Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 27 Maggio 2022

Salvo, Vincenzo Di Fiore, Pummarola Gourmet: pizzerie da scoprire in Campania

Continuiamo a perlustrare la provincia napoletana a caccia di realtà da segnalare: una già particolarmente nota, un’altra dal sapore vintage, infine una bella novità.

Iniziata quasi per gioco, la nostra rubrica dedicata alle migliori pizzerie della provincia napoletana ci sta portando a raggiungere angoli e realtà di grande qualità. Succede quando la curiosità per le cose buone fa macinare chilometri, stanando luoghi a volte sperduti. E allora scopri, impari e condividi. Per questo giro, abbiamo menzionato, innanzitutto, un caposcuola, Francesco e Salvatore Salvo nella loro San Giorgio a Cremano riescono ad attirare appassionati non solo campani. Successivamente ci siamo spostati ad Acerra, patria di Pulcinella e del pomodoro e lì abbiamo trovato un vero maestro dal sapore retrò. A Portici, invece, la pizzeria è nuova di zecca (se si considera anche lo stand-by del Covid). Una realtà giovane, in divenire, che però ha già ben presente il posto in cui vuole stare.

Pizzeria Salvo (San Giorgio a Cremano)

Non li scopriamo certamente noi. I fratelli Francesco e Salvatore Salvo, proprio in quella San Giorgio a Cremano della provincia di Napoli, già da anni sono riusciti a fare il miracolo. ‘O miraaacolo, come direbbe Massimo Troisi che proprio lì ci è nato e mosso i primi passi della sua carriera artistica.

Dunque, i Salvo. Pizzeria moderna, ampia, con banco, forni, sala, personale, tutto all’insegna della velocità e della precisione. L’errore non è contemplato e se capita, nessuno se ne accorge. Si chiama standardizzazione dei processi e non riguarda solo l’impasto, ma coinvolge tutto ciò che gli ruota intorno. E che, alla fine, ne è il reale vettore.

I Salvo, potrebbero fare scuola (anche) di sala. Si parcheggia in strada e può capitare di trovare la fila fuori dal locale. Buon segno! Pizzeria di destinazione, non solo merita ampiamente il viaggio, ma apre la mente ad una riflessione più attuale che mai. Per un business di successo, oggi, conta dove sei o come lavori? A voi l’ardua sentenza, mentre noi proseguiamo con il racconto degli assaggi.

Impasto che appare tradizionale, pur racchiudendo quella ricerca che, negli anni, è stata impiegata per migliorare senza stravolgere. Ventiquattr’ore di lievitazione e condimenti sempre nuovi, soprattutto stagionali. Evidente passione per il pomodoro, noi la loro pizza Margherita proprio non riusciamo a saltarla. Magistrale anche la Cosacca, innevata di pecorino bagnolese. Del resto, nel luogo in cui siamo, alle pendici del Vesuvio, difficile non essere un tutt’uno con le materie prime più rappresentative.

Abbiamo citato le pizze storiche, ma consigliamo di sfogliare il menu: ne tirano fuori di sempre nuove e stuzzicanti. Nel bicchiere, birre, ma anche un’ottima carta dei vini. Singoli calici compresi. Pizzeria Salvo da un po’ è anche a Napoli, lungo la Riviera di Chiaia. Ma il sapore delle origini, lontano dai lustrini della movida, quello che profuma di lievito e coraggio, è tutt’altra esperienza. Lasciate un posticino per i fritti classici napoletani, andrebbero assaggiati una volta nella vita. Nel caso, la pizzeria ha predisposto un’area interamente dedicata al gluten free.

Info utili:

Pizzeria Salvo
Largo Arso, 10
80046 San Giorgio a Cremano (Na)
Tel. 081 275306

Pizzeria Vincenzo Di Fiore (Acerra)

Si parcheggia facilmente in strada, guidati, come se fosse una cometa, dall’enorme insegna che Vincenzo di Fiore ha scelto per illuminare il suo locale: “Scriviamo poesie con acqua e farina”. Una dichiarazione d’amore in piena regola, il romanticismo al servizio del cibo più popolare che c’è. E Vincenzo Di Fiore è un po’ così, tranquillo, poetico, ma sa il fatto suo. Ha raggiunto ottimi traguardi e non si accontenta mai.

Oggi, accanto alle pizze di sempre, lancia la Lampiata, pizza in teglia cotta nel foro a legna, come facevano le nonne. Compresa quella di Vincenzo. Bordi leggermente pronunciati, perché costretti a lievitare in uno stampo, unti e sbruciacchiati quanto basta a diventarne dipendenti. Pizzeria basic su tutto il resto, dall’arredamento, al beverage, al servizio.

La protagonista è senz’altro la pizza. Impasto classico con farina 00, ventiquattr’ore di lievitazione, perfettamente maturo e digeribile. Condimenti ben calibrati a favore di un fil rouge che riesce ad esaltare tutto l’insieme. Il pomodoro in primis, coltivato proprio lì, ad Acerra. In questo momento ci sono i carciofi, o meglio, le mammarelle. E sono quelle che la madre di Vincenzo continua a cuocere sulla brace per contribuire ad una delle pizze stagionali più interessanti (e buone) del menu. Per la sua semplicità, la capacità di risultare succulenta pur in assenza di creme e salse, troppe volte sfiancanti. Buoni i fritti, in particolare vi consigliamo di assaggiare l’arancino farcito con i fagioli cannellini di Acerra. Territorio, quello vero.

Info utili:

Pizzeria Vincenzo Di Fiore
Corso Italia, 30
80011 Acerra (Na)
Tel. 081 5207515

Pummarola Gourmet (Portici)

Portici è la più napoletana della provincia partenopea, la più cittadina. Eppure, nonostante le bellezze architettoniche di fattura borbonica, le ville vesuviane del Miglio d’Oro che corre fino a Tore del Greco, nonostante un bosco regale, dal punto di vista enogastronomico la cittadina non decolla, non emoziona più di tanto. Con le dovute, rarissime eccezioni, bisogna girarsela davvero tutta per scovare la chicca. Ma noi non molliamo.

A proposito di pizza, avevamo sentito parlare della pizzeria Pummarola Gourmet, legata al circuito AMPI, l’accademia dei maestri pizzaioli fondata da Giuseppe Vesi, e ci siamo andati subito. Abbiamo trovato le nuvole. Pizze di una leggerezza stupefacente, se ne occupa il giovanissimo Emanuele Di Fusco con il supporto morale del patron Giuseppe Trapani.

La nostra pizza preferita? Quella con piselli e pancetta, stagionale, equilibrata, non a caso dietro la pizzeria si muove il reparto cucina. E questa è la vera novità delle pizzerie moderne. Mai più ingredienti lanciati lì a caso, ma ricette. Pensate, bilanciate. Appoggiate su impasti che si digeriscono sempre meglio. La pizzeria è ampia, si parcheggia in strada e sui dettagli può solo migliorare. Anche perché la pizza merita davvero.

Info utili:

Pummarola Gourmet
Via Antonio De Curtis
80055 Portici (Na)
Tel. (+39) 3341673748