Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Domenica 22 Ottobre 2017

Bentornati a Borgo San Jacopo

borgo san jacopo

Allestimento esclusivo, un nuovo menu e, da settembre, la terza edizione del ciclo di cene stellate Spoon: tutte le novità del ristorante guidato da chef Peter Brunel e che a un mese dalla riapertura si conferma più che mai indirizzo cult e ricco di charme per tutti i gourmand di Firenze (e non solo)

Allestimento ancor più esclusivo, un menu degustazione dedicato agli Ortaggi e la terza edizione delle serate targate Spoon, il ciclo di cene stellate che ha portato a Firenze negli ultimi due anni ben 60 maestri della cucina del calibro, solo per citarne alcuni, di Antonia Klugman, Nadia Santini e Tomaz Kavcic.

L’estate 2017 porta tante novità al ristorante Borgo San Jacopo, che sotto la guida sapiente di Peter Brunel e a 30 giorni dalla riapertura (dopo il restyling semestrale che l’ha coinvolto per il totale rinnovo dell’Hotel Lungarno di cui fa parte) si conferma indirizzo cult per tutti i gourmand fiorentini e non solo.

L’obiettivo rimane quello di sempre: «Strappare agli ospiti un sorriso, vederli sgranare gli occhi quando vedono uno dei miei piatti… e poi rassicurarli con i miei sapori, smuovere qualcosa in loro, fargli vivere reminiscenze tutte personali oppure anche solo condividere le mie, far loro imparare qualcosa di nuovo», per dirla con le parole dello stesso chef Brunel, stella Michelin dal 2003.

La location

Gli ambienti si sono arricchiti di un nuovo soppalco incorniciato oggi da pareti di cristallo che insonorizzano la sala, rendendola ancora più adatta ad essere privatizzata, pur vivendo ogni sera anche con mise en place classica. Da qui la vista sull’Arno è immediata e davvero suggestiva, grazie anche un gioco di specchi che aiuta lo sguardo a sentire l’acqua ancora più vicina.

I menu

Borgo San Jacopo desidera far vivere ai suoi convitati vere e proprie esperienze del gusto (e dei sensi in generale) orchestrate dall’estro di Brunel. Per riuscire nell’intento sono a disposizione tre menu degustazione, due dei quali possono essere annoverati tra i “classici” del locale. Ecco dunque che accanto a La mia Toscana e all’ormai famoso Variazione sul tema patata appare il nuovo Menu Ortaggi (attenzione a non chiamarlo vegetariano!) che ha lo scopo di indagare e far conoscere alcune tra le famiglie dei nostri amati ortaggi, dedicando a ognuna di loro un piatto: radici e legumi, bulbo, tubero, foglia, fiore, stelo, frutto. Il tutto naturalmente in un menu che accompagna dall’antipasto al dolce.

À la carte

Rimangono anche i piatti à la carte, ma sono ridotti a 2 antipasti, 2 primi e 2 secondi. Tutti i piatti più classici che fino allo scorso anno erano in carta (ad esempio il minestrone o la tagliata) adesso passano in eredità al Picteau Lounge, il bar/lounge dell’Hotel Lungarno, prima aperto solo a pranzo, ma ora anche a cena, in grado di offrire una lista semplice e classica, per quelle sere in cui non si ha voglia di sperimentare, ma solo di comfort food di ottima qualità.

Nessun cambio invece sulla carta dei dolci, sempre a firma di Loretta Fanella per il menu à la carte e di Peter Brunel per i menu degustazione.

“Ricordo di Lofoten”, nuovo antipasto a base di alici marinate

Le cene stellate

Dall’11 settembre torna a Borgo San Jacopo anche la kermesse di cene stellate che negli ultimi due anni ha portato a Firenze ben 60 stelle (Antonia Klugman, Nadia Santini e Tomaz Kavcic solo per ricordarne alcuni) e oltre 1200 gourmand ospiti da tutto il mondo.

Come di consueto Peter Brunel aprirà la sua cucina a colleghi stellati (quest’anno tutti bistellati), per dar vita a menu a quattro mani con lo chef padrone di casa e allietare il palato di 50 fortunati ospiti. Le serate continuano ad essere a numero chiuso e solo su prenotazione. Ecco il calendario:

  • 11 settembre: Claudio Sadler –Sadler Milano
  • 2 ottobre: Francesco Bracali –Bracali, Massa Marittima GR
  • 16 ottobre: Antonio Guida – Seta, Milano
  • 6 novembre: Philippe Lévéillé – Miramonti l’altro, Concesio BS
  • 20 novembre: Carlo Cracco – Cracco, Milano
  • 4 dicembre: Mauro Uliassi – Uliassi, Senigallia AN

Quest’anno è prevista inoltre una primizia: la serata Spoon Special che vedrà protagonista uno chef 3 stelle Michelin. La data verrà comunicata a sorpresa, e anche l’ospite sarà in riserbo fino all’ultimo minuto.

Vi conviene dunque tenervi aggiornati. Come? Sito. Facebook. Telefono 055.281661; whatsapp 349923380; email: bsj@lungarnocollection.com.