Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 07 Marzo 2021

A Palermo arriva FuddApp, la nuova App per il Food Delivery in supporto ai ristoratori

fuddapp

Una compagine di imprenditori palermitani ha deciso di unirsi e investire per dare vita a una nuova società di food delivery  con l’obiettivo di servire al meglio i ristoratori che hanno promosso l’iniziativa e quelli che si affilieranno in futuro.

Mai come in questo momento storico il Food Delivery si rivela uno strumento prezioso non solo per i consumatori, che si sono ritrovati, in seguito  all’emergenza sanitaria globale, a vivere una dimensione domestica alla quale molti non erano abituati, ma anche, e soprattutto, per i ristoratori, che sono stati costretti a ridurre ai minimi termini – se non a chiudere del tutto-  le proprie attività. 

Se è vero, infatti, che, soprattutto durante il primo lockdown (da marzo a maggio 2020) tutti – o quasi- ci siamo cimentati nella preparazione di impasti per pizze, dolci e torte oltre a manicaretti usando ricette tradizionali ma osando anche delle ardite sperimentazioni di cucine internazionali, la seconda ondata che stiamo vivendo, sembra avere smorzato in tanti la voglia di mostrarsi dei provetti chef gourmet e abbia fatto posto alla voglia di provare a sentirsi al ristorante, sebbene all’interno delle proprie mura domestiche. 

A questo punto, a farla da padroni sono stati i propri cibi del cuore, per molti il sushi (anche in versione veg o dolce, più inusuale) ma anche le pizze e gli “sfizi” provenienti dai locali preferiti che rappresentano, da sempre, delle certezze nella nostra vita quotidiana o che, almeno, lo sono state fino al momento in cui questa non è stata stravolta. 

Ecco che il delivery è divenuto il fulcro dell’attività di molte realtà che hanno l’obiettivo di portare il meglio della ristorazione nelle case dei propri clienti affezionati. La domanda di “consegne a domicilio”, infatti, che ha avuto un incremento esponenziale durante il primo lockdown, continua a crescere rendendo il food delivery indispensabile per ogni attività legata al mondo della ristorazione. Tra queste, anche la neonata FuddApp, al suo  debutto oggi 1 dicembre 2020, che unisce molti dei migliori ristoratori palermitani nel segno di un servizio efficiente, puntuale e performante.

FuddApp: come funziona

Fuddapp è decisa a puntare sulla qualità del servizio per soddisfare al meglio il cliente, è per questo che si è munita di forni trasportabili per tenere al caldo le pietanze, di zaini box termici, e ha provveduto a fare formazione ai riders che rappresentano l’immagine aziendale nel desiderio che sia associata ad alta affidabilità, competenza e professionalità e ha già raggiunto una copertura capillare su tutto il territorio locale.
L’applicazione è accessibile dal sito e dalle app IOS e Android facilmente scaricabili su tutti gli store e grazie all’algoritmo “A.n.c.i.o.” basato, a lungo termine,  sullo studio delle abitudini del cliente,  sarà in grado di consigliare con sempre maggiore facilità, cosa ordinare dalla piattaforma.

Sono tantissime le attività di ristorazione  che attualmente hanno aderito al nuovo servizio di Food Delivery e tante ancora sono in procinto di entrare a far parte del circuito il cui funzionamento è molto semplice ed intuitivo. Dopo aver scelto il piatto da ordinare, al momento della conferma dell’ordine, basterà selezionare la fascia oraria di consegna desiderata, visualizzare il totale comprensivo di imposte e costo di consegna e, se tutto corretto, inviare l’ordine, decidendo se pagare alla consegna o con carta di credito. Sarà,  inoltre, possibile  usufruire di codici promozionali e avere una assistenza dedicata per tutte le eventuali problematiche relative  a ciascun ordine.

Siamo orgogliosi che  ci sia ancora la voglia di investire in un comparto che, sebbene in difficoltà, non ha mai smesso di rappresentare lo zoccolo duro dell’economia di una città come Palermo e della Sicilia tutta. Il delivery, che prima rappresentava un’attività marginale, oggi è diventato a tutti gli effetti una delle principali fonti di guadagno dei ristoratori e, pur auspicando alla riapertura totale dei locali, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid ovviamente, siamo consapevoli di trovarci dinanzi ad una nuova frontiera della ristorazione dalla quale sarà difficile, se non impossibile, tornare indietro” spiegano alcuni ristoratori.