anni di birra viva

Il birrificio piemontese celebra il suo prestigioso compleanno con una tre giorni di appuntamenti birrari a Torino dal 2 al 4 settembre. In programma anche due “cotte pubbliche” in piazza

Duecento birre presentate da altrettanti birrifici, rigorosamente artigianali, non pastorizzate (quindi vive) e tutte, ma proprio tutte, presentate e descritte nel corso dei tre giorni. Quale tre giorni? Quella di Open Baladin Fest, la rassegna birraria dell’omonima beer firm in scena con la sua terza edizione dal 2 al 4 settembre a Torino, piazzale Valdo Fusi.

I protagonisti saranno dunque i mastri birrai, invitati a raccontarsi e a raccontare le loro birre. Con loro ci sarà Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, l’esperto di birre più famoso d’Italia che introdurrà agli stili, ai birrifici e racconterà come si degusta una birra creando dei veri e propri momenti di formazione birraria.

Durante la kermesse verranno prodotte due birre in tempo reale in piazza attraverso due “cotte pubbliche”, il sabato e la domenica pomeriggio: verrà illustrato il processo di produzione in tutte le sue fasi e saranno raccontati i processi, le materie prime, gli strumenti necessari per la lavorazione, con lo scopo di far capire che tutti possono prodursi la propria birra diventando homebrewer.

In programma tutti i giorni poi “Il salotto con il Birraio” condotto da Kuaska (come detto sopra).

La degustazione di birra verrà accompagnata dall’offerta di sette cucine di strada italiane: Le polpette di NORMA Polpetteria Artigiana (Piemonte); Quelli della Bombetta della valle d’Itra (Puglia); il Lampredotto e la trippa fiorentina (Toscana); Lo gnocco fritto (Emilia Romagna); La patata ripiena di Poormanger (Piemonte); La paranza nel cono, selezione pescheria Gallina (Piemonte). A completare la proposta culinaria, saranno i fritti e gli hamburger che utilizzeranno nella ricetta Presidi Slow Food, preparati da Open Baladin Torino.

Nei tre giorni di festival verranno raccolte le email di adesione ad una campagna di crowdfunding che Baladin lancerà nel mese di ottobre per finanziare e far conoscere il parco che ospita il nuovo birrificio (inaugurato a luglio). Ad ogni appassionato che fornirà il suo indirizzo email verrà regalata una spilletta del “Baladin Open Garden” e verrà avvertito dell’avvio della campagna online.

E poi a corredo dell’iniziativa scuola di skate, live painting, radio show e dj set.

Orari: venerdì 2 settembre dalle 18 all’una di notte; sabato 3 e domenica 4 settembre dalle 11 all’una di notte. Maggiori informazioni: www.baladin.it.