Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 19 Ottobre 2019

Configno di Amatrice: il 18 Agosto torna La Festa degli antichi Saperi e Sapori, più bella e buona che mai.

Antichi Saperi e Sapori non è solo una festa. E’ il sogno fatto realtà di una giornata in cui giovani, adulti ed anziani del paese rivivono insieme le tradizioni del territorio dando nuova vita ad antiche maestranze attraverso la realizzazione dei piatti tipici, pane, ricotta e formaggio, erbe spontanee, balli e musiche popolari.

Quel che crolla non sempre abbatte. Quel che addolora non sempre accieca. La vera Forza risiede nella capacità di superare le avversità, di rinascere ogni volta, di trasformare la natura delle cose, di tramutare la rabbia in amore, la delusione in fiducia.

Perchè le crisi profonde ti costringono a guardare le cose con occhi diversi e possono diventare occasione di nuovi ed intelligenti progetti. E’ questo il caso di Amatrice e del suo territorio, realtà profondamente scosse da un sisma che non è stato però sufficiente a sconfortare i suoi abitanti ma anzi li ha spinti a puntare sulla trasmissione di valori, di saperi e di sapori.

Da 40 anni infatti l’Associazione Configno di Amatrice, associazione apolitica, senza fini di lucro, composta da ragazzi giovanissimi e da “personaggi storici” del paese, svolge attività di promozione sociale e organizzazione sportiva, culturale e ricreativa. L’Associazione Configno è molto attiva e realizza eventi e progetti nel territorio di Amatrice e non solo. Dal sisma del 24 agosto 2016, le iniziative vengono principalmente indirizzate verso attività rivolte a ricostituire la comunità amatriciana, a mantenere salde le radici e fortificare il legame tra le generazioni.

L’ impegno dell’Associazione e dei paesani tutti, sta fronteggiando le conseguenze devastanti del sisma attraverso stupefacenti progetti, uno su tutti, la costruzione di un Villaggio di 26 casette prefabbricate per riportare nel territorio i non residenti al fine di ristabilire il tessuto sociale ed economico del paese.

Da pochi giorni Configno ha raggiunto un altro insperato traguardo riqualificando una vecchia stalla e facendone uno spazio sociale d’aggregazione a disposizione di tutto il paese. Il locale è corredato di lavatrici, cucina e di circa 100 posti per effettuare cene sociali e altri eventi. Il Comitato di Rinascita di Configno si è occupato della ricerca di finanziamenti e realizzazione del progetto. Tutto ciò grazie alla straordinaria generosità di una famiglia del paese che ha messo a disposizione il terreno e il locale/stalla.

Un altro grande evento che l’Associazione Configno sta portando avanti, nonostante le difficoltà dovute al sisma, è La Festa degli antichi Saperi e Sapori, arrivata quest’anno alla quinta edizione.

Non si tratta solo di una festa. È una giornata di sogno in cui giovani e meno giovani con forza ed esperienza fanno riapparire d’incanto la tradizione. Si ritorna, di colpo, a vivere quelle sensazioni, conservate nei nostri ricordi d’infanzia trascorsa in questa amata terra.

• realizzazione e degustazione dei piatti tipici della conca amatriciana, con ben 7 postazioni gastronomiche;
• cantine di vino e di birra che rallegrano la gola e il palato;
• balli e musiche popolari che attraversano tutta la giornata;
• poeti a braccio e stornellatori in dialetto.

I giovanissimi del paese hanno riabbracciato l’uso degli strumenti tradizionali come l’organetto, la tamburella e le ciarammelle e accompagnano l’immancabile ballo della Saltarella Amatriciana.

Ad impreziosire la giornata di Festa ben 3 laboratori riporteranno in vita i saperi: il corso di panificazione con grani pregiati ed “antichi”presentato da Tularù, splendida realtà agricola reatina; il corso di preparazione di formaggio e ricotta, presentato da Antonio Aureli, titolare della Az. agricola biologica della frazione di Amatrice di Pinaco-Arafranca; il corso di riconoscimento erbe spontanee, presentato da una confignara doc, Arianna Salvi, che condurrà i partecipanti, attraverso l’Oasi Orie Terme di Configno, alla ricerca di erbe aromatiche e ne racconterà degli utilizzi e benefici.

Un altro importante salto nel passato dei saperi antichi si potrà fare visitando il bellissimo Museo delle Arti e Tradizioni popolari di Configno che documenta la storia della comunità locale e il suo rapporto con il territorio con diverse collezioni legate all’agricoltura, alle attività artigianali, al mondo domestico. Al piano superiore sono ricostruiti dei veri e propri ambienti: l’aula scolastica, l’osteria, la stanza della tessitura e altri ancora.

Altro evento della giornata è il mercatino delle pulci, quest’anno alcuni negozianti di Amatrice arricchiranno l’offerta con i loro prodotti.

La giornata si chiuderà con lo storico e pirotecnico ballo della Pupazza,
e la quadriglia da ballare tutti insieme, ultimo atto della festa confignara.

photocredits Gemma Evans

La festa dell’Associazione Configno si snoda lungo il paese nella sua nuova conformazione fuori dalla zona rossa ndr e vi farà andare via più ricchi sia nell’arte della cucina che nella conoscenza del territorio.

Con un contributo di 5,00 € si possono finanziare le attività dell’associazione, partecipare ai laboratori, alle visite guidate e bere a volontà (ma vi invitiamo a farlo con moderazione!)

Grande novità di quest’anno, l’ evento sarà totalmente PLASTIC FREE a sottolineare il rispetto che i confignari hanno per questa meravigliosa terra!

Info utili

La Festa degli antichi Saperi e Sapori

Quando: domenica 18 agosto 2019

Orari: dalle 10:00 alle 24:00

Dove: Configno di Amatrice

Pagina Facebook