Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 15 Luglio 2020

Combivino. Online la prima app che abbina vini e birre artigianali al cibo

combivino

Trovare il giusto abbinamento tra cibo, vino o birra non è sempre facile. Da oggi però un’app può rendere più facile l’impresa. Si chiama Combivino ed è già disponibile per Ios e Android.

Della nascita di Combivino vi avevamo già parlato pochi mesi fa. Oggi però la app, ideata dal giovane imprenditore Alessio Papasergio, finalizzata a trovare il giusto match tra cibo e vino da il via ad un nuovo progetto che abbraccia il mondo delle birre artigianali.

Oltre alle 500 tipologie di vino, da oggi è infatti possibile abbinare i 1500 alimenti presenti nel database a circa 76 stili birrai. A curare gli accostamenti ci ha pensato Salvatore Cosenza, esperto degustatore e food writer, insieme ai colleghi dell’Unione Degustatori Birre, l’associazione che promuove la cultura birraia attraverso corsi ed eventi in tutta Italia.

“Il primo passo è stata la selezione degli stili birrai, che sono stati classificati per gusti dominanti. Poi abbiamo abbinato ogni portata con i vari stili, valutandone l’affinità e il contrasto e tenendo conto delle note aromatiche e gustative prevalenti, oltre alle caratteristiche tattili. Non mancano però gli accostamenti più sorprendenti, volti a creare sensazioni terze, frutto appunto dell’unione tra cibo e birra.Siamo ancora poco avvezzi a pasteggiare con le birre, specie al ristorante, ma dal punto di vista organolettico presentano una grande versatilità. Per noi degustatori di birre non esistono cibi tabù; i vari stili birrari riescono a coprire la gamma completa dei sapori, mentre quella degli aromi è estremamente ampia e variegata” spiega Cosenza.

“Abbiamo deciso di coinvolgere Salvatore nel progetto perché è uno dei massimi esperti di birre artigianali in circolazione e ha una cultura e una passione per il buon cibo, che erano fondamentali per abbinare i vari stili birrai con le caratteristiche tecniche di ogni piatto. Lo sviluppo fatto con le birre segue la stessa filosofia adottata da Federica Zevi con il vino. La nostra App si propone di guidare l’utente verso una perfetta degustazione, lasciandolo libero di sperimentare e scegliere cosa bere in base ai propri gusti o alle proprie preferenze. Oltre agli stili birrai e alle loro caratteristiche ci siamo concentrati anche su piccoli dettagli tecnici, come per esempio l’indicazione del giusto bicchiere da degustazione.” sottolinea Papasergio.

Come funziona

Utilizzare Combivino (disponibile su IOS e Android in italiano e inglese) è facile e intuitivo. È sufficiente scaricarla dallo store, effettuare l’accesso e iniziare a “combinare”.

Prima di tutto si può scegliere tra dolce e salato. Dopodiché si possono iniziare ad inserire i piatti da abbinare. Cliccando su “Combina”, verranno generate in automatico alcune tipologie di vini e birre tra cui scegliere.

Per quanto riguarda i vini, suddivisi tra bianchi, frizzanti, bollicine o rossi, si può scegliere la struttura, l’aroma o il metodo di produzione. Le birre sono invece catalogate in sette sezioni: affumicate, equilibrate, luppolate, malttate, sour, speziate, tostate. All’interno di ogni categoria sono elencate le varie referenze ognuna di esse, così come per i vini, corredate di schede descrittive e consigli sul calice da utilizzare per la degustazione.

Insomma, un’app semplice da utilizzare, utile per gli esperti ma perfetta anche per i neofiti del settore.