Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 22 Settembre 2019

Storia di Vini e Vigne a Napoli: verticale su N’anticchia Etna Rosso

n'anticchia

Saranno sei le annate in degustazione per la verticale, guidata da Marina Alaimo, su N’Anticchia Etna Rosso che si terrà a Cap’alice il 26 ottobre a Napoli

Sta per la nuova stagione di Storia di Vini e Vigne, giunta ormai alla sua quarta edizione, organizzata da Mario Lombardi, oste di Cap’alice, l’enosteria tipica napoletana diventata da tempo un punto di riferimento per chi cerca una cucina partenopea che guarda avanti con quel senso di apertura che ha sempre caratterizzato il carattere e la creatività dei napoletani.

Primo appuntamento di Storia di Vini e Vigne sarà il 26 ottobre, a partire dalle ore 20. Protagonista sarà Paolo Caciorgna, affermatissimo enologo (famoso anche per esser l’enologo di Sting e Bocelli), produttore di N’anticchia, un grande nerello mascalese che nasce sull’Etna, uno dei territori del vino più affascinanti.

n'anticchia

N’anticchia, nu pucurillo, come dicono a Napoli. Sono effettivamente poche le bottiglie prodotte di questo vino eccezionale.

La degustazione, al costo di 35 euro a persona, comprenderà sei annate: 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2013. A condurre la verticale sarà Marina Alaimo, che aiuterà i partecipanti a conoscere appieno le qualità di questo vino e la sua evoluzione negli anni.

A concludere la serata saranno i piatti della cucina di Cap’alice, a cura di Mario Lombardi e Claudio de Castris.

Cap’alice, via Bausan 28/m Napoli. Telefono 081 1916 8992. Sito. Pagina Facebook.