Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 07 Marzo 2021

Capodanno in delivery: ecco le migliori 10 proposte di Milano

Delivery Capodanno

Capodanno a tutto delivery a Milano, con tante proposte pronte o da rigenerare a casa per il vostro cenone

Il capodanno quest’anno si fa in delivery. Almeno se avete voglia di un cenone sfarzoso e da non cucinare totalmente da soli. Le grandi tavolate sono abolite, come il brindisi con tutti i parenti fino al nono grado, ma nulla vieta di organizzare una bella tavola imbandita come nelle migliori tradizioni. E Milano è una piazza così fornita che la scelta è variegata. Approfittate delle ultime creazioni degli chef di Milano, che non potendo aprire i loro ristoranti, portano a casa il meglio delle loro cucine.

[Bu:r]a casa- gastrodelivery della coppia Boer e Perilli

Un menu gastronomico goloso, dal cuore gourmet: è la proposta dello chef Eugenio Boer e della compagna di vita e di cucina Carlotta Perilli. Vi conquisteranno i loro cappelletti in brodo, il cappone lesso con mostarda di Cremona e l’immancabile cotechino e lenticchie, da rigenerare a casa o da ultimare la preparazione con pochi colpi di padella, a 90 euro a testa.

Daniel Canzian e il menu faraonico

Il menu di Daniel Canzian per il menu delivery di capodanno è senza dubbio per ottimi intenditori: agnolotti di fagiano, astice in umido, filetto di vitello alla Principe Orloff, senza dimenticare il rinforzino (necessario per il prossimo anno) di lenticchie. Abbiamo omesso giusto l’antipasto all’italiana e i bon bon di apertura, che però sono quelle chicche che fanno perdere la testa a ogni cena. Il del gran cenone è a 120 euro a testa.

Innocenti Evasioni, una lunga tradizione di delivery

Lo chef Tommaso Arrigoni di Innocenti Evasioni, il delivery ce l’ha nel sangue, non solo a capodanno, e si occupa anche di consulenze nel settore, anche in ambito internazionale. Per un capodanno col botto ha preparato delle box con foie gras d’anatra in terrina, baccalà mantecato, il cotechino speciale di Sergio Motta, rinomato macellaio della provincia a 125 euro per due persone.

Il delivery della nuova apertura a tutto pesce

Capodanno fa rima con pesce a casa vostra? Ha appena aperto il ristorante Olio di Origgio (Va), con pescheria annessa. Lo chef Andrea Marinelli ha ideato un menu con semplici preparazioni di pesce e di verdure del suo orto, solo da rigenerare in padella a 75 euro a persona, con consegna su tutta Milano. Alcuni esempi golosi: il risotto Carnaroli con melograno, scampi e burrata affumicata; la catalana di molluschi e crostacei o il rombo chiodato con millefoglie di patate, olive taggiasche e carciofi.

28 posti e due box per Capodanno

Lo chef Marco Ambrosino del ristorante 28 posti prepara una box da ultimare a casa con tanto di tradizionale pollo ripieno arrosto e il kugelhopf, un dolce alsaziano home made a lievitazione naturale a 45 euro a testa. E per chi non avesse avanzato panettoni dal Natale, si può prenotare anche quello dello chef con uvetta e canditi di arance e cedro (da 500 grammi).

Wicky Pryan per il delivery fusion

E se vi piace la cucina fusion vi consigliamo il menu di Wicky Priyan e della sua WiCuisine: ventresca di pesce spada marinata, tartare di tonno con gelatina di “Katsuo Dashi”, il sushi milanese, il Polpo arrosto con crema di avocado, sale di alga Nori, verza bollita, fagiolini e olio di oliva o il maialino lessato alla giapponese, sono solo alcune delle sue proposte a 98 euro a persona.

Mi View e il delivery con vista

Il ristorante Mi View, il più “alto della città” per la sua posizione, propone un menu alla carta in delivery che spazia dal granchio nel bosco a la triglia si fa dolce, l’aragosta della tradizione, il fumo nel lago e rosso di sera fino al brasato di fine anno. Nomi estrosi ma sapori genuini. Imperdibile invece la Special Box di mezzanotte per due persone con cotechino e lenticchie, piccola pasticceria, champagne cocktail a 50 euro.

Andrea Berton

Un menu tutto da ultimare a casa per lo stellato Andrea Berton, che apre il suo ristorante (e il delivery) proprio per le feste: tra i piatti da provare l’astice con salsa corallo al caviale e gli spaghetti alla chitarra freschi con sugo di pollo e fonduta al Grana Padano Riserva e tartufo bianco, ma anche le code di gambero, carota, prezzemolo, mandorla e popcorn di amaranto o il “semplice” trancio di merluzzo con fagiolina del Trasimeno e scalogno a 130 euro a persona.

Mamma Rosa e i gusti di casa

Lo chef Valerio Stumpo aveva appena rinnovato il suo locale, ma non per questo si lascia scoraggiare dalla situazione. E Mamma Rosa arriva in tutte le case. Tra i piatti del suo menu i Gamberi con puntarelle e acciughe olio e limone, la Fregola sarda ai frutti di mare e il Trancio di cernia alla ligure con patate viola, pinoli e salsa al basilico a 70 euro a persona. Per ogni 4 menu in omaggio un panettone da mezzo chilo e una bottiglia di spumante.

Emporio Armani Ristorante e il cenone all’insegna dell’eleganza

Il cenone per non sbagliare mai. E per fare bella figura se doveste far colpo su parenti o amici (pochissimi mi raccomando). A 100 euro a persona anche quello di Emporio Armani Ristorante è un menu faraonico, da diverse portate, ma, ricordiamo, raffinate. Ecco quindi la composizione di mandorle salate, olive di nocellara e taggiasche condite con olio extra vergine di oliva e peperoncino Calvisius Caviale Tradition Royal accompagnato da Blinis, Cream cheese, Soffice di patate, Burro demi- sel, la Catalana di crostacei, con ristretto di bisque, cremoso al prezzemolo e le sue verdure, la Giardiniera Partenopea all’ aceto di pinot grigio e olio extravergine di oliva e il Vitello tonnato invernale con funghi pioppini e fondo bruno.

Si va avanti con la Lasagna verde ai tre arrosti con fonduta di provolone del Monaco e ristretto di ciliegino come primo e con il Polipo affogato alla Napoletana con salsa di pomodori del Vesuvio e la Cernia in Guazzetto bianco con cozze, puntarelle scotatte e peperoncino come squisiti secondi. Per finire con dolci della tradizione e ciambella glassata.