Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Ristoranti

Ristoranti d’Italia 2023: tutti i premiati dal Gambero Rosso

ristoranti d'italia 2023

Premi Speciali, Boccali, Cocotte, Mappamonti, Bottiglie, Gamberi e Forchette. Ecco chi sono tutti i premiati dal Gambero Rosso nella Guida Ristoranti d’Italia 2023.

Si è conclusa pochi minuti fa a Palazzo Brancaccio a Roma la presentazione ufficiale della guida Ristoranti d’Italia 2023 del Gambero Rosso. Un appuntamento molto atteso da tutto il comparto della ristorazione che ha visto riuniti insieme, per tutta la mattinata, i guru della ristoranzione italiana ma anche un ricco parterre di addetti e giornalisti del settore.

Qui di seguito i premiati.

Premi Speciali

PREMIO CUOCO EMERGENTE ALESSANDRO NARDUCCI
Jorg Giubbani – Orto by Jorg Giubbani

PREMIO NOVITÀ DELL’ANNO
Chic Nonna – Firenze

PREMIO INNOVAZIONE IN CUCINA
Alberto Gipponi – Dina – Gussago (BS)

RISTORATORE DELL’ANNO
Giancarlo Perbellini – Trussardi alla Scala – Milano

RISTORANTE CON LA MIGLIOR PROPOSTA DI PASTA
Enoteca La Torre a Villa Laetitia – Roma

MIGLIOR PANE IN TAVOLA
Tre Olivi – Savoy Beach – Paestum (SA)

RISTORANTE CHE VALORIZZA L’OLIO EVO
George Restaurant – Parkers Hotel – Napoli

RISTORANTI CON LA MIGLIOR CREAZIONE A BASE DI FORMAGGIO
– Consorzio – Torino
– Irene – Firenze
– Red – Lecce

MIGLIOR MENU DEGUSTAZIONE
Madonnina del Pescatore – Senigallia (AN)
Il menu senza pesce voleva essere una provocazione. – dichiara lo chef – Poi è diventata una cosa seria. Volevo usare ingredienti vegelati e animali che in questi 38 anni non avevo usato, con la stessa delicatezza con cui preparo il pesce. Abbiamo scelto un bel percorso che esplora il futuro ma finisce col passato”.

MIGLIOR PROPOSTA VEGETARIANA
– Gramen – Gragnano (BS)
– Reale – Castel di Sangro (AQ)
– Tenerumi – Vulcanello (ME)

“Un premio importante. – dichiara Niko Romito – Ad aprile abbiamo deciso di trasformare il menu degustazione in un menu vegetale con delle scelte anche coraggiose. Appena ho lanciato questo menu ho avuto delle disdette al ristorante. Non è stato facile commercialmente però non è stata una scelta per seguire una moda. Per noi il vegetale rappresenta oggi una nuova creatività”.

MIGLIOR PRE DESSERT
Il Marin – Eataly Genova

PASTRY CHEF DELL’ANNO
Angelica Giannuzzi – Pashà – Conversano

MIGLIOR PROPOSTA AL BICCHIERE AL RISTORANTE
La Bandiera – Civitella Casanova (PE)

MIGLIOR PROPOSTA AL BICCHIERE AL WINE BAR
Enoteca Nero d’Avola – Cataldo (CL)

MIGLIO PROPOSTA DI BERE MISCELATO
Gucci Osteria da Massimo Bottura – Firenze

MIGLIO CARTA DEI DISTILLATI
300mila – Lecce

MIGLIOR MISE EN PLACE
Kresios – Telesio Terme (BN)

MIGLIOR SERVIZIO DI SALA
– Don Alfonso 1890 – Sant’Agata sui due Golfi (NA)
– Villa Crespi – Orta San Giulio (NO)

“Questo mi sembra un libro già scritto. Nel ’96, Don Alfonso è stato il mio primo ristorante stellato. Quando ho aperto Villa Crespi, poi, ho realizzato tutta la cucina con Casolaro, azienda che oggi ci fornisce il premio. Trovarmi quindi oggi qui sul palco con entrambe le realtà è un onore. Si chiude quasi un cerchio” racconta Cannavacciuolo.

MIGLIOR SOMMELIER
Alessandro Gonzales – Locanda del Profeta – Napoli

PREMIO TERRA E AMBIENTE
– Romano – Viareggio (LU)
– Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (RM)
– Osteria Arbustico – Capaccio (SA)

NO FOOD WASTE
Locanda Radici – Melizzano (BN)

VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI LOCALI
Contrada Bricconi – Oltressenda Alta (BG)

PREMIO QUALITÀ/PREZZO
– Antica Osteria Marconi – Potenza
– Arcade – Porto San Giorgio
– Il consiglio di Sicilia – Scicli
– Emozionando – Salerno
– Is Feminas – Cagliari
– La Locanda del Falco – Valdieri
– Locanda Mammi – Agnone
– Osteria dei Frati – Roncofreddo
– Zunica 1880 – Civitella del Tronto

TRADIZIONE FUTURA
– Andrea Bertini – Casa Bertini – Recanati
– Alessandro Billi – Osteria Billis – Tortona
– Gina Di Benedetto – Mom Cucina Vegetale Creativa
– Ariel Hagen – Saporium – Palazzetto
– Tina Marcelli – Artifex – Brennero
– Enrico Marmo – Balzi Rossi – Ventimiglia
– Nico Mastroianni – Santo Bevitore – Cassino
– Celestino Mauro – Core Restaurant – Castrovillari
– Xin Ge Liu – Il Gusto Dimsum – Firenze
– Antonio Ziantoni – Zia – Roma

“Come ha detto prima Romito, con il vegetale si riscrivono i libri di cucina. Ecco noi siamo andati a cercare le cuoche e i cuochi che, a partire dalla riflessione sulle materie prime che abitualmente utilizzano, stanno provando a riscrivere il ricettario del futuro” dichiara Antonio Paolini, curatore della guida.

Tre Boccali

– Baladin Open Garden – Piozzo (CN)
– Nidaba – Montebelluna (TV)

Tre Cocotte

– Amo – Venezia
– Baccano – Roma
– Cucina.it – Cagliari
– Divinity Terrace – Roma
– Lanzani Bottega e Bistrot – Brescia
– Spazio Niko Romito Bar e Cucina – Roma

Tre Mappamondi

– Dao Restaurant – Roma
– Gond Oriental Attitude – Milano
– Iyo – Milano
– Moi Omakase – Prato
– Il Vizio – Perugia
– Wicky’s – Milano

Tre Bottiglie

– La Baita – Faenza
– Enoteca Bruni – Firenze
– Le Case della Saracca – Monforte d’Alba
– Ciz Cantina e Cucina – Milano
– Del Gatto – Anzio
– Al Donizetti – Bergamo
– Trimani – Roma
– Enoteca Marcucci – Pietrasanta
– Trattoria Da Nando – Montegliano
– Enoteca Quattro ruote – Montalto di Castro
– La Salumeria Roscioli – Roma

Tre Gamberi

Angiolina – Pisciotta
Antica Osteria del Mirasole – San Giovanni in Persiceto
Antichi Sapori – Andria
Arcangelo Vino e Cucina – Roma
Armando al Pantheon – Roma
Armidda – Abbasanta
Masseria Barbera – Minervino Murge
La Brinca – Ne
Da Burde – Firenze
Ai Cacciatori
Il Capanno – Spoleto
Il Casaletto – Viterbo
Da Cesare al Casaletto – Roma
Il Consorzio – Torino
Al Convento – Cetara
Caffè La Crepa – Isola Dovarese
Saporosa Ai Due Platani – Parma
Futura Osteria – Monteriggioni
Grappolo d’Oro – Roma
La Madia – Brione
Locanda Mariella – Calestano
Nero di Seppia – Trieste
Office – Offida
Osteria Bottega – Bologna
Osteria del Treno – Milano
Pretzhof – Val di Vizze
La Sangiovesa – Sant’Arcangelo di Romagna
Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano
Stella – Perugia
Lo Stuzzichino – Massa Lubrense
Tischi Toschi – Taormina
Trippa – Milano
Vecchia Marina – Roseto degli Abruzzi
Osteria della Villetta – Palazzolo Sull’Oglio
Vino e Cibo – Senigallia

ristoranti d'italia 2023

Tre Forchette

90
Andreina – Loreto
Antica Osteria Cera – Lughetto
Da Caino – Montemerano
Casa Perbellini – Verona
Taverna Estia – Brusciano
Glass – Roma
Laite – Sappada
Lido 84 – Gardone Riviera
Lorenzo – Forte dei Marmi
La Madia – Licata
Miramonti l’Altro – Concesio
La Peca – Lonigo
Il Piccolo Principe
Signum – Salina

91
Agli Amici 1887 – Udine
Muec – Milano
Berton – Milano
Danì Maison – Ischia
Enoteca La Torre a Villa Laetitia – Roma
Idylio by Apreda – Roma
Imàgo – Roma
Dal Pescatore – Canneto sull’Oglio
Casa Vissani – Baschi

92
D’O – Cornaredo
Duomo – Ragusa
Pascucci al Porticciolo – Fiumicino
Seta by Antonio Guida – Milano
Torre del Saracino – Vico Equense
La Trota – Rivodutri

93
Cracco – Milano
Don Alfonso 1890 – Massa Lubrense
Madonnina del Pescatore – Senigallia
Il Pagliaccio – Roma
Enoteca Pinchiorri – Firenze
Quattro Passi – Massa Lubrense
St Hubertus – San Cassiano
Villa Crespi – Orta San Giulio
Da Vittorio a Brusaporto

94
Le Calandre – Rubano
Piazza Duomo – Alba
Uliassi – Senigallia

95
Osteria Francescana – Modena
La Pergola – Roma

96
Il Reale – Castel di Sangro

Articoli correlati

Filario Resort: un week end romantico sul Lago di Como con esperienza gourmet

Annalisa Leopolda Cavaleri

La Riserva Bistrot: in casa Firriato si riparte con la cucina della famiglia Pennisi

Manuela Zanni

Cresci, forno con cucina e cicchetti all’ombra del Cupolone

Giorgia Galeffi